Martedì, 27 Febbraio 2024

Salento Puglia e mondo

Sulla lapide voglio lo scudetto del mio Reparto Mobile

Poliziotto muore di Covid, aveva fatto servizio nell'hotspot di Taranto con 33 migranti positivi

Candido Avezzu Candido Avezzu | © La Voce di Manduria

«Entro in terapia intensiva, sulla lapide lo scudetto del 2, grazie». Lo scorso 10 agosto aveva annunciato così sul suo profilo Facebook l’ggravamento dell’infezione da Covid che aveva contratto nell’hot spot di Taranto, con il toccante omaggio allo «scudetto del 2° Reparto Mobile» a cui apparteneva. Da quel reparto non è più uscito vivo. Candido Avezzu, 58 anni, è il poliziotto in forza al reparto Mobile di Padova trasferito in quello di Taranto lo scorso luglio per prestare servizio nell'hotspot dove arrivarono 300 migranti, 33 dei quali positivi al coronavirus. «L’importante è il green pass, per il resto andiamo al macello», è il commento di Fabio Conestà, segretario generale del sindacato autonomo di polizia, Mosap.

Le dichiarazioni del collega

«La morte, un’altra. Un altro collega ci lascia a causa di questo maledetto Covid. Era in forza al Reparto Mobile di Taranto e dal 13 al 23 luglio era in trasferta a Taranto, dove è stato impegnato presso l’hotspot che ospitava 300 migranti, 33 dei quali positivi. Denunciammo già all’epoca questa situazione e, a distanza di un mese, arrivano le terribili conseguenze: uno dei colleghi risultato positivo, ieri ci ha lasciato».

«Ci stringiamo alla famiglia del collega in questo momento di dolore – dice Conestà –. Questo dovrebbe essere il momento del silenzio e della preghiera, ma non possiamo tacere: ci impongono assurde regole come il green pass nelle mense e poi ci mandano al macello, in mezzo alla folla, negli hotspot, a contagiarci e a mettere a rischio le nostre famiglie oltre che i nostri colleghi. Non sappiamo se il collega fosse o meno vaccinato, ma al di là di ciò – conclude – non è ammissibile permettere sbarchi in modo incontrollato, in piena pandemia, dopo averci schedato con certificazione verde anche per un caffè seduti in un bar. Vergognoso, qualcuno dovrà assumersene le responsabilità».

Vuoi commentare la notizia? Scorri la pagina giù per lasciare un tuo commento.


© Tutto il materiale pubblicato all’interno del sito www.lavocdimanduria.it è da intendersi protetto da copyright. E’ vietata la copia anche parziale senza autorizzazione.


Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.
stai rispondendo a

COMMENTA

1 commento

  • Claudio Regini
    lun 30 agosto 2021 08:35 rispondi a Claudio Regini

    Onore a un Uomo che non svolgeva un lavoro, bensi viveva una passione. Io non lo conoscevo ma certe cose basta poco per capirle. Un abbraccio grande Candido. Claudio

Salento Puglia e mondo
La Redazione - lun 26 febbraio

Noi siamo la memoria che tramandiamo e la responsabilità che ci assumiamo. In tal senso si è svolta ieri l’apertura della ...

Salento Puglia e mondo
La Redazione - mer 21 febbraio

Drammatico incidente sulla pista Porsche di Nardò. Il bilancio è di un giovane motociclista deceduto a seguito dello schianto contro ...

Salento Puglia e mondo
La Redazione - mar 20 febbraio

Una bambina di 15 mesi è stata ricoverata nell'ospedale di Scorrano, in provincia di Lecce, dov'era stata ...

Salento Puglia e mondo
La Redazione - mar 20 febbraio

Il Presidente di Confindustria Taranto Salvatore Toma, il Presidente della sezione navalmeccanica e metalmeccanica Pasquale Di Napoli e il ...

Salento Puglia e mondo
La Redazione - mar 20 febbraio

Nella mattinata odierna le Fiamme Gialle ioniche hanno dato esecuzione a un’ordinanza, emessa dal G. I. P. del Tribunale per i Minorenni di Taranto ...

Droga nascosta nelle confezioni delle merendine
La Redazione - sab 20 gennaio

Nell’abitazione di un ventiseienne, nel quartiere Paolo IV, i carabinieri della sezione operativa della Compagnia di Taranto hanno trovato quella che si potrebbe definire come una vera e propria centrale dello spaccio. Nel corso della accurata ...

Neonata cardiopatica trasferita con un aereo da Taranto a Roma
La Redazione - lun 22 gennaio

Una neonata tarantina, affetta alla nascita da una gravissima patologia cardiaca, è stata trasportata d'urgenza con un aereo all'ospedale Bambin Gesù di Roma. Il trasporto della piccola, avvenuto nella notte tra sabato ...

Topo d'appartamento arrestato a Torre Santa Susanna
La Redazione - gio 25 gennaio

Nei giorni scorsi, a Torre Santa Susanna, i Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Francavilla Fontana hanno arrestato in flagranza di reato per il delitto di tentato furto un 22enne incensurato, il quale, dopo aver scavalcato ...