Domenica, 27 Novembre 2022

La Rubrica:

Mimmo ha dato tanto a questo giornale da cui ha ricevuto altrettanto. Da più di un anno non scriveva più perché internato in una struttura per patologie psichiatriche di Ostuni. Quei disturbi che lo hanno tormentato per tutta la vita e dai quali riusciva a liberarsi con la scrittura. Ho avuto l’onore di essere stato il primo a scoprire questa sua eccezionale qualità e bravura nelle parole. L’ho portato con me in tutte le mie avventure editoriali, prima con il settimanale “L’Ora”, poi con PugliaPresse e infine con la Voce di Manduria. Conserverò i suoi preziosi scritti ed anche i suoi libri con le toccanti e profonde dediche al sottoscritto.

Volevo bene a Mimmo e mi sento in colpa per non aver potuto fare niente in questo suo ultimo e triste momento della sua sfortunata vita. Aveva 63 anni ed era solo. Mimmo era un bambino, vittima della sua mente malata con il bisogno di tanta pazienza e amicizia. Poche cose che però non ha avuto dalla vita.

Nazareno Dinoi

L'autore:

Mimmo Olivieri è stato collaboratori costanti de La Voce di Manduria. Scrittore e poeta di straordinaria bravura, è morto il 20 novembre nell'ospedale di Brindisi per delle non note complicanze. Era stato affidato ad una Residenza sanitaria di Ostuni.  

Altre info:

Rubrica autogestita

Leggi tutti gli articoli di Mimmo Olivieri