Domenica, 14 Agosto 2022

Giudiziaria

Per la vicenda del depuratore consortile

L’ex sindaco Massafra li aveva denunciati per diffamazione, il tribunale li assolve

 Roberto Massafra Roberto Massafra © La Voce di Manduria

L’ex sindaco di Manduria, Roberto Massafra, li aveva denunciato per diffamazione ma ieri il Tribunale di Taranto li ha assolti con la formula piena. Gli imputati sono Emanuele Micelli di Avetrana  e Simone De Valerio di Manduria. La presunta diffamazione era nata all’epoca in cui gli ambientalisti e il comune di Avetrana proposero lo spostamento del sito del depuratore consortile con l’accordo della Regione Puglia ma il parere contrario dell’allora amministrazione comunale di Manduria.

Assoluzione «perché il fatto non sussiste» per l’ex consigliere comunale di Avetrana ed ora assessore, Emanuele Micelli, che con il manduriano Simone De Valerio, era stato querelato dall’ex sindaco di Manduria, Roberto Massafra, perchè si sentiva diffamato. Difesi rispettivamente dall’avvocato Vincenzo Tarantino e dall’avvocato Cosimo Micera, i due avevano prima ricevuto un decreto penale di condanna contro il quale si erano opposti. Nell’udienza finale dell’altro ieri, la giudice della prima sezione penale del Tribunale di Taranto, Federica Furio, in composizione monocratica, li ha prosciolti entrambi con la formula piena. 

A provocare la reazione dell’allora primo cittadino di Manduria, era stata un’intervista che il consigliere Micelli aveva rilasciato ad un giornale locale sulla dibattutissima questione del depuratore consortile. Non ancora edificato, il periodo era quello in cui si discuteva sulla possibilità di spostare il sito più nell’entroterra allontanandolo dal mare e dalla zona residenziale di Avetrana. La Regione Puglia si diceva disposta allo spostamento, ma la proposta franò per l’opposizione del comune di Manduria che con una delibera di consiglio comunale bocciò l’alternativa. 
Nell’intervista che secondo il querelante offendeva la sua reputazione in qualità di sindaco, venivano richiamati presunti interessi del primo cittadino. In particolare, alla domanda del giornalista se ci fossero degli interessi economici dietro la scelta del sindaco di Manduria, nella sua qualità di amministratore del comune che aveva deliberato quell’atto, l’allora consigliere Micelli rispondeva: «Io posso dire che non ho mai visto queste cose, ma ora il dubbio viene; ci sono persone dentro questa vicenda – proseguiva – che continuano a sostenere le loro tesi per principio, per testardaggine, altri effettivamente per interesse». 

Già all’epoca, avendo appreso le intenzioni del sindaco Massafra di denunciarlo, Micelli dichiarò che non intendeva «minimamente dire che il sindaco di Manduria avesse interessi di qualsiasi tipo sulla questione Depuratore», che il suo era solo un «intervento politico» e che «qualora fossi a conoscenza di qualsiasi interesse illecito - sosteneva Micelli -, non esiterei a recarmi presso l'autorità competente per esporre denuncia». L’intervista finì su Facebook dove l’altro coimputato di Micelli, De Valerio, anche lui assolto, la commentò con frasi ritenute diffamanti da Massafra che lo denunciò.
N.Din.


Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.
stai rispondendo a

COMMENTA

3 commenti

  • giorgio sardelli
    gio 16 giugno 22:09 rispondi a giorgio sardelli

    son finiti i tempi belli? quando si vinceva facile! son tornati i tempi bui

  • Lorenzo
    gio 16 giugno 17:39 rispondi a Lorenzo

    Ai tempi vi erano Craxi con il cognato Sindaco di Milano. Hanno lasciato più danni loro che un esercito di cammelli. Nel piccolo... I cognati a volte tornano e ogni tanto fanno anche i filosofi dando consigli sul depuratore e dicendo chi ha sbagliato in passato. La verità è che il cane non mangia il cane. Opinioni

  • Alessandro
    gio 16 giugno 14:45 rispondi a Alessandro

    Praticamente il sig Massafra ha deciso con fermezza il destino della favolosa marina di lasciare il depuratore vicino le case e al mare...dio mio..ma chi lo voto? Stessa decisione fa il cognato attuale sindaco (senza offesa)regalando 5000mq di terreno all aqp x creare i buffer di .....all ingresso di San Pietro...ma gente qualificata x dirigere con diligenza un paese e possibile che a Manduria non ci sia??? Povero Paese..

Tutte le news
La Redazione - sab 13 agosto

Nuovo colpo di mercato del sodalizio presieduto da Giuseppe Vinci. Dopo una laboriosa trattativa, il direttore  sportivo ...

Tutte le news
La Redazione - sab 13 agosto

Fiamme nella notte a San Pietro in Bevagna dove un incendio di cui non si può escludere l’origine dolosa ha provocato danni ...

Tutte le news
La Redazione - sab 13 agosto

Quindi avevano ragione i commercianti del mercatino estivo confinati vicino alla pineta di San Pietro in Bevagna. Gli espositori patrocinati dalla giunta comunale ...

Tutte le news
La Redazione - sab 13 agosto

La piccola comunità di uggiano Montefusco e tante persone della vicina Sava, paese di origine ...

Tutte le news
La Redazione - sab 13 agosto

Il movimento dell’ex sindaco di Napoli Luigi De Magistris, “Unione Popolare”  a Manduria punta per la Camera ...

Confermata la condanna di due medici per la morte della 27enne Angela Valeria Lepore
La Redazione - gio 7 aprile

La Corte di Appello di Lecce, sezione distaccata di Taranto, ha confermato le condanne a un anno e 4 mesi di reclusione inflitte in primo grado, nel gennaio 2021, nei confronti dei due medici dell'ospedale ...

I progettista delle trincee drenanti alla Marina rinviato a giudizio a Brindisi
La Redazione - mer 20 aprile

Mentre Infuria la polemica per la volontà dell’amministrazione Pecoraro di togliere le castagne dal fuoco ad Acquedotto pugliese sul depuratore di Urmo-Specchiarica, regalando 60. 000 metri quadrati di area vincolata ...

Avevano manifestato contro l’opera di Aqp a Specchiarica, in 6 denunciati, sotto processo e assolti
La Redazione - gio 28 aprile

Erano stati denunciati in sei, cinque di Avetrana e uno di Manduria, perché l’8 marzo del 2017 avevano preso parte ad un presidio di protesta pacifica davanti al costruendo cantiere del depuratore ...