La fortuna ha voluto che la stoffa accesa non abbia raggiunto il liquido infiammabile

Attentato sventato al nuovissimo Giba

Il segnale è preoccupante. Negli ultimi sei mesi la stessa località balneare sul litorale ionico salentino è stata oggetto di due episodi criminali a danno di attività commerciali.

Cronaca
Manduria venerdì 10 maggio 2019
di La Redazione
Il Giba di San Pietro
Il Giba di San Pietro © La Voce di Manduria

Dopo il «Dolcevita Beach» i piromani prendono di mira il neo locale «Giba» di San Pietro in Bevagna, marina di Manduria. La notte scorsa, poco dopo mezzanotte, degli sconosciuti hanno tentato di incendiare l’ingresso del bar gelateria situato nel cuore della località balneare proprio di fronte la pineta e l’omonima chiesetta di San Pietro. A salvare il locale da sicuri danni è stata la pattuglia dell’istituto di vigilanza Cosmopolitan che passando nelle vicinanze ha notato dei movimenti sospetti. Dal racconto del vigilante intervenuto, pare che da lontano abbia visto uno o due persone che gettavano liquido sulla struttura in legno e subito dopo, allontanandosi di corsa, accendevano un pezzo di stoffa che lanciava in direzione del bar. Mentre l’attentatore si dileguava scomparendo all’interno della pineta, la guardia, raggiunto il luogo, è sceso dalla macchina spegnendo appena in tempo, calpestandola sotto le scarpe, l’improvvisata miccia.

La fortuna ha voluto che la stoffa accesa non abbia raggiunto il liquido infiammabile.Sul posto è rimasta una bottiglia di plastica vuota che conteneva la benzina. Sventato l’incendio, il vigilante dopo essersi assicurato che non c’era altro pericolo, ha chiamato la centrale operativa dei carabinieri che ha inviato una radiomobile della compagnia di Manduria. I militari hanno avviato le indagini del caso raccogliendo la preziosa testimonianza della guardia giurata e cercando telecamere di sorveglianza della zona che potrebbero aver registrato qualcosa di interessante. In questo periodo di pre-estate, sono molti i locali che stanno riscaldando i motori in prossimità della stagione. Il titolare dell’esercizio non ha voluto commentare l’accaduto confermando però la prossima inaugurazione che avverrà nel mese di giugno.

Il segnale è preoccupante. Negli ultimi sei mesi la stessa località balneare sul litorale ionico salentino è stata oggetto di due episodi criminali a danno di attività commerciali. Ad essere preso di mira dai piromani è stato lo stabilimento balneare «Dolcevita Beach» Di proprietà dell’ex senatore e cardiologo Antonio Gaglione. In quelle occasioni il fuoco ha provocato ingentissimi danni alle cucine e al deposito delle attrezzature, ombrelloni, lettini. In entrambi i casi le indagini le conducono i carabinieri della compagnia di Manduria.

Il «Giba» salvo per miracolo e per il coraggio del vigilante, fa parte della catena omonima di proprietà di una famiglia di Francavilla Fontana dove è nato il primo punto vendita. Il secondo, dall’anno scorso, ha avuto il battesimo a Campomarino di Maruggio. Da quest’anno anche a San Pietro in Bevagna candidandosi a luogo di attrazione della movida di questo versante del litorale salentino.

Francesca Dinoi

Lascia il tuo commento. (Quelli con indirizzo email falso non saranno pubblicati)
commenti
I commenti degli utenti
  • gregorio ha scritto il 10 maggio 2019 alle 07:27 :

    facciamo sprofondare san pietro sempre di piu,per colpa di 4 ladri di polli analfabeti! Rispondi a gregorio