Riunione ieri sera con i tecnici

«Esiste una soluzione “D” al depuratore consortile Sava Manduria»

Poche le indiscrezioni filtrate in merito alla nuova proposta di prossima ufficializzazione. Si sa solo che il sito è...

Locali
Manduria sabato 19 gennaio 2019
di La Redazione
Il gruppo di lavoro
Il gruppo di lavoro © La Voce

Esiste una soluzione “D” al depuratore consortile Sava Manduria che la Regione Puglia e l’Acquedotto pugliese vogliono realizzare sulla costa in zona Urmo-Specchiarica contro il volere delle popolazioni. L’avrebbero individuata i tecnici dell’amministrazione comunale di Avetrana con il supporto di alcuni movimenti ambientalisti di Manduria. La proposta, ancora top-secret, sarà comunicata la prossima settimana al presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, grazie all’interessamento del consigliere regionale manduriano, Luigi Morgante che si farà carico di fissare l’appuntamento del nuovo tavolo tecnico promesso un mese fa.

Poche le indiscrezioni filtrate in merito alla nuova proposta di prossima ufficializzazione. Si sa solo che il sito è a circa cinque chilometri dalla costa, che non prevede nessuno scarico a mare e che non collide con nessun interesse privato-imprenditoriale né con vincoli di natura paesaggistica o altro. Insomma, l’uovo di Colombo che si attende da anni e che potrebbe mettere d’accordo davvero tutti, compreso il sindaco di Sava, Dario Iaia, impaziente di risolvere la questione ambientale che attanaglia la sua comunità priva di allaccio fognario.

La soluzione «D» è stata perfezionata ieri sera dal gruppo di lavoro che si è riunito nella sede del «Movimento Manduria Noscia» composto dai due tecnici, il geologo Giuseppe Masillo e l’ex geometra comunale di Manduria, Giuseppe Coco, dal sindaco e vicesindaco di Avetrana, Antonio Minò e Alessandro Scarciglia, dal leader del movimento padrone di casa, Mimmo Breccia e dal consigliere regionale Luigi Morgante. N.Din.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • sergio di sipio ha scritto il 19 gennaio 2019 alle 07:31 :

    Sono certo che durante la prossima riunione tutti avranno in mano una bacchetta magica e canteranno in coro la famosa canzone di Walt Disnay. Ma sognare costa poco. Il mio ricorrente tutte le notti è che qualcuno mi bussa alla porta annunciando l'arrivo dell'acqua potabile per Torre Colimena. Rispondi a sergio di sipio

    Joe ha scritto il 20 gennaio 2019 alle 15:29 :

    ....qui (Urmo) purtroppo nessuno bussa e dice, l'illuminazione stradale va dopo tre anni di nuovo..... Rispondi a Joe