Cultura e formazione

Al Don Bosco il "mese della gentilezza"

Libriamoci ancora per un altro anno

Cultura
Manduria lunedì 30 novembre 2020
di La Redazione
Copertina
Copertina © La Voce di Manduria

Da alcuni anni l’Istituto comprensivo “Don Bosco” di Manduria partecipa all’iniziativa nazionale Libriamoci”, campagna rivolta alle scuole di ogni ordine e grado, promossa dal Ministero dei Beni Culturali e dell’Istruzione attraverso il Centro per il libro e la lettura. Il “Don Bosco” ha aderito alla settima edizione dal titolo “Positivi alla lettura” scegliendo il filone tematico “Contagiati dalla gentilezza”, anche in riferimento alla Giornata Mondiale della Gentilezza, celebrata il 13 novembre. Le classi quinte della Scuola Primaria in continuità con i ragazzi delle classi prime della Secondaria hanno dato il via al "mese della gentilezza", un progetto che attraverso una proposta di storie dedicate, invita i ragazzi a riflettere sul tema della gentilezza nella dimensione quotidiana e globale della loro socialità, affrontando i temi dell’inclusione, dell’accoglienza, della solidarietà, forze che permettono di superare qualsiasi diversità e pregiudizio, ma anche dell’amicizia disinteressata, del coraggio, del rispetto e della tutela dell’ambiente.

Animatrice delle letture e delle tante attività connesse è stata la professoressa Barbara Labruna, docente di Potenziamento musicale ed esperta di teatro per ragazzi che ha dato voce e corpo a libri quali “Il piccolo libro della gentilezza”, “Un meraviglioso mondo per Oliver” di Geronimo Stilton, “Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare” di Luis Sepulveda e “Verde Menta” di Elisabetta Jankovic.

Tanti, dunque, i motivi che hanno spinto i docenti dell’Istituto Comprensivo “Don Bosco” a parlare di gentilezza e a sperimentarla con i propri allievi, affinché questa diventi pratica quotidiana, una marcia in più in famiglia, a scuola, nella società, una “cura” verso se stessi e verso gli altri.

Lascia il tuo commento
commenti