Giovedì, 23 Maggio 2024

Cultura

Il tema era: Rompiamo gli stereotipi di genere

Gli studenti del Prudenzano incontrano le operatrici del centro antiviolenza “Sud Est Donne”

Un momento dell’iniziativa Un momento dell’iniziativa

“Rompiamo gli stereotipi di genere” è stato il tema del primo incontro del progetto “Libere di Essere”, promosso dall’istituto comprensivo “Francesco Prudenzano” di Manduria e riservato agli studenti della scuola secondaria di primo grado. La scuola è uno dei luoghi privilegiati in cui contrastare gli stereotipi di genere, che sono alla base di una visione errata di donne e uomini nella società. A tal fine quello del primo atto del progetto “Libere di Essere” è stato un importante momento di informazione e riflessione per educare alle differenze e per mettere in discussione la cultura e i rapporti sociali che alimentano la violenza.

L’incontro, riservato alle prime classi della scuola secondaria di primo grado, ha consentito agli studenti della scuola manduriana di incontrare e confrontarsi con tre operatrici del centro Antiviolenza “Sud Est Donne”:  l’operatrice di primo ascolto Sandra Patricia Zapata, l’assistente sociale Paola Cellamare e l’avvocata Teresa Tatullo. Con delle splendide scenografie realizzate dagli stessi studenti (guidati dalle docenti di Educazione Artistica Cristina Chimienti e Raffaella Delle Donne, nonché dalla docente di sostegno Grazia Luisa D’Oria) a far da cornice, nove ragazze delle classi terze (Maria Chiara Tripaldi, Sirya Dinoi, Helis Ursoleo, Helena Memmola, Matilde Stranieri, Letizia Malorgio, Giorgia Prudenzano, Matilda Adriano e Sofia Pezzolla), hanno brillantemente interpretato un monologo sulla violenza di genere di Paola Cortellesi, accompagnate da alcuni brani musicali eseguiti da altri nove studenti delle medesime classi, guidati dalla docente di Educazione Musicale Mariquita Galasso (Melissa Melle, Rebecca Mascolo, Marco Banditelli, Mattia Mariggiò, Antonio Daggiano, Melissa Lilla Parco, Daphne Bianco, Sofia Raguseo e Sofia Baldari).

Molto toccante anche l’interpretazione di due poesie composte, per l’occasione, dalle studentesse Sofia Raguseo e Sofia Baldari, dalle quali è emersa tutta la grande sensibilità degli adolescenti verso questo attualissimo tema.

Nella seconda parte dell’incontro, le tre operatrici del centro antiviolenza “Sud Est Donne”, dopo aver parlato delle finalità del loro centro, dei casi di violenza sulle donne dell’area orientale della provincia jonica affrontati negli ultimi anni e dei vari tipi di violenza, oltre quello fisico, che le donne subiscono (stalking, violenza psicologica ed economica, solo per fare alcuni esempi), e dopo aver condiviso con i ragazzi preziosi consigli e suggerimenti, hanno mostrato agli studenti presenti un video avente come oggetto gli stereotipi di genere.

Video che ha generato tante interessanti riflessioni fra gli studenti presenti: “Il calcio non è uno sport solo maschile”, “Non vi sono lavori solo per gli uomini o solo per le donne”, “Mio padre lava spesso i piatti e ciò è giusto perché a pranzo c’è tutta la famiglia e non solo la mamma”, “In un rapporto di coppia, anche la donna deve essere felice, e non solo l’uomo”. Riflessioni ad alta voce che costruiscono e consolidano nei ragazzi la consapevolezza del rispetto delle donne, delle loro scelte, della loro libertà.

«L’amore vero, insomma, non umilia, non delude, non calpesta, non tradisce e non ferisce il cuore. L’amore vero non urla, non picchia, non uccide».

Il progetto, coordinato dalle docenti di Lettere Alessia Mazza e Alessandra Urbano, proseguirà nel mese di febbraio con gli incontri con la dirigente del Commissariato di Polizia di Manduria, dott.ssa Marinella Martina, e, quindi, con la signora Imma Rizzo, madre di Noemi, la ragazza di Specchia vittima, qualche anno fa, di femminicidio, e con l’avvocato Valentina Presicce, presidente dell’associazione “Astrea – Contro la violenza sulle donne”.

Vuoi commentare la notizia? Scorri la pagina giù per lasciare un tuo commento.


© Tutto il materiale pubblicato all’interno del sito www.lavocdimanduria.it è da intendersi protetto da copyright. E’ vietata la copia anche parziale senza autorizzazione.


Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.
stai rispondendo a

COMMENTA
Tutte le news
La Redazione - oggi, gio 23 maggio

Nuova bufera in vista nel Consorzio di tutela del Primitivo di Manduria alla vigila del rinnovo delle cariche. La nube minacciosa ...

Tutte le news
La Redazione - oggi, gio 23 maggio

Nel 2011 il comune di Manduria aveva ottenuto un finanziamento di 500mila euro per il palazzetto dello sport. Provvidenze che ha poi perso ...

Tutte le news
La Redazione - oggi, gio 23 maggio

L'appello del newyorkese Don Thornot che ha scritto al nostro giornale in cerca di notizie sul suo antenato Ferdinando De Grassi ...

Tutte le news
La Redazione - oggi, gio 23 maggio

L’Ufficio servizi legali del comune di Manduria ha emesso un’ordinanza di sgombero nei confronti dell’unico ambulante ...

Tutte le news
La Redazione - oggi, gio 23 maggio

Si è riunito ieri alla presenza del coordinatore provinciale, onorevole Vito De Palma e del vice coordinatore, il consigliere ...

La storia del quadro incompiuto e di due straordinari artisti
La Redazione - gio 8 febbraio

Un miracolo che solo il reciproco amore per l’arte e una vecchia amicizia hanno potuto fare. E’ la storia di un dipinto iniziato e non finito da una bravissima artista manduriana, Katja Zaccheo, completato poi da un altro artista ...

Cyberbullismo, l’Einaudi di Manduria si aggiudica il terzo premio del concorso "Sbulliamoci” VIDEO
La Redazione - lun 12 febbraio

Un altro premio per gli studenti dell’IISS “L. Einaudi” di Manduria. Questa volta a salire sul podio dei vincitori sono stati gli studenti dell’Istituto Professionale Agrario, protagonisti ...

Omar Di Monopoli presenta “Sotto il cielo dei Messapi“
La Redazione - mer 14 febbraio

Il Parco Archeologico di Manduria diventa protagonista di rilievo nel romanzo scritto da Omar Di Monopoli.  Si intitola infatti  ‘Sotto il cielo dei Messapi’ ( ed. Manni) il libro dello scrittore di origini ...