Tempi stretti per le domande

Spiagge libere Covid free ai privati per 24 mila euro: pronto il bando

Il comune mette a disposizione dei futuri affidatari la somma di ventiquattromila euro, quattromila euro per ogni tratto di spiaggia

Attualità
Manduria mercoledì 01 luglio 2020
di La Redazione
Estate Covid
Estate Covid © La Voce di Manduria

Dopo la delibera con le linee guida, l’amministrazione straordinaria ha fatto pubblicare il bando che affida le spiagge libere ai privati. Ma i tempi per decidere sono molto stretti. Il Comune di Manduria ha pubblicato il bando per sondare la volontà di operatori economici interessati a gestire le spiagge libere nel rispetto delle nuove norme sul distanziamento sociale anti Covid-19. I lidi individuati sono quelli compresi nel tratto di costa tra la discesa di Via delle Acacie (zona Borraco) sino al fiume Chidro e l’intero tratto di spiaggia della Saline dei Monaci a Torre Colimena. Gli interessati dovranno dichiarare la propria disponibilità entro le ore 12 del 6 luglio. Il comune mette a disposizione dei futuri affidatari la somma di ventiquattromila euro, quattromila euro per ogni tratto di spiaggia avuto in affidamento. In cambio i gestori dovranno garantire l’assistenza gratuita ai bagnanti e vigilare sul rispetto dei comportamenti igienici previsti dalle ordinanze nazionali e regionali in materia di contrasto alla diffusione del coronavirus. Tutto questo senza nessun costo per il bagnante a cui dovrà essere garantita la libertà di fruizione della spiaggia. Non è consentita la stipula di abbonamenti né altro genere di prenotazione dei servizi, pagamento di ticket o altre forme di contribuzione a qualunque titolo da parte dei bagnanti. Non sono inoltre consentite attività complementari alla balneazione che comportino assembramenti, molestie ai fruitori con lo svolgimento di attività sportive che non consentano il rispetto delle norme sul distanziamento sociale (beach volley, calcetto, e sport simili).

L’assistenza e la vigilanza dovranno essere garantite per almeno dieci ore al giorno a partire dal 15 luglio sino al 15 settembre. I gestori dovranno dotarsi della strumentazione prevista nell’ordinanza balneare della Regione Puglia e quindi: un megafono, kit per il soccorso sanitario, termometro laser digitale, misuratore di ossigeno portatile da dito e kit di mascherine monouso.

Il servizio prevede inoltre l’installazione e smontaggio a fine stagione dei pannelli informativi forniti dal comune (le strumentazioni precedenti devono essere a carico del gestore) e la collaborazione con le operazioni giornaliere di manutenzione e pulizia della spiaggia che saranno invece a cura dell'ente pubblico. Ogni altra formula migliorativa rispetto a quanto previsto nel bando, che sia però prevista dalle ordinanze e regolamenti vigenti, deve rispettare il principio di libertà e gratuità per i cittadini e non dovrà avere oneri ulteriori per il Comune.

Le aree saranno aggiudicate all’operatore economico con il criterio del prezzo più basso rispetto all’importo presunto a base d’asta che è pari a 24mila euro (4mila euro per ognuna delle sei aree disponibili). In pratica vincerà chi si accontenterà di meno. La durata della concessione è annuale con possibilità di rinnovo per un altro anno. Se dovessero presentarsi più di cinque manifestazioni di interesse, il comune redigerà un elenco in ordine crescente degli operatori economici che hanno partecipato all’indagine di mercato secondo il criterio dell’ordine temporale di arrivo delle domande. Alla procedura negoziata per l’affidamento del servizio saranno invitati gli imprenditori che sono stati collocati nelle prime cinque posizioni utili dell’elenco.

Nazareno Dinoi

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Piero Modeo ha scritto ieri alle 17:45 :

    speriamo che tutto funzioni sarebbe veramente una bellissima cosa !! Sarà importante però che il Comune controlli che tutto questo sia fatto altrimenti sono soldi buttati !! Rispondi a Piero Modeo

  • Mimino ha scritto ieri alle 16:20 :

    E la zona a ovest del fiume? Dal Centro Com.le Chidro in poi verso Specchiarica? Quella la abbandoniamo ancor di più? Lasciandola in pasto a "civiltà e pulizia" dei pendolari domenicali? Rispondi a Mimino

  • Lucia pastorelli ha scritto ieri alle 05:59 :

    ..e chi vigilerà sugli affidatari?o per lo meno come controllerete che essi siano presenti in spiaggia?ma ci state a regalare soldi così !!! Rispondi a Lucia pastorelli