Dodici giorni di guarigione per la ragazza

​Prima minaccia la barista poli l’aggredisce davanti alla polizia: arrestato

A quanto pare l’extracomunitario che è figlio di commercianti senegalesi da anni residenti a Manduria, si sarebbe presentato in commissariato con una scusa

Cronaca
Manduria sabato 19 settembre 2020
di La Redazione
Polizia
Polizia © La Voce

L’altro ieri l’aveva insultata e minacciata all’interno del «Bar Retrò» dove lavora, ieri ha fatto molto di più: si è presentato nei locali del commissariato di polizia dove la donna si era recata per denunciarlo e l’ha aggredita con violenza procurandole ferite guaribili in dodici giorni. È quanto accaduto ieri mattina sotto gli occhi increduli di alcuni testimoni e degli stessi agenti di polizia che sono intervenuti bloccando il venticinquenne di colore e arrestandolo con l’accusa di violenza privata, lesioni e resistenza a pubblico ufficiale. Oltre alla ragazza ferita, nella colluttazione è rimasto contuso anche il titolare del bar dove la ventenne aggredita lavora e un avvocato presente anche lui nella sala d’attesa del commissariato in cui è avvenuto il trambusto.

A quanto pare l’extracomunitario che è figlio di commercianti senegalesi da anni residenti a Manduria, si sarebbe presentato in commissariato con una scusa e appena ha avuto la possibilità si è avventato contro la ragazza scaraventandola a terra. Con lei è caduto anche il suo datore di lavoro che l’accompagnava. Un avvocato presente lì per caso che ha assistito alla scena, ha afferrato l’aggressore allontanandolo dalla sua vittima rimasta a terra terrorizzata. Sono quindi intervenuti gli agenti che hanno bloccato il senegalese. Dopo le formalità di rito, il giovane che il giorno prima se l’era cavata con una denuncia a piede libero, è stato arrestato.

La ventenne che è assistita dall’avvocato Gianfranco Gigli, è stata invece accompagnata al pronto soccorso dell’ospedale di Manduria dove è stata visitata e dimessa con una prognosi di dodici giorni per un trauma contusivo del dorso. Due settimane di guarigione anche per il titolare del bar coinvolto nella colluttazione. Trauma contusivo ad un polso anche per l’avvocato che è intervenuto per difendere la ragazza.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • nicola sacco ha scritto il 21 settembre 2020 alle 09:53 :

    Sicuramente è Tutta colpa di Salvini , probabilmente in Senegal è normale avventarsi su una ragazza e scaraventarla a terra Rispondi a nicola sacco

  • Charly ha scritto il 19 settembre 2020 alle 14:27 :

    Non scrivette cazzate vedo ora come sono giornalisti ed preparatevi ad una denuncia per diffamazzione callumnia diffuzione di falsi informazioni buggiardi senza figura mah non vi vergognate Rispondi a Charly

    betty ha scritto il 21 settembre 2020 alle 06:29 :

    saranno anche cazzate ma ti devi dare una calmata pure tu! Rispondi a betty

  • 166 ha scritto il 19 settembre 2020 alle 12:41 :

    si stanno montando la testa questi neonati... Rispondi a 166

  • Domenico ha scritto il 19 settembre 2020 alle 10:00 :

    La prima aggressione poteva essere un gesto d'impeto o di alterazione dell'autore; in questa seconda azione si intravedono capacità di premeditazione e di violenza senza inibizioni per il luogo in cui è accaduto l'episodio. O il ragazzo ha bisogno di cure o di essere rieducato adeguatamente. Speriamo che il magistrato tenga conto, comunque, della pericolosità del giovane e decida per la salvaguardia dei soggetti diventati obiettivo di rancore e vendetta. Rispondi a Domenico

    Roberto ha scritto il 21 settembre 2020 alle 06:04 :

    Dopo questo ennesimo caso di sopraffazione e di senso estremo di libertà, intesa come sopruso impunito, mi andrei a rileggere l'ingiusto articolo di questo giornale sulla visita a Manduria di Salvini. Ci vuole il senza "se' ed il senza "ma", caro Domenico, per ottenere la salvezza! La piazza di Manduria inneggiava Salvini, perché è un uomo determinato e di polso, attento come nessuno alla SICUREZZA italiana ( immigrazione, legittima difesa, ecc) Rispondi a Roberto

    betty ha scritto il 21 settembre 2020 alle 09:44 :

    ma sei serio? Rispondi a betty

    Charly ha scritto il 19 settembre 2020 alle 14:30 :

    Tu fatti cazzi di casa tua se non hai tutti informazioni stati zito non sparare cazzate Rispondi a Charly

    Leonello ha scritto il 20 settembre 2020 alle 16:46 :

    Credete di fare come volete, io vi avrei preso a calci nel c..o già da tempo, fate solo casino voi stranieri, invece ci vorrebbe la forca, a tanto fate come volete, siete coperti anche dai politici vhe vi fanno fare come volete. ANDATE FUORI DALLE PALLE, ITALIA AGLI ITALIANI, SIAMO STUFI DI TUTTI QUESTI STRANIERI CHE NON RISPETANO LE REGOLE Rispondi a Leonello

    betty ha scritto il 21 settembre 2020 alle 06:28 :

    io invece sono stufa di quelli che pensano come te... anche i manduriani si comportano allo stesso modo, fidati!

    763 ha scritto il 19 settembre 2020 alle 20:48 :

    A cuccia charly Rispondi a 763

  • Marco ha scritto il 19 settembre 2020 alle 07:07 :

    Cose mai viste... 🧟 Rispondi a Marco

    Franz ha scritto il 22 settembre 2020 alle 12:13 :

    Non è la prima volta che questo ragazzo aggredisce gente per futili motivi Rispondi a Franz