Nel piano regionale

​“Emiliano ci regala un’altra discarica” (sempre gestita da Manduriambiente)

"Con la complicità di Mino Borraccino"

Attualità
Manduria martedì 11 agosto 2020
di La Redazione
Manduriambiente
Manduriambiente © La Voce di Manduria

Michele Emiliano con la complicità di Mino Borraccino regala a Manduria un impianto di trattamento rifiuti da trentamila tonnellate. La notizia che non renderà felici i manduriani già sazi di rifiuti da mezza regione, la dà la consigliera regionale Francesca Franzoso che parla di «ultimo regalo del mandato di Emiliano».

L’esponente azzurra, attribuisce poi le colpe di tale scelta all’assessore regionale alle attività produttive, il pulsanese Borraccino, artefice, fa sapere Franzoso, dello spostamento a Manduria della discarica che in un primo momento era prevista nella sua Pulsano. «Borraccino che esulta per la cancellazione di Pulsano dalla mappa dei nuovi impianti – sottolinea la consigliera richiamando l’atto delle giunta regionale contenente il «regalo» ai manduriani - omette volutamente di dire che, nella stessa delibera, è annoverato un impianto di compostaggio a Manduria, già autorizzato nel precedente piano ma mai realizzato e ora finanziato dalla Regione».

Si tratterebbe di trentamila tonnellate aggiuntive, tra Forsu (frazione organica del rifiuto urbano) e stralci stradali, a Manduriambiente, impianto a biogas con discarica per l’indifferenziato, che ad oggi tratta solo “talquale”. Il nuovo mega impianto si troverebbe a pochi metri da Eden, un altro impianto di compostaggio già esistente a Manduria.

«Il risultato – spiega Franzoso - non potrà essere che il sovraccarico ambientale per i manduriani che già lamentano le forti emissioni odorigene in città. Eppure – aggiunge in una nota -, proprio durante la campagna contro l’impianto di compostaggio di Pulsano, Borraccino insisteva sul fatto che la provincia di Taranto fosse già autosufficiente per lo smaltimento della Forsu e non necessitasse di nuovi impianti».

Infatti, come scritto dalla stessa delibera di giunta regionale, Taranto è l’unica provincia con quattro impianti di compostaggio (Laterza, Ginosa, Taranto e Manduria) mentre ci sono interi territori, come Brindisi e tutto il Salento, che non ne hanno neanche uno. «Inoltre come si vede dal catasto impianti Ispra – prosegue l’analisi di Franzoso - oltre quelli di compostaggio (tra discariche, tmb ed end of waste), Taranto è la provincia con più impianti rifiuti di tutta la Puglia». E Manduria in questo fa da capolista.

La coordinatrice di Forza Italia torna sulle responsabilità di Borraccino. «La domanda sorge spontanea: tutte le obiezioni mosse dall’assessore contro l’impianto di compostaggio di Pulsano valevano solo per il suo paese o anche per i 28 restanti della provincia?».

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Domenico ha scritto il 11 agosto 2020 alle 19:46 :

    Ho scoperto che Emiliano si è, come si può dire, si è accoppiato col Corona Virus e, essendo stato "sbulacchiato" da Borracino, ha dovuto dargli Manduria in cambio di Pulsano... Morgante, Franzoso (e tanti altri ing., arch., avv. e faccendieri) sono appassionati di un'arma "letale": la monnezza! Si trovano a loro agio perché l'attribuiscono sempre agli altri. Lasciamoli crogiolare nell' habitat preferito. A noi dispiace che di tutte le loro battaglie e di tutti i loro... sforzi, rimane, ahinoi, la PUZZA! Rispondi a Domenico

  • Piero Saracino ha scritto il 11 agosto 2020 alle 14:56 :

    Ci vuole coraggio e faccia tosta ad organizzare a Manduria un comitato elettorale per Emiliano che ci ha regalato insieme a Vendola solo discariche, puzza, tumori, depuratore, senza parlare dell'ospedale. Spero che non si faccia più vedere a Manduria. Svegliati Manduria. Rispondi a Piero Saracino

