Domenica, 27 Novembre 2022

Salento Puglia e mondo

Sulla lapide voglio lo scudetto del mio Reparto Mobile

Poliziotto muore di Covid, aveva fatto servizio nell'hotspot di Taranto con 33 migranti positivi

Candido Avezzu Candido Avezzu | © La Voce di Manduria

«Entro in terapia intensiva, sulla lapide lo scudetto del 2, grazie». Lo scorso 10 agosto aveva annunciato così sul suo profilo Facebook l’ggravamento dell’infezione da Covid che aveva contratto nell’hot spot di Taranto, con il toccante omaggio allo «scudetto del 2° Reparto Mobile» a cui apparteneva. Da quel reparto non è più uscito vivo. Candido Avezzu, 58 anni, è il poliziotto in forza al reparto Mobile di Padova trasferito in quello di Taranto lo scorso luglio per prestare servizio nell'hotspot dove arrivarono 300 migranti, 33 dei quali positivi al coronavirus. «L’importante è il green pass, per il resto andiamo al macello», è il commento di Fabio Conestà, segretario generale del sindacato autonomo di polizia, Mosap.

Le dichiarazioni del collega

«La morte, un’altra. Un altro collega ci lascia a causa di questo maledetto Covid. Era in forza al Reparto Mobile di Taranto e dal 13 al 23 luglio era in trasferta a Taranto, dove è stato impegnato presso l’hotspot che ospitava 300 migranti, 33 dei quali positivi. Denunciammo già all’epoca questa situazione e, a distanza di un mese, arrivano le terribili conseguenze: uno dei colleghi risultato positivo, ieri ci ha lasciato».

«Ci stringiamo alla famiglia del collega in questo momento di dolore – dice Conestà –. Questo dovrebbe essere il momento del silenzio e della preghiera, ma non possiamo tacere: ci impongono assurde regole come il green pass nelle mense e poi ci mandano al macello, in mezzo alla folla, negli hotspot, a contagiarci e a mettere a rischio le nostre famiglie oltre che i nostri colleghi. Non sappiamo se il collega fosse o meno vaccinato, ma al di là di ciò – conclude – non è ammissibile permettere sbarchi in modo incontrollato, in piena pandemia, dopo averci schedato con certificazione verde anche per un caffè seduti in un bar. Vergognoso, qualcuno dovrà assumersene le responsabilità».


Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.
stai rispondendo a

COMMENTA

1 commento

  • Claudio Regini
    lun 30 agosto 2021 08:35 rispondi a Claudio Regini

    Onore a un Uomo che non svolgeva un lavoro, bensi viveva una passione. Io non lo conoscevo ma certe cose basta poco per capirle. Un abbraccio grande Candido. Claudio

Salento Puglia e mondo
La Redazione - oggi, dom 27 novembre

Non rendere disponibili su richiesta gli atti pubblici è reato. Lo ha capito il comandante ...

Salento Puglia e mondo
La Redazione - sab 26 novembre

I Carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Taranto hanno eseguito, nella giornata di ieri, una misura di prevenzione ...

Salento Puglia e mondo
La Redazione - ven 25 novembre

La Procura della Repubblica di Taranto ha aperto un fascicolo d’indagini sul concorso pubblico per 11 ispettori ...

Salento Puglia e mondo
La Redazione - gio 24 novembre

Questa mattina, a seguito di tempestiva attività di indagine coordinata dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Taranto, i Carabinieri ...

Salento Puglia e mondo
La Redazione - mer 23 novembre

A grandi passi verso il lungo Natale dei Tarantini. Taranto prova ad accendersi con le luci della festa,  ergendo a simbolo della speranza e della volontà ...

Assolta donna di Torricella era accusata di chiedere il pizzo alla badante
La Redazione - sab 19 novembre

Sei mesi di reclusione ai domiciliari e un anno di processo. Poi l'assoluzione dall'accusa principale di tentata estorsione e di danneggiamento. «Ora voglio giustizia», urla fuori dall'aula Monica Carpignano, ...

Premiati i vincitori dei concorsi dell'Istituto alberghiero di Maruggio-Pulsano
La Redazione - sab 19 novembre

Viva partecipazione, entusiasmo e commozione alla cerimonia di premiazione della II edizione dei concorsi Il gusto della vita e La scuola che vorresti tenutasi il 16 novembre 2022 presso l’I. P. S. S. E. O. A Mediterraneo ...

Porsche Carrera distrutta, conducente ferito non gravemente
La Redazione - dom 20 novembre

Forse l’asfalto reso viscido dalla pioggia la causa della perdita di aderenza di una Porsche Carrera che è andata a sbattere contro il guardrail sulla Brindisi-Lecce. E' successo questa sera intorno alle ore 17. ...