Leggendo Dante

L’istituto  “Don Bosco” di Manduria festeggia con una vittoria il proprio Dantedì

i docenti dell’I. C. “Don Bosco” hanno spronato i propri alunni a parteciparvi e ben 14 ragazzi delle classi seconde ed una ragazza di terza della scuola media hanno aderito all’iniziativa

Cultura
Manduria venerdì 26 marzo 2021
di La Redazione
Copertina
Copertina © La Voce di Manduria

La Scuola Secondaria dell’I. C. “Don Bosco”, per la Giornata del 25 marzo, Dantedì, in occasione dei 700 anni dalla morte di Dante Alighieri, ha accolto con piacere la bella iniziativa della Libreria Testoline di Manduria, con la quale si invitavano i ragazzi dagli 11 ai 13 anni a sfogliare la Divina Commedia, a scegliere tre terzine, a recitarle ad alta voce e ad inviarle con un video. Il Concorso, dunque, era individuale, non riservato alle scuole, ma i docenti dell’I. C. “Don Bosco” hanno spronato i propri alunni a parteciparvi e ben 14 ragazzi delle classi seconde ed una ragazza di terza della scuola media hanno aderito all’iniziativa della Libreria Testoline, inviando video proposti in modo libero e originale, assolutamente autonomo, anche in conseguenza delle attuali modalità di didattica a distanza.

Grande è stato il piacere dell’I. C. “Don Bosco” nello scoprire, oggi, che il premio è stato vinto proprio da un alunno di questa scuola, Matteo Esposito, che ha voluto non solo leggere le prime tre terzine dell’opera dantesca, ma ha anche cercato di rendere l’atmosfera della selva oscura con lo stormir delle fronde che accentuano il senso di cupezza e paura che Dante voleva trasmettere al lettore. Menzione speciale è andata sempre ad una alunna della stessa scuola, Chiara Leone, che ha voluto coinvolgere quasi tutta la sua famiglia nella recitazione scegliendo una terzina per ogni Cantica dell’opera, “manifestando con franchezza e semplicità come l’esperienza della lettura condivisa possa generare ottime occasioni per rafforzare il legame affettivo”, così la giuria del Concorso della libreria Testoline ha motivato la Menzione speciale alla ragazza.

La D. S., prof.ssa Luisa Damato e tutti i docenti sono molto orgogliosi del lavoro svolto dai propri ragazzi, nonostante il difficile momento attraversato e, a conclusione della bella iniziativa, hanno raccolto in un video dal titolo “La Divina Commedia in DDI” tutte le interpretazioni dei propri alunni. Il video è disponibile sui canali social della Scuola ed offre a tutti la possibilità di comprendere il proficuo lavoro di questa scuola che ha fra i suoi obiettivi anche quello dell’autonomia individuale di ogni allievo, perseguito, come gli altri, nonostante le difficoltà e le sfide della situazione attuale.

Lascia il tuo commento
commenti