Tra i minori anche alcuno con disabilità

Carabinieri Forestali educano i bambini all'ambientalismo

Lezione a Sava

Salento Puglia e mondo
Manduria mercoledì 21 luglio 2021
di La Redazione
Carabinieri forestale
Carabinieri forestale © La Voce di Manduria

Militari della Stazione Carabinieri Forestale di Manduria hanno tenuto presso il parco “Sassi” un intervento didattico educativo rivolto a 22 bambini delle classi elementari e 8 disabili partecipanti al progetto “Outdoor Education Inclusivo”. L’attività è stata promossa ed organizzata dall’Associazione Disabili Insieme – A.D.I. Gli argomenti trattati hanno riguardato maggiormente la tutela dell’ambiente con particolare riferimento all’importanza delle piante, approfondendo anche visivamente alcune delle specie autoctone di macchia mediterranea presenti nel nostro areale, oltreché ad una sensibilizzazione del concetto di biodiversità ed all’importanza essenziale del regno vegetale per la sopravvivenza dell’intero ecosistema.

L’incontro ha visto i bambini interagire insieme agli adulti disabili coinvolti in giochi educativi nel riconoscimento dei materiali (carta, plastica e vetro) al fine di sensibilizzare la raccolta differenziata dei rifiuti in ambito familiare. A fine giornata sono stati donati a tutti i partecipanti dei piccoli gadget, calendari C.I.T.E.S. e alcuni segnalibro raffiguranti il fenicottero Rosa simbolo della “Riserva Regionale del Litorale Tarantino Orientale”.

Queste attività costituiscono uno degli obiettivi primari e di fondamentale importanza per i Carabinieri Forestali poiché con esse si vogliono sensibilizzare i giovani, a partire dai bambini, a mettere in atto comportamenti consapevoli tesi alla tutela dell’ambiente inteso non come un bene privato ma di tutta la comunità, al fine di porre rimedio alla noncuranza e all’indifferenza che minacciano il futuro del nostro pianeta.

Diffondere la cultura della legalità ambientale e far conoscere ai più giovani quelli che sono i rischi delle loro azioni è una delle sfide più importanti dell’Arma dei Carabinieri del nuovo decennio.

Lascia il tuo commento. (Quelli con indirizzo email falso non saranno pubblicati)
commenti