In attesa del comunicato stampa

Clima disteso durante la riunione tra i sindaci del versante e i dirigenti dell’Asl tarantina

Nella sala consigliare del comune di Manduria insieme ai...

Politica
Manduria venerdì 20 novembre 2020
di La Redazione
Sala consigliare comune di Manduria
Sala consigliare comune di Manduria © La Voce

Nella sala consigliare del comune di Manduria insieme ai sindaci del versante orientale ed ai dirigenti Asl, presenti anche il sindaco di San Marzano, alcuni consiglieri manduriani e il primario del pronto soccorso.

I presenti erano pressoché gli stessi di sabato mattina, ma i toni questa volta sono stati assolutamente pacati e distesi. Merito anche delle rassicurazioni che i massimi dirigenti dell’Asl hanno condiviso con i sindaci che le avevano chieste. Il direttore generale Stefano Rossi però non ha nascosto la sua preoccupazione per l’avanzare dell’emergenza, ma ha assicurato l’impegno massimo. I dirigenti dell’Asl distrettuale hanno condiviso in toto questa posizione, anzi rassicurano sulla bontà e sulla celerità dell’operato.

Intanto, giungono importanti novità sulla questione tecniche sollevate sabato mattina dal sindaco Longo, soprattutto in relazione al personale: la Asl tarantina si sta impegnando affinché gli operatori dell’ospedale già attivi vengano integrati al più presto. Inoltre, martedì prossimo il direttore dell’Asl manduriana Gloria Saracino incontrerà i sindacati insieme al sindaco Pecoraro.

Importanti conferme anche sul versante USCA e medici dipartimentali: Asl già al lavoro per implementare la situazione.

Da chiarire anche la situazione del pronto soccorso del Giannuzzi: presente in platea anche il primario Francesco Turco che ha confermato che il pronto soccorso è attivo esclusivamente per le emergenze ed i codici rossi.

Limati i toni altissimi di sabato mattina quindi, l’assemblea è scivolata in maniera assolutamente serena e collaborativa. Le posizioni dei sindaci però restano pressoché invariate, i primi cittadini hanno già rivendicato un ruolo attivo nella gestione dell’emergenza. E c’è da scommettere che continueranno a farlo.

Gianpiero D'amicis

Lascia il tuo commento
commenti