Venerdì, 27 Maggio 2022

Giudiziaria

Per diffamazione nei confronti del primario del pronto soccorso di Manduria

Decreto penale per l'ex consigliere Giuseppe Turco ed altri 7: multa da 6mila euro

Giuseppe Turco Giuseppe Turco | © La Voce Di Manduria

Il gip del Tribunale di Taranto, Vilma Gilli, ha emesso un decreto penale di condanna per l'ex consigliere regionale Giuseppe Turco e di altre sette persone, tra le quali sua moglie. Il reato contestato è quello della diffamazione a mezzo stampa (in un caso attraverso i social, in altri mediante esposti firmati), nei confronti del primario del pronto soccorso dell'ospedale di Manduria, Francesco Turco, ora sindaco di Torricella. Gli 8 imputati sono stati condannati a pagare ognuno una multa di 6.000 euro che non vanno riconosciuti alla presunta parte offesa ma a favore delle casse dello Stato.

I fatti contestati risalgono al 2017 in occasione di un'intervista che il primario rilasciò ad un giornalista che seguiva il caso di un indigente ricoverato per le condizioni di abbandono in cui viveva nel comune di Torricella. Rispondendo alle domande del cronista che in seguito pubblicò il servizio sulla sua pagina Facebook, il medico inquadrò lo stato di salute dell'indigente chiamandolo con il solo nome di battesimo, senza indicare il cognome. Questo intervento fu ritenuto deontologicamente e professionalmente scorretto dagli imputati, tutti legati politicamente all'allora consigliere regionale, i quali avrebbero bersagliato il primario di rimproveri e di esposti indirizzati alla Asl per chiedere l'avvio di provvedimenti disciplinari. Oltre alla Asl, gli stessi esposti furono presentati anche all'Ordine provinciale dei medici. Nessuno degli uffici sollecitati avrebbe però intrapreso misure né azioni alcune, ritenendo evidentemente eccessive o superflue le accuse rivolte al medico che nel frattempo, sentendosi diffamato, aveva presentato querela.

Al termine delle indagini, il pm Rosalba Lopalco, ha chiesto e ottenuto la pena pecuniaria a carico della moglie di Giuseppe Turco «per aver offeso l'onore e la reputazione di Francesco Turco mediante la pubblicazione di un post, sulla propria pagina Facebook, dai contenuti offensivi e denigratori della sua figura professionale»; all'ex dirigente dell'ufficio tecnico del comune di Torricella, Egidio Caputo, agli ex assessori Leonardo Caputo, e Giovanni Meleleo, all'ex consigliere comunale, Cosimo Delli Ponti, all'ex consigliere regionale Giuseppe Turco e a due suoi sostenitori pm e gip contestano invece l'aver «offeso l'onore e la reputazione» del primario mediante la trasmissione di esposti indirizzati alla direzione della Asl «dal contenuto offensivo e denigratorio, accusandolo falsamente scrive il pm - di aver tenuto una condotta contraria alla deontologia professionale». Contro la decisione del gip, gli imputati potranno presentare opposizione.

Nazareno Dinoi sul Quotidiano di Taranto


Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.
stai rispondendo a

COMMENTA
Tutte le news
La Redazione - oggi, ven 27 maggio

Oggi pomeriggio si aprirà la nuova edizione della rassegna “Forum in Masseria”, nella Masseria “Li ...

Tutte le news
La Redazione - oggi, ven 27 maggio

...

Tutte le news
La Redazione - oggi, ven 27 maggio

Non ci stanno ad essere relegati ai controviali di via XX Settembre, a Manduria, e non in Piazza dove si svolge la festa di San Cosimo: a ...

Tutte le news
La Redazione - oggi, ven 27 maggio

Video e audio di Mimmo Breccia di La voce di Manduria ...

Tutte le news
La Redazione - oggi, ven 27 maggio

Manduriambiente non può più accogliere rifiuti perché la capienza è esaurita. La direzione dell’impianto ...

Lavori al vecchio municipio, la gara d’appalto al vaglio del Consiglio di Stato
La Redazione - mar 15 marzo

Dopodomani il Consiglio di Stato discute il ricorso presentato dall’imprenditore Salvatore Traetta in rappresentanza di un raggruppamento d’imprese che si oppone all’affidamento dei lavori di ristrutturazione ...

Assolti i tre fratelli licenziati dalla Igeco
La Redazione - gio 17 marzo

Nel 2015 la decisione della Igeco, che allora aveva in gestione l’appalto di raccolta rifiuti e pulizia spiagge, di licenziare tre dipendenti stagionali perché ritenuti improduttivi, generò la forte protesta dei lavoratori che rischiarono ...

Falsi attestati di Oss, 40 solo nel leccese, altri a Taranto e Brindisi
La Redazione - ven 18 marzo

Titoli professionali di Operatore socio sanitario con timbri falsi conseguiti al termine di corsi farsa pagati profumatamente. Su questa presunta truffa a capo della quale ci sarebbe un manduriano, indagano le tre procure salentine ...