La trovata su Facebook

Offensiva contro gli 'ombrelloni segnaposto': «rubateli e pubblicate la foto»

Un altro utente Facebook mostra la foto di una sdraietta segnaposto rubata allo stesso scopo e scrive: il mercato gratuito è aperto

Attualità
Manduria venerdì 23 agosto 2019
di La Redazione
La
La "refurtiva" © La Voce

Non sappiamo se è una provocazione o realtà. Sta di fatto che l’iniziativa di un manduriano per contrastare il fenomeno dei «furbetti della prima fila vista mare», sta facendo discutere e raccogliere approvazione da molti commentatori.

Il protagonista, A.F., ha pubblicato sul proprio profilo Facebook la foto di un ombrellone con questo scritto: «Invece di lamentarvi sempre perché i deficienti lasciano gli ombrelloni sulla spiaggia la notte per prendere posto la mattina, fate così, rubateli. Ecco l'ultima vittima».

Un altro utente Facebook mostra la foto di una sdraietta segnaposto rubata allo stesso scopo e scrive: «Oggi ho trovato questa splendida e comoda sedia da mare. Il mercatino gratuito è aperto».

La trovata (vera o presunta) di rubare l’ombrellone o le sedie e pubblicare la foto del bottino, piace al popolo del social che si complimenta con gli autori. Tra i tanti commenti di plauso, uno solo contrario che scrive: «preferisco un ombrellone segnaposto a dei ladri». Il dibattito è aperto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • JF K ha scritto il 24 agosto 2019 alle 10:21 :

    È un aiuto per tutte le persone che hanno dimenticato qualcosa sulla spiaggia. Collezionare queste "cose dimenticate" e conservarle in un luogo sicuro dovrebbe essere premiato. Rispondi a JF K

  • lorenzo ha scritto il 24 agosto 2019 alle 09:11 :

    Il Manduriano medio ha nei suoi cromosomi la secolarita' di essere convinto a discapito delle leggi, di essere lui la legge. Che stile! Rispondi a lorenzo

    tom61 ha scritto il 06 settembre 2019 alle 15:26 :

    Caro lorenzo ti assicuro che di questi individui nessuno è manduriano o almeno di quelli che lasciano il segnaposto in zona borraco Rispondi a tom61

  • Nome e Cognome ha scritto il 24 agosto 2019 alle 07:42 :

    Pijia cu stai intra mari lu patrunu ti l ombrelloni ca lliati...a rischiu ca vi pijiati na ficozza Rispondi a Nome e Cognome

    Alessandro Pezzarossa ha scritto il 24 agosto 2019 alle 13:32 :

    Ficozza non se ne prende perché non si va togliere il primo ombrellone che trovi davanti e comunque inutile girarci intorno al problema si sa benissimo chi sono... comunque spero di non trovarmi mai in questa situazione..come quelli che si mettono le sedie davanti casa per farsi il parcheggio privato..usanza che deve sparire...io devo spezzare una lancia in favore ai vigili chiamati intervenuti spostate le sedie fatto anche multa a macchina che ostruiva il passaggio.. Rispondi a Alessandro Pezzarossa

  • Matteo Conui ha scritto il 24 agosto 2019 alle 06:45 :

    Non bisogna rubarli, io direi semplicemente di andare anche noi sul posto la mattina, prenderli e metterli all’inizio della strada. Ieri 23 agosto questi signori si sono presentati in spiaggia alle ore 11:43. Come se niente fosse, svegliamici manduriani e gente del posto facciamoci rispettare da questi prepotenti. Rispondi a Matteo Conui

  • C.F. ha scritto il 23 agosto 2019 alle 23:18 :

    Non si tratta di furto ma di rimozione. Quale guadagno ha una persona che asporta un ombrellone di scarsa qualità? Nessuno. Chi si pone il problema della civiltà e della inadeguatezza della giustizia "fai da te", dovrebbe riflettere sulla specificità di questi appestatori: si tratta di baresi, noti cafoni dediti alla prepotenza in casa d'altri, opportunisti, classisti, arrampicatori, prevaricatori, piccole nullità dal braccino corto e dalla lingua biforcuta, con un concetto discutibile dell'igiene e del decoro. Quelli da non avere come vicini di casa, di ombrellone, di posto all'uni o in ufficio o sul posto di lavoro. Questo comportamento è loro specifico, non è tipico dei nordisti, a parte qualche "svizzero-italiano", col catenone d'oro e il macchinone truccato. Rispondi a C.F.

    mattia sergi ha scritto il 04 settembre 2019 alle 06:19 :

    Orgoglioso di essere Barese, orgoglioso di essere del Nord, orgoglioso di essere "svizzero italiano" e orgoglioso di non essere uno come te che vive alle spalle di noi altri che lavoriamo un anno intero per poi venire a farci due settimane di vacanza a San Pietro e di non essere uno come te che vive col "Reddito di Cittadinanza" Rispondi a mattia sergi

    E. S. ha scritto il 28 agosto 2019 alle 16:05 :

    Infatti io da barese ho chiamato le forze dell'ordine del tuo paese, per segnalare un accampamento con tende e gazebo di un gruppo di turisti marchigiani presente alla salina dei monaci (area protetta) da una settimana...con tanto di bustoni di immondizia e dune usate come wc. Le forze dell'ordine del TUO paese non avevano tempo per intervenire. Idem il giorno seguente. Brutta bestia l'ignoranza. Rispondi a E. S.

