Tamponamento per tutti

Il virus entra in municipio e contagia un dipendente

Il sindaco Gregorio Pecoraro ha già predisposto un’organizzazione di lavoro che sfrutti il più possibile il lavoro cosiddetto agile

Cronaca
Manduria mercoledì 31 marzo 2021
di La Redazione
Covid Manduria
Covid Manduria © La Voce di Manduria

Il coronavirus è entrato anche nelle stanze del municipio di Manduria infettando il primo dipendente dall’inizio della pandemia. Il contagiato è un responsabile di area che dopo aver presentato i sintomi ha eseguito il test risultato positivo. Ora il lavoratore e la sua famiglia si trovano in isolamento fiduciario domiciliare e presenterebbe già dei sintomi fortunatamente non gravi. Naturalmente tutto il personale che ha lavorato nello steso ufficio sta rispettando a sua volta un periodo di quarantena cautelativa in attesa di dettagliate prescrizioni da parte del Dipartimento di prevenzione della Asl.

Tra il personale in servizio in presenza c’è ora molta preoccupazione anche perché nessuno è in grado di sapere il periodo in cui il dipendente pubblico sarebbe stato inconsapevole vettore del virus. Fortunatamente molti impiegati erano già in ferie per il periodo pasquale e quelli che invece erano ancora in servizio hanno preferito assentarsi per evitare rischi.  Si assiste quindi ad una corsa al tampone non solo tra i lavoratori ma anche tra alcuni amministratori politici, soprattutto coloro i quali nei giorni scorsi hanno frequentato gli ambienti di lavoro del contagiato.

Il sindaco Gregorio Pecoraro ha già predisposto un’organizzazione di lavoro che sfrutti il più possibile il lavoro cosiddetto agile. Sistema impossibile per alcuni servizi essenziali per i quali è necessaria la presenza fisica dei funzionari. 
N.Din.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Giorgio ha scritto il 01 aprile 2021 alle 14:41 :

    Si è accertato da dove è entrato,, senza prenotazione!!!!!!!! 😂😂😂 Rispondi a Giorgio

  • Marco ha scritto il 31 marzo 2021 alle 16:01 :

    Lo stipendio va sudato... 🧟 Rispondi a Marco