Martedì, 27 Febbraio 2024

Giudiziaria

Era stato arrestato due mesi fa

Torture e privazioni alla compagna, manduriano condannato a 4 anni e 10 mesi

Violenza sulle donne Violenza sulle donne

Tortura, sequestro di persona, rapina, lesioni personali e persecuzione della donna con cui conviveva. Di questi reati è stato ritenuto colpevole G.M., un manduriano di 44 anni condannato a 4 anni e 10 mesi di carcere. La pena gli è stata inflitta ieri dal giudice delle udienze preliminari, Francesco Maccagnano al termine del processo svolto con il rito abbreviato. L’uomo che è stato difeso dall’avvocato Lorenzo Bullo, era stato arrestato ad ottobre scorso dopo la denuncia della sua compagna che agli agenti della polizia di Stato del locale commissariato aveva raccontato di essere stata sequestrata in casa per circa un’ora e mezza dall’imputato che l’aveva picchiata con schiaffi in pieno volto e sulle orecchie e sferrato calci sui fianchi.

Quello denunciato dalla donna, anche lei manduriana, sarebbe stato uno dei tanti episodi di violenza subiti dal compagno prima di decidere di raccontare tutto alla polizia. Per questo il 44enne con precedenti di violenze su un'altra donna, era stato arrestato su ordine del gip Benedetto Ruberto che aveva accolto la richiesta del pubblico ministero Francesco Ciardo.

Nel corso del processo concluso ieri con la condanna (il pubblico ministero Natale aveva chiesto 8 anni di reclusione), sono emersi i particolari dei racconti dettagliati della donna con la quale l’indagato aveva intrapreso una relazione sentimentale complicata. Una convivenza turbolenta durata pochi mesi sino all’ultimo episodio in cui la vittima sarebbe stata sequestrata dall’uomo che ospitava in casa non avendo quest’ultimo una fissa dimora.  

Dalle deposizioni della giovane l’uomo le avrebbe impedito di lasciare l’appartamento strappandole i vestiti, schiaffeggiandola fino a stordirla, strappandole ciocche di capelli, insultandola e minacciandola di morte. Particolarmente inquietante un particolare raccontato nella denuncia che sarebbe avvenuto in quegli interminabili minuti di sequestrata in casa.  A suo dire, il 44 enne con un coltello si sarebbe procurato un taglio sul palmo di una mano per farla sanguinare e imbrattare con il sangue il viso e gli occhi della donna. Quella ferita, ha raccontato sempre la donna, sarebbe servita al suo aggressore per accusarla di essere stata lei a ferirlo e farla così passare da vittima a carnefice. 

La stessa sera dell’aggressione denunciata, una pattuglia della polizia di Stato del locale commissariato si era recata a casa della coppia allertata dai vicini preoccupati dalle urla che provenivano dall’appartamento. In effetti gli agenti sorprendevano i due al culmine di una violenta lite e con la donna che presentava un graffio sulla fronte ma che si rifiutava di presentare denuncia. Cosa che ha poi fatto dopo l’ultimo episodio in cui ha avuto paura di morire. A sua difesa l’imputato ha smentito ogni cosa dicendosi a sua volta vittima di violenze.

Vuoi commentare la notizia? Scorri la pagina giù per lasciare un tuo commento.


© Tutto il materiale pubblicato all’interno del sito www.lavocdimanduria.it è da intendersi protetto da copyright. E’ vietata la copia anche parziale senza autorizzazione.


Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.
stai rispondendo a

COMMENTA

1 commento

  • Di noi marco
    sab 9 dicembre 2023 12:36 rispondi a Di noi marco

    Stranamente, nessuna/o , contesta la sentenza assurda Femmine e maschi, buoni solo nel protestare quando ci scappa il morto.

Tutte le news
La Redazione - lun 26 febbraio

La bara con Matteo Buccoliero, il 19enne savese morto ieri sera nell’incidente stradale in cui ha perso la vita anche la sua ...

Tutte le news
La Redazione - lun 26 febbraio

Terribile lutto per le due famiglie dei due giovanissimi morti ieri sera nell’incidente stradale avvenuto sulla provinciale che collega ...

Tutte le news
La Redazione - lun 26 febbraio

Opportunità e soluzioni dell’utilizzo dei droni in agricoltura: di questo si è discusso venerdì 23 febbraio, a Manduria, ...

Tutte le news
La Redazione - lun 26 febbraio

In occasione delle Giornate delle Donne del Vino il 2 Marzo presso le Cantine Soloperto a Manduria  si terrà l’evento “Donne, Vino, Cultura ...

Tutte le news
La Redazione - dom 25 febbraio

Due giovani di Sava e Latiano di 20 e 17 anni, hanno perso la vita questa sera, domenica 25 febbraio, in un incidente ...

Pena ridotta in appello per la baby gang di Sava
La Redazione - mer 20 dicembre 2023

La Corte dell’appello di Taranto ha ridotto la pena per due dei sei imputati savesi, tutti minorenni all’epoca dei fatti, coinvolti, nel 2019, nell’inchiesta sulle vessazioni, ingiurie e violenze ai danni di un 61enne del posto con disabilità ...

Riceve 110mila euro per una caduta, ora dovrà restituirli al comune
La Redazione - ven 29 dicembre 2023

Per il Tribunale di Taranto che lo ha giudicato, un manduriano di 51 anni, S. D. le sue iniziali, dovrà restituire al comune di Manduria ben 110mila euro che l’ente gli aveva versato nel 2015 quale risarcimento danni fisici ...

Torna a casa l'imprenditore arrestato per la droga nella bombola del gas
La Redazione - ven 5 gennaio

Ha lasciato il carcere ieri l’imprenditore manduriano di 50 anni, A. P. , arrestato due mesi fa perché trovato in possesso di una considerevole quantità di droga che nascondeva in una bombola del gas opportunamente ...