Mercoledì, 17 Aprile 2024

Salento Puglia e mondo

L'esplosivo è stato fatto brillare in una cava

Deteneva tritolo, una pistola con munizioni e reperti archeologici, un arresto a Sava

Il materiale sequestrato Il materiale sequestrato

I Carabinieri della Stazione di Maruggio coadiuvati dai colleghi della Stazione di Sava e dalla sezione operativa della Compagnia di Manduria hanno arrestato in flagranza di reato per presunta detenzione illegale di esplosivi e arma comune da sparo un 84enne di Sava.

I militari dell’Arma, nell’ambito dei servizi di controlli del territorio, durante una perquisizione a casa del pensionato hanno scoperto un vero e proprio arsenale.

In particolare, all’interno dell’autorimessa di pertinenza dell’abitazione, tra centinaia di oggetti accumulati nel corso di una vita, hanno trovato una pistola a tamburo con 82 proiettili di vario calibro, e munizionamento da guerra, e, nascosti all’interno di un vecchio distributore automatico di sigarette, circa 6,5 kg di esplosivo diviso in 3 sacchetti di plastica, comprensivo di due detonatori e di una miccia.

L’esplosivo, dopo un test speditivo è risultato essere verosimilmente tritolo, del tipo utilizzato nelle cave.

Per eliminare la situazione di reale pericolo palesatasi ai Carabinieri, i colleghi della Sezione Investigazioni Scientifica ne hanno repertato un piccolo campione, per ulteriori analisi di dettaglio, permettendo l’immediato intervento dei Carabinieri “Artificieri Antisabotaggio” del Reparto Operativo di Taranto i quali, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, per ragioni di sicurezza data la sua oggettiva pericolosità, hanno trasportato e fatto brillare all’interno di una cava della zona, tutto l’esplosivo, ripristinando la sicurezza per i cittadini.

Nel corso delle attività non è mancato un altro colpo di scena. L’attenzione dei Carabinieri è stata attratta da 5 grandi colli di anfora di terracotta - ben occultati, coperti dalle tipiche incrostazioni marine che si formano quando questi oggetti rimangono sul fondo del mare per molti anni. Da una prima analisi, infatti, i reperti sono risultati essere di presumibile interesse storico-culturale e saranno successivamente sottoposti ad un accurato esame di laboratorio per definirne l’origine e la datazione. 

L’anziano 84enne è stato arrestato e, fatta salva la sua presunzione di innocenza fino a sentenza definitiva, ultimate le formalità di rito, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria è stato condotto presso la propria abitazione agli arresti domiciliari in attesa dell’udienza di convalida. (Nota stampa dei carabinieri)

Vuoi commentare la notizia? Scorri la pagina giù per lasciare un tuo commento.


© Tutto il materiale pubblicato all’interno del sito www.lavocdimanduria.it è da intendersi protetto da copyright. E’ vietata la copia anche parziale senza autorizzazione.


Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.
stai rispondendo a

COMMENTA
Salento Puglia e mondo
La Redazione - mar 16 aprile

È arrivata ieri pomeriggio a San Marzano di San Giuseppe la salma di Mario Pisani, una delle sette vittime della strage della ...

Salento Puglia e mondo
La Redazione - mar 16 aprile

È di oltre 7. 000 euro il valore delle 182 banconote false sequestrate dal Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Taranto ...

Salento Puglia e mondo
La Redazione - sab 13 aprile

Terribile incidente tra auto e moto sulla SS7 nel territorio comunale di Palagiano provincia di Taranto. Sul posto intervenuti immediatamente la polizia locale ...

Salento Puglia e mondo
La Redazione - sab 13 aprile

Il Tribunale di Taranto ha riconosciuto il nesso di causalità tra la condotta dei sanitari dell’ospedale ...

Salento Puglia e mondo
La Redazione - sab 13 aprile

Nei giorni scorsi il Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Taranto ha eseguito una serie di interventi finalizzati a prevenire ...

Operaio savese incensurato con la droga nello zaino
La Redazione - dom 7 aprile

Un insospettabile incensurato savese di trent’anni è stato arrestato dai carabinieri della compagnia di Manduria perché trovato in possesso di circa 140 grammi di hashish e denaro contante. L’arresto è avvenuto intorno ...

Operaio di San Marzano di San Giuseppe muore folgorato sul cantiere della Regionale 8
La Redazione - mar 9 aprile

E' di San Marano di San Giuseppe l'operaio morto folgorato questa mattina mentre era al lavoro in un cantiere stradale sulla Taranto Avetrana, non lontano dalla periferia del capoluogo jonico. Angelo Cotugno, ...

Esplosione nella centrale elettrica Enel, nel bolognese: 4 morti e 3 feriti, bilanci provvisorio
La Redazione - mar 9 aprile

Un’esplosione si è verificata alla centrale idroelettrica Enel di Bargi, nel bacino di Suviana, nel bolognese. Il bilancio, purtroppo ancora provvisorio, è tragico: quattro morti, tre ...