Frutta e cozze in cattivo stato di conservazione

Carabinieri nelle marine, lotta al commercio abusivo con multe e sequestro di merce

I carabinieri della stazione di Manduria hanno individuato e segnalato, alla locale autorità comunale, la condotta di quattro venditori di prodotti alimentari ortofrutticoli in San Pietro in Bevagna

Cronaca
Manduria domenica 21 luglio 2019
di La Redazione
Carabinieri nelle marine
Carabinieri nelle marine © La Voce di Manduria

I Carabinieri della Compagnia di Manduria, in collaborazione con il personale dell’A.S.L. di Taranto, nell’ambito del servizio straordinario di controllo sul territorio denominato “action day”, in questi giorni di intenso turismo estivo, stanno concentrando l’attenzione del dispositivo sulla litoranea salentina e nei comuni da essa interessati, al fine di prevenire e reprimere il più possibile la contraffazione e l’abusivismo commerciale.

In tale ambito, benché molti commercianti siano risultati in regola con la normativa, i Carabinieri della Stazione di Manduria hanno individuato e segnalato, alla locale Autorità Comunale, la condotta di quattro venditori di prodotti alimentari ortofrutticoli in San Pietro in Bevagna (TA), due dei quali privi delle autorizzazioni alla vendita ed all’occupazione del suolo pubblico, gli altri per irregolarità legate alla superficie di suolo pubblico occupata in violazione a quella concessa.

I Carabinieri della Stazione di Lizzano, invece, hanno deferito alla locale Procura della Repubblica, per il reato di vendita di alimenti in cattivo stato di conservazione, due venditori ambulanti di prodotti ittici, un 32enne ed un 24enne entrambi residenti a Lizzano. I due sono stati sorpresi sulla litoranea salentina, intenti a vendere prodotti ittici, senza le autorizzazioni previste ed in violazione della normativa sanitaria vigente.

La merce in loro possesso, oltre venti chili di prodotti ittici, è risultata ai primi accertamenti in cattivo stato di conservazione, tale da doverla sottoporre a sequestro e conferirla ad idonea ditta per lo smaltimento, così come disposto dal personale sanitario dell’A.S.L. di Taranto sul posto. (Nota stampa dei carabinieri)

Lascia il tuo commento
commenti
Le più commentate
Le più lette