Colazione all'aperto con focacce e olio d'oliva

Yari Carrisi con la nuova fidanzata Thea nel giardino di casa Malorgio

Giornata manduriana per il figlio di Al Bano e Romina con la nuova compagna

Attualità
Manduria giovedì 22 ottobre 2020
di La Redazione
Thea Crudi e Yari Carrisi a Manduria
Thea Crudi e Yari Carrisi a Manduria © La Voce di Manduria

Giornata manduriana per il figlio di Al Bano e Romina Power, Yari Carrisi, con la sua nuova fidanzata Thea Crudi, cantante ed esperta di meditazione. La giovane coppia è stata ospite degli imprenditori manduriani di olio, Malorgio.

Yari e Thea hanno fatto una colazione nel «Parco Messapico», incantevole giardino privato di proprietà della famiglia Malorgio che confina con l’omonimo Parco archeologico manduriano. A fare da padrona di casa è stata Mimma Lomartire, madre dei due titolari dell’impresa, Alessandro e Giammarco Malorgio. La donna ha offerto alla famosa coppia focacce ed altri prodotti tipici locali impreziositi con l’olio di casa. I due artisti, divertiti e a proprio agio, hanno offerto una breve esibizione canora estratta dallo spettacolo che stanno portando in giro in Italia.

Domenica scorsa la coppia è stata ospite di Mara Venier nello studio di «Domenica In» in compagnia di Romina Power. Yaris ha raccontato a «zia Mara» come si sono conosciuti lui e Thea. Anche Al Bano si era detto molto felice di vedere suo figlio innamorato e Romina ha detto che con la nuora ha un rapporto magnifico. A far conoscere i due sarebbe stata proprio la mamma che avrebbe convinto Yari ad incontrarla ad un concerto.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Marco ha scritto il 23 ottobre 2020 alle 18:13 :

    La pubblicità a noi utenti costa tanti gigs tutti i giorni. Azzoooo Rispondi a Marco

  • Domenico ha scritto il 23 ottobre 2020 alle 08:31 :

    E ce ama fari? Ce ama diciri? A sì: complimenti! Rispondi a Domenico

    Antonio malagnino ha scritto il 23 ottobre 2020 alle 14:24 :

    Ti pue stari puru cittu ci no sai ce a diciri Rispondi a Antonio malagnino

    Domenico ha scritto il 23 ottobre 2020 alle 17:49 :

    Ok. Ma tengo a precisare che il mio commento voleva essere un'annotazione critica verso la redazione. D'altronde La Voce deve soddisfare i gusti del vasto pubblico e la mia è stata, obiettivamente, una reazione istintiva di non amante della pubblicità celata nel gossip. Penso che questo ancora si possa fare, in alternativa al silenzio indifferente! Rispondi a Domenico