Necrologio

Manduria in lutto per la perdita di una donna straordinaria. Il ricordo di un amico

Manduria aveva bisogno di persone come lei. La ricordiamo con le parole di uno dei suoi amici più intimi con cui ha vissuto gli ultimi giorni.

Locali
Manduria martedì 08 gennaio 2019
di La Redazione
Antonella Giulia Pizzaleo
Antonella Giulia Pizzaleo © La Voce di Manduria

E’ morta a Roma dove lavorava la manduriana Antonella Giulia Pizzaleo, 44 anni, dirigente della Regione Lazio dove ricopriva il ruolo di Responsabile Agenda Digitale e Internet Governance. Sempre per la Regione Lazio ha gestito i sistemi informativi e la rete dell’innovazione tecnologica. Tra i suoi numerosi incarichi di prestigio quello di ricercatrice del Cnr per un progetto sull’assistenza tecnico-scientifica sempre sul tema della Internet Governance e, ancora, per la Presidenza del Consiglio dei Ministri, quello di esperto di comunicazione pubblica per la progettazione delle attività dei gemellaggi e scambio di buone pratiche tra le pubbliche amministrazioni per il POAT in tema di innovazione digitale e e-government (Programma Operativo Nazionale "Governance e Assistenza Tecnica"). E’ stata Consigliere scientifico per il Sottosegretario di Stato per le Riforme e Innovazioni nella Pubblica Amministrazione Sen. Beatrice Magnolfi nella XV legislatura per conto del Ministero della Pubblica amministrazione e l’innovazione tecnologica; professore a contratto all’Università “Sapienza” – Facoltà di Architettura Valle Giulia e tanto altro ancora. Manduria, la sua città dalla quale si era allontanata solo fisicamente ma dove ci tornava ogni volta che poteva, perde una donna di somma cultura e intelligenza. Ad ucciderla è stato un tumore contro il quale ha combattuto con fierezza e coraggio sino alla fine.

Manduria aveva bisogno di persone come lei. La ricordiamo con le parole di uno dei suoi amici più intimi con cui ha vissuto gli ultimi giorni.


Ciao mio Fiore bello. Porterò nel mio Album "speciale" tutte le tue foto fra le tante per ricordarti agli amici. Ho scelto queste due, il "resto" me lo tengo stretto tutto come l'ultimo abbraccio. In Viale della Primavera / Primavera sia per te adesso, senza più dolori, senza più affanni. Rimarrai il "mio Fiore" e l'acqua saranno i ricordi i nostri abbracci, le nostre passeggiate nelle stradine del Centro Storico di Manduria e in quello di Roma. Ciao Fiore, ti piacevano i miei colori a me piacevano i tuoi sorrisi. Ti porterò nel mio cuore Antonella e nei miei affetti. ciao bel Fiore, ciao Antonella Giulia. Toto Dinoi
Lascia il tuo commento
commenti