    Antonella ha scritto il 26 agosto 2019 alle 06:21 :

    Non so cosa ti abbiano mai fatto di male i baresi visto che hai io dente così avvelenato ma io,barese,proprietaria di casa da 40 anni,ti garantisco perché conosco e vedo che chi va alle sei del mattino a mettere L ombrellone sulla spiaggia è il tuo concittadino manduriano...e poi aldilà di tutto dovresti ringraziare e baciarti i gomiti se i “baresi cafoni e arrampicatori” vengono da 40 anni a lasciare i soldi in questo posto arretrato e gretto che non ha strade,acqua e fogna e che di buono ha solo il mare e non sicuramente L ospitalità e la gentilezza di persone come te. Rispondi a Antonella

    lucio ha scritto il 26 agosto 2019 alle 14:02 :

    nessuno ti tiene legata a San Pietro puoi sempre tornartene a punta perotti Rispondi a lucio

    Basta Baresi ha scritto il 24 agosto 2019 alle 18:52 :

    ....concordo appieno, ahimè sono vent’anni che ci lavoro e mi hanno rovinato l’esistenza! Basta esperimenti nucleari negli atolli tropicali, fateli a Bari e provincia! Rispondi a Basta Baresi

    E. S. ha scritto il 28 agosto 2019 alle 15:59 :

    Sulla spiaggia della salina dei monaci, stessa cosa. I proprietari però sono del nord, delle Marche e del posto. Non si può sentite parlare così di abitanti della tuabstessa regione. I baresi (io lo sono per metà) potrebbero ricordare agli abitanti di Manduria che hanno permesso ad un gruppo di ragazzini di ammazzare un uomo indifeso. Omertosi. Assassini. Rispondi a E. S.

    FDB ha scritto il 24 agosto 2019 alle 09:36 :

    E allora scrivete al Sindaco di Bari e chiedete di non farli partire ;-) Rispondi a FDB

  • FDB ha scritto il 23 agosto 2019 alle 13:39 :

    Trattasi di "Giustizia fai da te" sulla quale non sono mai d'accordo. Magari saranno d'accordo coloro preposti al controllo e alla repressione degli abusi nonché dei reati. E magari percepiscono pure lauti premi. Rispondi a FDB

  • Lucia Telesio ha scritto il 23 agosto 2019 alle 12:27 :

    L ‘educazione è alla base di tutto, sbaglia chi occupa ( furbamente) il posto lasciando ombrelloni e quant'altro sulla spiaggia e sbaglia chi porta via ! Ma se ci fossero più controlli... tutto questo si potrebbe evitare. Esamino di coscienza da parte di tutti... comprese le Istituzioni! Buone vacanze 🏖 Rispondi a Lucia Telesio

  • Alessandro Pezzarossa. ha scritto il 23 agosto 2019 alle 12:00 :

    Ottima iniziativa..ma troppo impegnativa il li prenderei e li butterei...la spiaggia è pubblica non privata se se qualcuno vuol fare il prepotente trova pane per i suoi denti..io mi firmo con nome e cognome Rispondi a Alessandro Pezzarossa.

  • Mimmo Scialpi ha scritto il 23 agosto 2019 alle 10:21 :

    Perché parlare di furto di ombrelloni e sedie dei furbetti? E' più corretto parlare di rinvenimento.... l'Art. 512 comma 2 del Codice della Navigazione recita: Il ritrovatore, che adempie agli obblighi della denuncia e della consegna, ha diritto al rimborso delle spese e a un premio pari alla terza parte del valore delle cose ritrovate, se il ritrovamento è avvenuto in mare, ovvero alla decima parte fino alle diecimila lire di valore e alla ventesima per il sovrappiù, se il ritrovamento è avvenuto in località del demanio marittimo. Pertanto se il furbetto del posto in prima fila denuncia il furto/smarrimento dell'oggetto deve un rimborso a chi ha rinvenuto il predetto oggetto.... Se invece non denuncia.. non c'è reato..... Rispondi a Mimmo Scialpi

  • Caterina Cellini ha scritto il 23 agosto 2019 alle 09:57 :

    Rubarli assolutamente NO. Io li tolgo e li metto vicini ad un muretto. Rispondi a Caterina Cellini