La denuncia della preside

La scuola sapeva dei video degli "orfanelli" e lo aveva segnalato ai servizi sociali comunali

A confermare l’avvenuta trasmissione attraverso i canali ufficiali, è la preside dell’istituto tecnico, «Luigi Einaudi» di Manduria dove si è verificato l’episodio, la dottoressa Elena Silvana Cavallo

Attualità
Manduria mercoledì 01 maggio 2019
di La Redazione
Istituti Einaudi Manduria
Istituti Einaudi Manduria © La Voce

Uno dei componenti della baby gang fece vedere ad una sua professoressa del liceo alcuni video dove egli stesso era protagonista delle sevizie subite da Cosimo Antonio Stano. La docente, allarmata e preoccupata del contenuto di quelle immagini, avvertì la sua dirigente che si preoccupò di segnalarlo ai servizi sociali del comune di Manduria. Non era dunque vero, almeno dalla data dell’episodio, che negli uffici comunali non era mai arrivato niente del genere così come sostengono i dirigenti e gli amministratori dell’ente.

A confermare l’avvenuta trasmissione attraverso i canali ufficiali, è la preside dell’istituto tecnico, «Luigi Einaudi» di Manduria dove si è verificato l’episodio, la dottoressa Elena Silvana Cavallo «La scuola – dice la dirigente – ha immediatamente attivato le procedure previste in questi casi eseguendo puntualmente quello che prevedono i protocolli». La circostanza dei video mostrati alla prof era stata riferita da uno degli indagati agli investigatori che convocarono immediatamente la professionista sentita come persona informata sui fatti.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • giulia t. ha scritto il 01 maggio 2019 alle 17:10 :

    Il commissario non e` il caterpillar della citta. Salamina invece, che e` a capo del distretto e si occupa di sociale avrebbe dovuto interessarsi. Rispondi a giulia t.

  • Immacolata Mariggiò ha scritto il 01 maggio 2019 alle 17:05 :

    Ecco, speriamo che questo sia solo il primo velo che si squarcia e che presto ne segua una lunga serie affinché emergano le responsabilitá gravissime delle istituzioni e dei servizi competenti.... Che amarezza!!! Rispondi a Immacolata Mariggiò

  • Fabrizio anselmi ha scritto il 01 maggio 2019 alle 10:04 :

    Manduria passera' alla Storia per questo fatto bruttissimo. Male le istituzioni civiche, non ostante il commissariamento. Rispondi a Fabrizio anselmi

  • tom61 ha scritto il 01 maggio 2019 alle 09:54 :

    Ora voglio proprio vedere come si difenderà il sig. Commissario Prefettizio dopo aver buttato m.... sulla comunità manduriana. Il minimo che può fare è sparire dalla circolazione non adesso ma subito Rispondi a tom61

    IsaB ha scritto il 02 maggio 2019 alle 05:17 :

    Solo perché un'insegnante ha fatto il suo dovere, la comunità non è esente dalle responsabilità per aver girato lo sguardo dall'altra parte. Rispondi a IsaB

  • nessuno ha scritto il 01 maggio 2019 alle 08:47 :

    odit filium qui parcit virga Rispondi a nessuno

  • mo_basta ha scritto il 01 maggio 2019 alle 08:04 :

    Ma dai. Sul Comune sono stati capaci di tenere nascoste in un cassetto le carte che averbbero impedito la sopraelevazione della discarica (cui prodest? E la Finanza non fa nulla per trovare i conti all'estero rimpolpati da quella "collaborazione"?). E poi pretendiamo che non sia stata "perduta" una carta straccia come la segnalazione di un dirigente scolastico? Ma per favore. Ah, a proposito, un pubblico ufficiale ha il dovere di segnalare all'Autorità Giudiziaria un reato di cui viene a conoscenza, caso mai dopo ai servizi sociali, solo dopo. Rispondi a mo_basta

Le più commentate
Le più lette