Domenica, 2 Ottobre 2022

Giudiziaria

Il giudice delle indagini preliminari, Rita Romano, ha accolto la richiesta presentata dai rispettivi difensori, gli avvocati Davide Parlatano e Lorenzo Bullo

Tutti gli orfanelli fuori dal carcere

Bulli Bulli | © Google

Anche gli ultimi due «orfanelli» manduriani che erano rinchiusi nel minorile di Bari hanno lasciato il carcere. Il giudice delle indagini preliminari, Rita Romano, ha accolto la richiesta presentata dai rispettivi difensori, gli avvocati Davide Parlatano e Lorenzo Bullo, permettendo così la misura cautelare alternativa al carcere. Da ieri i due minori che erano quelli maggiormente gravati dai reati sono affidati agli educatori di una comunità di recupero per minorenni.

Arrestati nel primo blitz della polizia scattato all’alba del 30 aprile scorso, i due indagati devono rispondere di tutti i reati contestati a vario titolo agli altri. Non solo. Sono anche quelli che rispondono dei comportamenti più pesanti e insopportabili. Uno dei due è quello che nel video propone con l’inganno la pace al pensionato Antonio Cosimo Stano che invece della stretta di mano viene raggiunto da un ceffone in pieno volto che lo fa vacillare. È sempre lui, inoltre, quello che a scuola fa vedere il video di questa «bravata» alla sua professoressa che lo denuncerà ai servizi sociali. L’altro minore che ieri ha lasciato il carcere è invece quello accusato di essere il regista e l’autore materiale dei video che riprendono le scene di violenza che vengono poi diffusi sui gruppi WhatsApp.

Ad indagini concluse, si attende ora la decisione dei giudici che dovranno decidere la richiesta di rito abbreviato presentato dalle difese condizionato al deposito di una controperizia medico legale affidata a Rosario Sacco, specialista in chirurgia generale, già ordinario di Clinica chirurgica all’Università Magna Grecia di Catanzaro e dal dottor Massimo Brunetti, specialista in medicina legale e delle assicurazioni.


Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.
stai rispondendo a

COMMENTA

1 commento

  • D. G.
    mer 7 agosto 2019 02:09 rispondi a D. G.

    Un applauso alla magistratura...tanto caos per poi? Lasciare liberi... Questi animali? No vabbè... Disgustata è dir poco... Intanto quel povero cristo nn c'è più...

Tutte le news
La Redazione - oggi, dom 2 ottobre

Con una recente sentenza il Giudice di Pace di Lecce ha accolto il ricorso di un automobilista manduriano che si era visto contestare ...

Tutte le news
La Redazione - sab 1 ottobre

Lei di Manduria, lui di Torricella. Teresa Dimonopoli e Yari Motolese sono i loro nomi e questa sera ...

Tutte le news
La Redazione - sab 1 ottobre

I vigili urbani di Manduria hanno circoscritto con il nastro un tratto di marciapiede di via Salvatore Gigli per impedire il passaggio pedonale ...

Tutte le news Tutte le news
La Redazione - sab 1 ottobre

Il sindaco di Manduria, Gregorio Pecoraro, ha pubblicato ieri sul suo profilo Facebook il video della polizia locale che riprende le scene di 8 “sporcaccioni” ...

Tutte le news
La Redazione - sab 1 ottobre

Il Comune di Manduria è chiamato ad esprimersi sulla realizzazione di un mega impianto fotovoltaico di circa 30 ettari ...

Chiedeva 25mila euro al giornalista che aveva fatto il suo dovere, il giudice: diritto di cronaca
La Redazione - sab 7 maggio

Il presunto “falso cieco” aveva chiesto 25mila euro al giornalista che aveva dato notizia ma il Tribunale respinge la richiesta: “è stato giusto diritto di cronaca” ...

Inchiesta antidroga Chidro, per due manduriani si rifarà l’appello
La Redazione - ven 13 maggio

Continua a perdere sostanza, in termini di pene da pagare, la grande inchiesta sul traffico di droga che girava nelle marne di Manduria, culminata con il blitz della polizia che nel 2013 portò in carcere dodici presunti spacciatori ...

Assolto imprenditore manduriano dopo 8 anni alla sbarra
La Redazione - sab 14 maggio

Un imprenditore manduriano di 40 anni, F. T. le sue iniziali, è stato assolto dopo essere stato indagato per presunti maltrattamenti nei confronti della sua convivente, E. O. , di 36 anni, che nel 2014 lo aveva lasciato dopo circa 8 anni ...