  • Piero Saracino ha scritto il 11 agosto 2020 alle 14:23 :

    Ci vuole coraggio e faccia tosta ad organizzare a Manduria un comitato elettorale per Emiliano che ci ha regalato insieme a Vendola solo discariche, puzza, tumori, depuratore, senza parlare dell'ospedale. Spero che non si faccia più vedere a Manduria. Svegliatevi Manduria Rispondi a Piero Saracino

    Lorenzo ha scritto il 11 agosto 2020 alle 15:26 :

    Guai a pensare che una discarica arriva sul tuo territorio per connotazione politica. Si fa l'errore che i politici vogliono. Sui rifiuti è sempre e tutto trasversale. Sono le lobby che decidono e sammai i politici al limite scodinzolano. Qualcuno no, ma sono rari. Rispondi a Lorenzo

  • la francy ha scritto il 11 agosto 2020 alle 12:32 :

    Questo è semplicemente il frutto delle passate amministrazioni e non mi pare fossero di sinistra ......BENEDETTA IPOCRISIA E MEMORIA A CONVENIENZA ....QUANTO DANNO !!👮👮👮👮 Rispondi a la francy

  • Realtà ha scritto il 11 agosto 2020 alle 11:51 :

    E la signorina Franzoso come gli altri del territorio manduriano (e sapete chi sono) solo ora si svegliano dal sonno di questo ultimo mandato? Inoltre c e una coalizione alle elezioni a Manduria che non farà più di tanto per discariche e " puzza" per una serie di motivi che ormai si conoscono e che presto si diranno Rispondi a Realtà

  • Lucio Moscogiuri ha scritto il 11 agosto 2020 alle 11:40 :

    Io non seguo il caso in oggetto, per cui mi astengo dal commentare. Però una cosa è certa, possibile che su queste discariche non ci siano altre soluzioni diverse da quelle cui siamo abituati a vedere? Al di là del fatto che ben 4 stiano in provincia di Taranto. Rispondi a Lucio Moscogiuri

  • Manduriano ha scritto il 11 agosto 2020 alle 08:36 :

    Questo è ulteriore motivo per mandare a casa questo personaggio che a Manduria ha fatto solo danno. Purtroppo c’è chi ancora lo sostiene, povero schiocci..... fatevi prendere ancora per....... Speriamo di liberarci di questo personaggio davvero falso. Mi auguro che a Manduria prenda pochissimi voti dopo tutto il male che ha fatto alla nostra città. Rispondi a Manduriano

  • Lorenzo ha scritto il 11 agosto 2020 alle 06:58 :

    Nessuno regala. Semmai questo vuoto istituzionale dovuto solamente alla politica locale, quindi hai Manduriani, ligi a farsi lì... zi propri alla faccia dei concittadini, questo vuoto dà la possibilità di fare depuratori per i Savesi e ulteriori discariche regionali, senza che la politica e/o i futuri politici scendano in piazza. Siamo ad agosto e fino a San Gregorio, ci si riposa. Verrà tutto fuori in campagna elettorale, ovviamente quando è tardi, come al solito. Rispondi a Lorenzo

  • tarantino walter ha scritto il 11 agosto 2020 alle 06:25 :

    e i tre commissari cosa dicono-fanno , certo se ne fottono tanto tra poco andranno via e chi si è visto si e visto ma....peggio ancora la politica assente all regione a cui fa comodo che emiliano continui a tartassare manduria di rifiuti così i nostri assenti politicanti potranno fare campagna elettorale contro e...intanto manduria peggiora . grazie a tutti per il vostro disinteresse voluto o incapace Rispondi a tarantino walter

    Vito landi ha scritto il 11 agosto 2020 alle 17:17 :

    I consiglieri regionale del territorioVillantano il loro operato ma quale il loro ma non l'interesse del territorio grazie per il vostro impegno personale. Rispondi a Vito landi