Martedì, 27 Febbraio 2024

Giudiziaria

L'accusa chiedeva 10 anni di carcere

"Non c'è stata usura", assolti due manduriani

Tribunale Tribunale

I fatti risalgono al 2012 ed erano emersi durante una vasta indagine condotta dalla procura distrettuale antimafia nella provincia di Brindisi conclusasi con arresti e condanne per vari episodi di usura ed estorsioni aggravate dal metodo mafioso.

Dopo otto anni dal rinvio a giudizio per rispondere di concorso in usura, Giampiero Mazza di 42 anni e Salvatore Raho di 44, difesi dall’avvocato Lorenzo Bullo e Antonio Liagi, sono stati assolti perché il fatto non sussiste. Il pubblico ministero al termine della requisitoria aveva chiesto la condanna a dieci anni di reclusione ognuno. Il presidente della prima sezione penale del Tribunale di Taranto, Filippo Di Todaro che li ha giudicati, ha inoltre ordinato la trasmissione alla Procura della Repubblica dei verbali relativi alle deposizioni in aula della vittima e di sua moglie. I due, interrogati dai difensori degli imputati, avrebbero rilasciato dichiarazioni contrastanti con quanto avevano dichiarato in sede di denuncia.   

I due manduriani erano stati indagati in un’inchiesta dell’antimafia di Lecce che nel 2012 portò al fermo di due presunti usurai della provincia di Brindisi accusati di aver strozzato un assicuratore con presti a interessi usurai sino al mille percento. Nelle fasi successive furono coinvolti anche i due manduriani accusati dallo stesso assicuratore di aver prestato una prima somma di tremila euro con l’interesse usuraio di 1500 euro settimanali che la vittima avrebbe pagato in cinque settimane per un totale di 7.500 euro. Oltre a questi esborsi, l’assicuratore aveva accusato i due imputati di aver pagato loro tre polizze per la responsabilità civile di tre autovetture intestate a familiari dei manduriani per un ulteriore importo di duemila euro.    

Decisivo è stato, per l’assoluzione dei due imputati, l’esame ed il controesame della parte offesa che avrebbe evidenziato evidenti divergenze tra quanto denunciato e quanto riferito in dibattimento. Contraddizioni sulle quali i due difensori hanno fatto leva durante la discussione finale che ha portato alla assoluzione con la formula piena dei due manduriani.

La vicenda giudiziaria ora passa nelle mani della Procura che valuterà la posizione della presunta vittima che potrebbe essere a sua volta indagato per false dichiarazioni nel dibattimento.  

Vuoi commentare la notizia? Scorri la pagina giù per lasciare un tuo commento.


© Tutto il materiale pubblicato all’interno del sito www.lavocdimanduria.it è da intendersi protetto da copyright. E’ vietata la copia anche parziale senza autorizzazione.


Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.
stai rispondendo a

COMMENTA

1 commento

  • Coppi
    gio 19 ottobre 2023 03:12 rispondi a Coppi

    Commento l'usura e senza aggiungere nulla mi stupisco del tempo che si sia dedicato ad un qualcosa che sappia di soldi e niente altro.Faccio i miei complimenti all'Avvocato Bullo. Cordiali saluti.

Tutte le news
La Redazione - lun 26 febbraio

La bara con Matteo Buccoliero, il 19enne savese morto ieri sera nell’incidente stradale in cui ha perso la vita anche la sua ...

Tutte le news
La Redazione - lun 26 febbraio

Terribile lutto per le due famiglie dei due giovanissimi morti ieri sera nell’incidente stradale avvenuto sulla provinciale che collega ...

Tutte le news
La Redazione - lun 26 febbraio

Opportunità e soluzioni dell’utilizzo dei droni in agricoltura: di questo si è discusso venerdì 23 febbraio, a Manduria, ...

Tutte le news
La Redazione - lun 26 febbraio

In occasione delle Giornate delle Donne del Vino il 2 Marzo presso le Cantine Soloperto a Manduria  si terrà l’evento “Donne, Vino, Cultura ...

Tutte le news
La Redazione - dom 25 febbraio

Due giovani di Sava e Latiano di 20 e 17 anni, hanno perso la vita questa sera, domenica 25 febbraio, in un incidente ...

Pena ridotta in appello per la baby gang di Sava
La Redazione - mer 20 dicembre 2023

La Corte dell’appello di Taranto ha ridotto la pena per due dei sei imputati savesi, tutti minorenni all’epoca dei fatti, coinvolti, nel 2019, nell’inchiesta sulle vessazioni, ingiurie e violenze ai danni di un 61enne del posto con disabilità ...

Riceve 110mila euro per una caduta, ora dovrà restituirli al comune
La Redazione - ven 29 dicembre 2023

Per il Tribunale di Taranto che lo ha giudicato, un manduriano di 51 anni, S. D. le sue iniziali, dovrà restituire al comune di Manduria ben 110mila euro che l’ente gli aveva versato nel 2015 quale risarcimento danni fisici ...

Torna a casa l'imprenditore arrestato per la droga nella bombola del gas
La Redazione - ven 5 gennaio

Ha lasciato il carcere ieri l’imprenditore manduriano di 50 anni, A. P. , arrestato due mesi fa perché trovato in possesso di una considerevole quantità di droga che nascondeva in una bombola del gas opportunamente ...