Violazioni nell'attività d'impresa

Taranto: denunciati 34 datori di lavoro

Nel tarantino, sette imprese sospese in via cautelare, verificate le posizioni di 127 lavoratori, di cui 97 irregolari e 18 in nero. Comminate sanzioni amministrative e penali per un totale di quasi 761mila euro.

Salento Puglia e mondo
Manduria martedì 24 novembre 2020
di La Redazione
Carabinieri
Carabinieri © La Voce di Manduria

Nell’ambito dell’attività di controllo del territorio, i carabinieri di Taranto hanno segnalato 34 datori di lavoro per omesso aggiornamento della valutazione dei rischi rispetto alle misure di protezione e prevenzione in materia di contagio da Coronavirus.

Gli agenti hanno rilevato importanti violazioni nell’attività d’impresa delle aziende controllate in relazione al “protocollo condiviso di regolamentazione delle misure per il contrasto ed il contenimento della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro”. A queste contestazioni, si sono aggiunte altrettante violazioni - riconducibili allo stesso protocollo - previste e punite dal Testo Unico in materia di Salute e Sicurezza nei luoghi di lavoro.

Tra le irregolarità contestate e rilevate dai carabinieri, ci sono le omissioni della fornitura dei dispositivi di protezione individuale, dell’informazione e della formazione sui rischi aziendali in materia di contenimento e contrasto alla diffusione del virus e della sorveglianza sanitaria finalizzata a constatare l'idoneità dei lavoratori rispetto alle mansioni specifiche.

Ben sette le imprese sospese in via cautelare e 127 le posizioni dei lavoratori accertate: 97 sono risultate irregolari e 18 in nero. Le sanzioni amministrative e penali comminate dai carabinieri hanno raggiunto il totale complessivo di 760.600 euro.

Gianpiero D’amicis

Lascia il tuo commento
commenti