Previste forme flessibili

Scuole chiuse da lunedì, anche quelle dell'infanzia, per rischio Covid

Firmata l'ordinanza

Salento Puglia e mondo
Manduria sabato 20 febbraio 2021
di La Redazione
Scuole chiuse
Scuole chiuse © La Voce di Manduria

Scuole chiuse di ogni ordine e grado in Puglia, comprese le classi dell’infanzia, da lunedì prossimo sino al 5 marzo. Come da anticipazioni diffuse dagli organi di stampa e dai sindacati, il presidente Michele Emiliano ha firmato l’ordinanza che stabilisce la sospensione delle lezioni in presenza che devono essere sostituite con forme flessibili dell’attività didattica in modo che il 100% delle attività scolastiche sia svolto in modalità digitale integrata (DDI).

La decisione, spiega l’atto presidenziale, è stata a seguito delle segnalazioni del Dipartimento della salute della Regione Puglia che ravvisa «la necessità di adottare misure più restrittive in ambito regionale idonee a prevenire un repentino innalzamento della curva dei contagi, avendo attestato «un perdurare della elevata circolazione virale in tutta la popolazione e in particolare un maggiore tasso di contagio registrato nella popolazione scolastica rispetto alla popolazione generale nello stesso periodo, unite al rischio di incremento previsto dalla diffusione delle nuove varianti del virus (che in altre regioni ha già condotto ad un importante aumento di contagi nelle fasce di età scolari)».

L’ordinanza riserva comunque, sulla base della valutazione dell'autonomia scolastica, l’attività didattica in presenza agli alunni per l’uso di laboratori qualora sia previsto dall’ordinamento o per mantenere una relazione educativa che realizzi l’effettiva inclusione scolastica degli alunni con disabilità e con bisogni educativi speciali, garantendo comunque il collegamento on line con gli alunni della classe che sono in didattica digitale integrata. «È data facoltà alle Istituzioni Scolastiche – si legge nell’ordinanza - di ammettere in presenza gli alunni che, per ragioni non diversamente affrontabili, non abbiano la possibilità di partecipare alla didattica digitale integrata, purché, complessivamente, non venga superato il limite del 50% della popolazione scolastica per ogni singola classe o sezione d’infanzia».

Le istituzioni scolastiche dovranno comunicare ogni lunedì della settimana, all’Ufficio Scolastico Regionale e al Dipartimento della Salute, attraverso la procedura predisposta sulla piattaforma www.studioinpuglia.regione.puglia.it, il numero degli studenti e il numero del personale scolastico positivi al Covid-19 o in quarantena, nonché tutti i provvedimenti di sospensione dell’attività didattica adottati a causa dell’emergenza Covid.

Lascia il tuo commento. (Quelli con indirizzo email falso non saranno pubblicati)
commenti