Politica

«Mentre al Giannuzzi si chiude per il Covid, a Martina si riapre»

A sollevare il problema sono i consiglieri comunali di opposizione, Domenico Sammarco e Mimmo Breccia che mettono in risalto la differenza di trattamento nei due territori

Politica
Manduria venerdì 02 aprile 2021
di La Redazione
Pecoraro - Sammarco - Breccia
Pecoraro - Sammarco - Breccia © La Voce di Manduria

«A Manduria si chiudono “temporaneamente” i reparti per l’emergenza Covid e all’ospedale di Martina si aprono nuovi servizi». A sollevare il problema sono i consiglieri comunali di opposizione, Domenico Sammarco e Mimmo Breccia che mettono in risalto la differenza di trattamento nei due territori.

I due politici si riferiscono alla riapertura prevista oggi dell’ambulatorio di oncologia dell’ospedale della Valle d’Itria che dopo la chiusura per Covid è tornato ad essere operativo. «Mentre i nostri malati oncologici li abbiamo spediti a Francavilla Fontana», fa notare Breccia che punta il dito sulla guida della città. «L’ho già detto e lo ripeto: chi amministra il territorio è inadeguato perché è distante anni luce dai veri bisogni della gente e si perde dietro argomenti fatui e inutili fregandosene di chi soffre per fame e, come in questo caso, per malattia».
Il capogruppo dei Progressiti, Sammarco, fa un’analisi che mette in risalto lo scarso «peso specifico» dell’amministrazione Pecoraro nelle decisioni prese dall’alto. 


«Mentre a Martina aprono gli ambulatori – afferma  - a Manduria chiudono interi reparti, con la scusa del termine "provvisorio" che contiene in sè anche qualcosa che sa di beffa per i manduriani e per tutti coloro del comprensorio sanitario che dovranno, nella migliore delle ipotesi, percorrere cinquanta chilometri prima di avere accesso, anche nelle urgenze, alle cure necessarie. Con buona pace del nostro sindaco Pecoraro – sottolinea Sammarco - che crede "agli asini che volano" delle vacue promesse dell'Asl di Taranto di far tornare il nostro ospedale di primo livello, quando la stessa direttrice del nosocomio manduriano, dottoressa Pandiani ha messo per iscritto giustappunto il contrario».

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Marco Mazza Santomartino ha scritto il 02 aprile 2021 alle 20:38 :

    Vedere smantellare pezzo dopo pezzo un servizio essenziale come quello.ospedaliero, mi rattrista. Se evidentemente il peso specifico del politico martinese è di gran lunga superiore a quello di quello manduriano, il cittadino che avrebbe gli stessi diritti , si trova costretto a veri viaggi della speranza ,verso il Ss. Annunziata , sperando che quei 40 minuti non gli siano fatali.😤😤😤 Rispondi a Marco Mazza Santomartino

  • Enzo ha scritto il 02 aprile 2021 alle 19:48 :

    POVERA MARIANNA GIANNUZZI! Come è noto a tutti, soprattutto ai manduriani, il nome della nobildonna che nel 1715, non avendo eredi, donò molte delle sue proprietà alle opere pie tra cui l'ospedale di Manduria. SICURAMENTE, adesso SI STA RIVOLTANDO nella tomba ⚰️ ...sempre GRAZIE ai nostri POLITICI !! Rispondi a Enzo

  • Egidio Pertoso ha scritto il 02 aprile 2021 alle 14:59 :

    Solo un generale puo' risolvere il nostro dramma. Uno che ha studiato di emergenze come le guerre, saprebbe piantare tende ospedaliere dove trasportare i contaminati: a cosa servono le spese militari altrimenti ? E si ripristini il nostro ospedale che se, toccandoci, dovessimo aver bisogno, dove andremmo ? Rispondi a Egidio Pertoso

  • Leonardo Parisi ha scritto il 02 aprile 2021 alle 12:29 :

    Forse qui a Manduria i reparti chiudono perchè i contagi aumentano di giorno in giorno??? Una domanda banale come questa forse se la potrebbero porre!!! Rispondi a Leonardo Parisi

    Gregorio ha scritto il 02 aprile 2021 alle 22:38 :

    Sig. Leonardo Lei ha pienamente ragione! Approfitto e, ti faccio una domanda: Ma un cittadino, come prima EMERGENZA, dove deve andare? IN CALABRIA ? Rispondi a Gregorio

  • Giorgio ha scritto il 02 aprile 2021 alle 07:49 :

    Martina fa parte della VALLE D'ITRIA, mentre MANDURIA è sotto dominio DEI BERSAGLIERI(EPOCA DI PAPPAGONE) Rispondi a Giorgio

    Marco miceli ha scritto il 02 aprile 2021 alle 16:42 :

    Possiamo scrivere tutti i commenti che vogliamo; esporre le nostre idee e puttanate varie.....ma se non si scende in piazza tutti insieme ma proprio tutti la nostra Manduria è destinata a morire....e pure i manduriani....che ne dite se fissiamo una data e scendiamo in migliaia in piazza ? Qualcuno se ne accorgerà...girate questo msg al consigliere breccia e magari lui che ci tiene a Manduria può organizzare il tutto? Che ne dite manduriani? Usciamo fuori le palle una volta per tutte senza scrivere commenti e nasconderci... breccia aspettiamo una tua risposta per un maxi sciopero ad oltranza creando disagi e facendo casino vero.....forzaaaaaa Rispondi a Marco miceli