Venerdì, 27 Maggio 2022

Cultura

Le opere della mostra personale "Colori e Collage" raccontate alle telecamere della Voce di Manduria, sino all’otto gennaio al Museo Civico

Toto Dinoi, l’incontro con l’artista: "realizzo i miei quadri anche con smartphon"

Le opere della mostra personale “Colori e Collage” raccontate alle telecamere della Voce di Manduria, sino all’otto gennaio al Museo Civico. “Rocco e i suoi sfracelli”, “Luna spagnola”, “Fuochi d’arti - libro”, “Tango di Luna” sono alcuni dei nomi sui generis delle opere di Toto Dinoi esposte al Museo Civico di Manduria sino all’otto gennaio. Grafico, illustratore e scenografo, il manduriano Toto si racconta alle telecamere della Voce di Manduria svelando le storie della sua vita e quelle raffigurate nei suoi quadri confessando, “realizzo i miei lavori anche su smartphone”.

È attraverso una semplice applicazione di modifica immagini, che l’artista realizza molte delle sue opere. Volti, sagome indefinite o di attori e leggende letterarie che con le sue dita geniali sono sfumate e deformate creando qualcos’altro. Il digitale incontra il manuale permettendo a Toto di giocare con colori e forme, prima stampate e ingrandite, poi assemblate con scorci di riviste. Se il collage è la principale tecnica utilizzata dall’artista, il vero collante sono i pezzi di ricordi e di cultura che Toto ricompone realizzando opere sperimentali. Il filo conduttore è senz’altro la connessione: quella con le tantissime persone incontrate durante la sua carriera tra Manduria e Roma. Dalle notti insonni su Radio Rama, all’incontro con Nanni Moretti che, a gran stupore di Toto, lo contatterà telefonicamente dopo solo il primo incontro e a distanza di tanto tempo.

Uomo e artista straordinario, che alla nostra domanda “qual è il processo d’ideazione che ti porta alla creazione di un’opera”, Toto risponde «L’osservazione. Guardare con attenzione ciò che mi circonda per poi ricreare». Le sue opere sono, infatti, veri e propri racconti: di vita, letterari e cinematografici che si sovrappongono lasciando allo spettatore lo spazio di immaginare la sua.

L’intero servizio nel video in allegato.

Marzia Baldari


Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.
stai rispondendo a

COMMENTA
Tutte le news
La Redazione - oggi, ven 27 maggio

Oggi pomeriggio si aprirà la nuova edizione della rassegna “Forum in Masseria”, nella Masseria “Li ...

Tutte le news
La Redazione - oggi, ven 27 maggio

...

Tutte le news
La Redazione - oggi, ven 27 maggio

Non ci stanno ad essere relegati ai controviali di via XX Settembre, a Manduria, e non in Piazza dove si svolge la festa di San Cosimo: a ...

Tutte le news
La Redazione - oggi, ven 27 maggio

Video e audio di Mimmo Breccia di La voce di Manduria ...

Tutte le news
La Redazione - oggi, ven 27 maggio

Manduriambiente non può più accogliere rifiuti perché la capienza è esaurita. La direzione dell’impianto ...

Corso di fotografia naturalistica e di riconoscimento di orchidee spontanee
La Redazione - mer 30 marzo

Parte venerdì 8 aprile alle 17. 30  nella “Saletta della Cultura” del Museo Civico Manduria  il “Corso di Fotografia Naturalistica e Riconoscimento Orchidee Spontanee del Salento”.   ...

“Sono nato il giorno del mio compleanno”, il tema dell’autismo in un libro e in una tavola rotonda
La Redazione - gio 31 marzo

Domani alle ore 19 nella consiliare del nuovo Municipio di Manduria in occasione della giornata mondiale sull'autismo, sarà affrontato il problema in una tavola rotonda con la presentazione di ...

Asilo Bianchetti, un tesoro nascosto
La Redazione - ven 1 aprile

Noto solo agli addetti ai lavori e sconosciuto ai più, sicuramente a gran parte degli amministratori comunali che hanno deciso lo hanno ceduto alla Asl, l’immobile abbandonato dell’ex asilo Bianchetti custodisce un tratto del circuito murario Messapico ...