la corsa per completare gli elenchi

Comunali, le liste: molto riempimento, parenti, qualche marcia indietro e candidati a loro insaputa

Una candidata della coalizione di Domenico Sammarco non sapeva di esserlo

Politica
Manduria lunedì 24 agosto 2020
di La Redazione
Liste
Liste © La Voce di Manduria

Sei aspiranti sindaci per Manduria, 24 liste che li appoggiano e 542 candidati. Molte liste incomplete che non hanno raggiunto il numero di 24, tanti parenti tra i nomi in lizza e due gialli.

Il primo riguarda la rinuncia del compositore Ferdinando Arnò dell’annunciata candidatura nella lista in appoggio a Gregorio Pecoraro (“motivi personalissimi”, lasciano intendere i protagonisti, che non intaccano l’amicizia tra i due).

Il secondo ha un carattere più particolare perché ha rischiato ( o rischia ancora) di finire a carte bollate. Si tratta della candidatura “fantasma” di una donna che si è trovata, a sua insaputa, tra i candidati di una lista che appoggia il candidato sindaco del centrosinistra, Domenico Sammarco. Come andrà a finire la vicenda non è dato sapere, di certo il suo nome non servirà a portare voti al candidato ma contribuirà comunque a mantenere la percentuale di quote rose tra i candidati.

Lascia il tuo commento. (Quelli con indirizzo email falso non saranno pubblicati)
commenti
I commenti degli utenti
  • Domenico ha scritto il 28 agosto 2020 alle 07:24 :

    Da nord a sud il prolifera la stessa casistica di cui, raramente, si è occupata la magistratura. Il problema è quindi do Sistema. Il "pacco" per i manduriani (ma estendererei agli italiani in genere) è confezionato per evitare l'applicazione di una Democrazia vera. Li "capernali" offrono la sensazione di poter scegliere e partecipare, di inseguire ideali o gli interessi personali (nu picca ti fatia, na raccumannazioni, l'acqua e la fogna, la luci alli strati, nu picca di bitumi...) ma, il fine ultimo è la conservazione del potere sul territorio, la frammentazione della Società, il trionfo di un egoismo del "futtacumpagni" e di "cinca rumani retu, rozzula". Il voto? Diamolo a chi non "spaccia" democrazia taroccata. Rispondi a Domenico

  • Domenico ha scritto il 25 agosto 2020 alle 08:09 :

    La democrazia al servizio della politica. Raccogliamo le firme per l'attribuzione del premio Nobel per l'inventore delle liste civiche e dei listini bloccati. Ex equo, naturalmente, con gli utilizzatori trasversali. Rispondi a Domenico

  • Marco ha scritto il 24 agosto 2020 alle 13:58 :

    24... Come le rose calcistiche 😂 Rispondi a Marco

  • Francesco ha scritto il 24 agosto 2020 alle 13:46 :

    Molto strana questa notizia, per candidarsi bisogna consegnare documenti personali, richiedere casellario giudiziario personalmente ecc. Se poi prima firmiamo è poi cambiamo idea è un'altra discorso. Rispondi a Francesco

  • Manduriano ha scritto il 24 agosto 2020 alle 12:46 :

    Tutto vero molta gente messa tanto per, gente messa da qualcuno perché deve fare vendetta contro qualcun’altro...., gente messa apposta per sostenere qualcuno dal quale ha avuto favori e quindi obbligato a sostenerlo a vita..... Essere dei burattini per altri è davvero vergognoso, mi chiedo ma la gente un po’ di orgoglio e dignità personale non ne ha? Questa è la realtà, con questi presupposti anche questa volta mi sembra difficile poter cambiare, come sempre tutto fumo..... fumo di paglia.... Rispondi a Manduriano

    Cricoriu ha scritto il 25 agosto 2020 alle 10:07 :

    Dignità, orgoglio? Bellissime parole ma tali rimangono. Le persone pur di ottenere quello a cui ambiscono si la mettono sotta li pieti e qualcuno disse... "il fine giustifica i mezzi". Il sistema italiano è fatto cosi, c'è poco da fare. Quello che a mio avviso si può e si deve fare è ESSERE ORGOGLIOSI DELLA NOSTRA MANDURIA con tutti i nostri difetti ma anche tanti pregi. Gli altri non sono "meju ti nui" ma valorizzano ciò che hanno. Rispondi a Cricoriu

    Ale ha scritto il 24 agosto 2020 alle 17:36 :

    Purtroppo con tante liste si può dire che ogni famiglia ha un candidato ,quindi sarà un voto non libero ,questo credo fatto a posta dai vecchi politici ,altrimenti sarebbe stato difficile uscire come vincente ,o come semplice consigliere Rispondi a Ale

    Francesco ha scritto il 24 agosto 2020 alle 21:30 :

    Giusto!!! Non cambierà niente, avremo sempre le solite faccine in consiglio comunale, naturalmente i Manduriani si lamenteranno come sempre Rispondi a Francesco

  • giorgio sardelli ha scritto il 24 agosto 2020 alle 12:30 :

    tanti che vogliono bene a Manduria! ma nessuno va di comune accordo con l'altro eppure è semplice c'è tanto da rifare e fare in questa città si può cominciare da dove si vuole ma tanti sono in disaccordo, sicuramente si dovrà aspettare alle ulteriori prossime elezioni con l speranza di vedere cose serie Rispondi a giorgio sardelli

    sergio di sipio ha scritto il 25 agosto 2020 alle 05:47 :

    Tanto per cominciare rilancio Acqua e Fogna per Manduria e quindi non solo per Torre Colimena.Richiesta per una vita da persone civili. Non mi voglio mettere in ginocchio ma ribadisco la necessità di unire tutte le donne e gli uomini di buona volontà. Lavarsi e bere acqua potabile senza dovercela portare in "groppa" farà bene a tutti. Rispondi a sergio di sipio