Domenica, 21 Luglio 2024

Ambiente

Ad una settimana dalla conclusione delle procedure di valutazione per l’ampliamento dell’impianto

Manduriambiente risponde al Comune: “gravi reponsabilità sui mancati espropri”

Manduriambiente Manduriambiente

«Persistenti omissioni del Comune che si concretizzano in una violazione del principio di correttezza e di buona azione amministrativa, nonché di buona fede nei confronti di Manduriambiente». È uno dei passaggi più significativi del documento che la società per azioni che gestisce la discarica comunale in contrada La Chianca a Manduria ha depositato alla conferenza di servizi del 18 gennaio scorso, chiamata a discutere ed eventualmente approvare l’ampliamento dell’impianto che ha raggiunto la sua capienza massima. In cinque pagine, l’amministratore della Spa, Luca Galimberti, replica punto per punto alle opposizioni del comune messapico, contrario all’ampliamento, che addebita all’impresa la mancata acquisizione di alcune aree della discarica, intestate ancora ai proprietari originari, ponendo così un freno all’approvazione del progetto.
«Si impone, per far chiarezza definitiva sulla questione, un riepilogo sul piano storico e giuridico della vicenda, così da smentire in via definitiva la posizione del Comune di Manduria», si legge nel documento che ripercorre la vicenda partendo dal 2001 quando l’allora dirigente dell’ufficio tecnico del comune dispose l’occupazione d’urgenza a favore dell’ente delle aree necessarie alla costruzione della piattaforma per il trattamento dei rifiuti solidi urbani. Per tre lotti, fa notare l’impresa, il comune avrebbe omesso di emettere il decreto definitivo di esproprio né avrebbe dato avvio ad un procedimento sanante «nonostante – scrive -, l’espresso invito formulato con nota del 14 dicembre 2021».
Proprio sulle responsabilità delle procedure di esproprio, la società emiliana ricorda che la stessa, in base agli obblighi concessori, aveva solo l’onere di mettere a disposizione le risorse economiche per il pagamento delle indennità espropriative, mentre le relative procedure amministrative «non potevano non essere ad esclusiva cura del comune, trattandosi di atti amministrativi autoritativi». A riprova di questo, fa ancora sapere Manduriambiente, «il Comune ha avviato, a mezzo dei propri uffici e a nome proprio, le procedure di esproprio (e, in particolare, mediante la fase dell’occupazione d’urgenza), salvo poi, inspiegabilmente, abbandonarle».

Ancora senza spiegazione, sostiene sempre la società, sarebbe il fatto che «mai alcuna richiesta di messa a disposizione di risorse finanziarie è pervenuta a tale titolo dal comune di Manduria, appunto perché quest’ultimo ha omesso di completare le opere ablative».
L’impresa, da parte sua, si sarebbe nel frattempo attivata «sua sponte», per cercare soluzioni alternative «andando ben oltre – si legge nel documento –, ai propri obblighi concessori e per spirito di leale e proficua collaborazione con il comune di Manduria». Il gestore degli impianti avrebbe perciò contatto i proprietari dei lotti con i quali sarebbero in corso trattative per l’acquisizione dei ben e il passaggio degli stessi nel patrimonio comunale.
Tutto questo è stato relazionato ai tecnici del comune di Manduria e al sindaco Gregorio Pecoraro, presenti alla conferenza di servizio del 18 gennaio che si è conclusa con il rinvio al 31 gennaio. Ultima data, quella, per chiudere le procedure del Provvedimento autorizzatorio unico regionale, Paur, che se accordato darà il via all’ampliamento della discarica che potrà incamerare altri 150mila metri cubi di rifiuti. Gli unici contrari, il cui parere non è vincolante, sono l’Arpa, la Asl e il comune messapico.    


 

Vuoi commentare la notizia? Scorri la pagina giù per lasciare un tuo commento.


© Tutto il materiale pubblicato all’interno del sito www.lavocdimanduria.it è da intendersi protetto da copyright. E’ vietata la copia anche parziale senza autorizzazione.


Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.
stai rispondendo a

COMMENTA

5 commenti

  • Gregorio
    mar 23 gennaio 22:43 rispondi a Gregorio

    Mi chiedo: L’amministrazione per il territorio inquinato; che PROVVEDIMENTI sta usando ⁉️

  • Pascali
    mar 23 gennaio 19:36 rispondi a Pascali

    Mi chiedo: L’amministrazione per il territorio inquinato; che PROVVEDIMENTI sta usando ⁉️

  • Pietro
    mar 23 gennaio 14:46 rispondi a Pietro

    Esimio Avvocato, però finora queste gravi carenze hanno fatto comodo a Manduria Ambiente, visto che la discarica la stanno riempendo come un uovo! Non si sono ancora riempiti di soldi i suoi clienti? Alla fine del contratto in corso, se ne devono andare da Manduria. Sono anni che ci stanno avvelenando! Perché a Manduria c'e tanta gente che muore o si ammala di tumore? E non ci venga a dire che le discariche non c'entrano niente. Ma con qualche altro principe del foro, andrà a finire che Manduria Ambiente chiederà pure un risarcimento danni contro il Comune, se non le faranno fare l'ampliamento. Ormai non ci meravigliamo più di niente!

  • Gregorio
    mar 23 gennaio 14:32 rispondi a Gregorio

    Ognuno ha fatto la sua parte, …certo che MANDURIAMBIENTE ha un po’ di arroganza !!

Tutte le news
La Redazione - oggi, dom 21 luglio

L’associazione Archeoclub Manduria risponde alle affermazioni del sindaco Gregorio Pecoraro secondo cui il progetto che prevede l’abbattimento ...

Tutte le news
La Redazione - sab 20 luglio

Arriva la risposta del sindaco Gregorio Pecoraro alla protesta organizzata dal Comitato Cittadino per Viale Mancini contro l’abbattimento ...

Tutte le news
La Redazione - sab 20 luglio

Atmosfere magiche che hanno sfiorato la sacralità hanno dominato il concerto di Rufus Wainwright ieri sera nella meravigliosa piazza San Giorgio ...

Tutte le news
La Redazione - sab 20 luglio

Ieri mattina due autovetture si sono scontrate all’incrocio tra la provinciale “Tarantina” e la strada che conduce alla marina di Borraco. ...

Tutte le news
La Redazione - sab 20 luglio

Dopo l’incendio doloso che cinque anni fa distrusse la sua umilissima casa, Cosimo Manduriano, da tutti a Manduria conosciuto ...

“No al depuratore sulla costa”, la speranza in due ricorsi al Tar
La Redazione - gio 8 febbraio

“Attendiamo la risposta del TAR che avrà un mese per prendere in esame la documentazione che abbiamo portato”. L’avvocato milanese Claudio Linzola ha da poco discusso in pubblica udienza al Tar della Puglia sezione ...

"Troppe discariche a Manduria", l'on De Palma interroga il ministro
La Redazione - sab 10 febbraio

“La Regione Puglia, nonostante i tanti pareri contrari degli altri enti, ha dato l’ok all’ampliamento della discarica di Manduria e noi siamo preoccupati per l’impatto che questa decisione potrebbe avere sulla ...

Quel mostro di plastica sulla spiaggia martoriata
La Redazione - sab 10 febbraio

Io che resto ancora basito allo spiccare del volo di un Fenicottero, che ancora chiudo gli occhi nell'ascoltare il vento tra le fronde del mirto, che mi sento come Robinson Crousue quando guardo il nostro bellissimo mare, io che mi commuovo alla ...