Venerdì, 12 Agosto 2022

Cronaca

L’episodio è avvenuto l’altro ieri sera, martedì 8 gennaio, nel centro abitato della città Messapica

Accoltellamento di un rumeno, la polizia è sulle tracce del feritore

Commissariato polizia Manduria Commissariato polizia Manduria | © La Voce di Manduria

C’è un sospettato del ferimento del rumeno di 42 anni ricoverato in prognosi riservata per tre fendenti all’addome e al torace. Gli investigatori del commissariato di polizia di Manduria che si occupano del tentato omicidio avrebbero già raccolto degli elementi che potrebbero chiudere il caso molto presto. Potrebbe avere quindi le ore contate la brutta storia di violenza generata da una lite finita nel sangue tra due rumeni che vivono a Manduria. Uno è rimasto ferito gravemente mentre l’altro è ricercato dalle forze dell’ordine con la pesante accusa di tentato omicidio. L’episodio è avvenuto l’altro ieri sera, martedì 8 gennaio, nel centro abitato della città Messapica. La vittima, C.Z., di 42 anni, è ora ricoverato in prognosi riservata con tre ferite da taglio penetranti probabilmente da pugnale che non è stato trovato. Il feritore lo ha raggiunto all’addome e al torace. Le sue condizioni sono giudicate gravi ma non correrebbe pericolo di vita.

Diversi testimoni hanno assistito alla lite finita tragicamente avvenuta a Manduria davanti al noto locale «Zanzibar» sulla via per Avetrana. Dopo il ferimento, il quarantaduenne si è fatto accompagnare a casa da un suo connazionale con cui era arrivata davanti al bar e che avrebbe assistito all’aggressione. Giunto nell’abitazione dove c’era la moglie, il rumeno ha chiesto di essere accompagnato in ospedale perché perdeva sangue copiosamente dalle ferite. Con la stessa automobile guidata da un manduriano che nel frattempo era intervenuto in suo soccorso, il rumeno è stato trasportato a pronto soccorso dell’ospedale Marianna Giannuzzi dove è giunto in condizioni critiche. Mentre veniva sottoposto alle cure del caso, è stata allertata la polizia che ha inviato sul posto una pattuglia. Avviate immediatamente le indagini, gli investigatori del commissariato di polizia hanno raccolto la testimonia di alcuni testimoni i quali avrebbero dato delle informazioni utili all’individuazione dell’aggressore che sino a ieri sera non era stato ancora assicurato alla giustizia.

Intanto le condizioni del ferito si sono complicate costringendo i sanitari del pronto soccorso, dopo un consulto avuto con i chirurghi e i rianimatori, a trasferire il paziente nella chirurgia dell’ospedale Santissima Annunziata di Taranto.

Intanto sono subito iniziate le ricerche del sospettato che deve rispondere di tentato omicidio. Dalle poche notizie raccolte non è stato possibile risalire al motivo del diverbio. La presenza di rumeni a Manduria è molto diffusa. Le donne occupano prevalentemente attività di assistenza agli anziani mentre gli uomini svolgono lavori nei campi. Il quarantaduenne ferito lavora alle dipendenze di un’azienda agricola del posto.


Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.
stai rispondendo a

COMMENTA

1 commento

Tutte le news
La Redazione - oggi, ven 12 agosto

Quando andrà in funzione il nuovo depuratore di Manduria e Sava, ancora in fase di completamento nella marina di Specchiarica confine Urmo-Belsito ...

Tutte le news
La Redazione - oggi, ven 12 agosto

Dopo le sedie e lo stendino per occupare il posto auto davanti casa, da San Pietro in Bevagna arriva un'altra ...

Tutte le news
La Redazione - oggi, ven 12 agosto

Si terranno oggi pomeriggio alle 17,00 i funerali di Guido Prudenzano, lo sfortunato metalmeccanico di 53 anni originario di Sava ma residente ...

Tutte le news
La Redazione - oggi, ven 12 agosto

Manca pochissimo alla Festa del giornale dedicata “alle libertà, tutte” di sabato 20 agosto al Parco Malorgio ...

Tutte le news
La Redazione - oggi, ven 12 agosto

Un vino Primitivo prodotto e imbottigliato dalle Cantine due Palme di Cellino San Marco si chiamerà “Le radici ca tieni”. ...

Troppe alghe, il sindaco chiude la spiaggetta libera di Colimena. "pericolosa"
La Redazione - ven 5 agosto

Dopo il fiume Chidro, il sindaco di Manduria, Gregorio Pecoraro, ha vietato la balneazione e l’accesso alla spiaggetta del porto naturale di Torre Colimena perché  per circa 300 metri è interessata ...

Scontro con la moto,  muore nelle Marche giovane manduriano
La Redazione - sab 6 agosto

Un altro lutto ha colpito una famiglia di manduriani che vive nelle Marche e he ha perso il figlio 24enne vittima di un incidente stradale. Enrico Pichierri, questo il suo nome, operaio di un mobilificio di Chiesanuova di Treia, in provincia ...

Dramma a Uggiano che saluta il suo Guido
La Redazione - sab 6 agosto

Abitava da anni a Uggiano Montefusco ed era originario di Sava l’operaio di 53 anni che ha perso la vita ieri mattina per un fatale incidente sul lavoro avvenuto nell’impresa metalmeccanica di Taranto di cui era dipendente da diversi anni. Guido Prudenzano, ...