Domenica, 2 Ottobre 2022

Cronaca

Illesi i rispettivi compagni di Avetrana e Erchie

Ancora molto gravi le due turiste dirette alla festa della birra di Leverano

L'incidente L'incidente © La Voce Di Manduria

Sono ancora molto gravi le condizioni delle due ragazze coinvolte nell’incidente stradale di giovedì sera avvenuto nei pressi del rondò della Avetrana - Torre Colimena. Ricoverate una in rianimazione e l’altra in neurochirurgia del Santissima Annunziata di Taranto, la prognosi resta ancora riservata.

Una delle prime serate delle vacanze nel Salento, provenienti dal Veneto, per un evento atteso da tempo trasformatosi in tragedia per due coppie di turisti il cui viaggio verso Leverano dove erano diretti per prendere parte alla festa della birra, è stato interrotto nella maniera peggiore. Chi era alla guida dell'auto su cui viaggiavano, un'Audi 4, ha perso per qualche motivo il controllo del mezzo finendo prima contro un muretto a secco per poi fermarsi rovesciata al centro della stretta carreggiata dopo essersi ribaltata più volte. È successo poco dopo le 21 sulla provinciale litoranea interna «Tarantina ionica», nell'ultimo tratto che poi s'immette sulla Avetrana Nardò.

Ad avere la peggio sono state le due donne, una di Varese di 35 anni, l'altra di Vicenza di 33. La varesina, incinta al terzo mese, è stata sbalzata fuori dall'auto finendo nel terreno circostante dopo un volo di diversi metri. L'amica è rimasta invece nell'abitacolo, gravissime entrambe, più grave la gravida che ha perso conoscenza e non si è più ripresa. Fortunatamente quasi illesi i due rispettivi mariti, di Avetrana e Erchie, che sono riusciti a mettersi in salvo e a prestare soccorso alle due donne ferite. Sono quindi scattati i soccorsi. Dalla postazione del 118 di Torre Colimena la centrale operativa ha fatto partire la prima ambulanza e subito dopo è arrivato un secondo mezzo giunto da Torricella. Ad essere soccorsa per prima è stata la donna incinta che all'arrivo sei sanitari era già in coma. Caricata in ambulanza è stata trasportata con codice rosso all'ospedale Santissima Annunziata di Taranto dove le è stato diagnosticato un trauma cranico e fratture varie. Nel frattempo i vigili del fuoco del distaccamento di Manduria hanno provveduto a forzare la portiera dell'auto e liberare l'altra donna ferita che era rimasta incastrata. Affidata ai sanitari del secondo equipaggio, la donna è stata anche lei centralizzata all'ospedale provinciale. Per tutte e due la prognosi è riservata. Le loro condizioni sono giudicate estremamente critiche, soprattutto la 35enne incinta che è stata ricoverata in rianimazione mentre l'altra, anche lei con un trauma cranio commotivo, è stata affidata agli specialisti del reparto di neurochirurgia.

Per quasi tutta la notte la strada interessata dall'incidente è stata chiusa al transito. Ad occuparsene sono stati i carabinieri a cui toccherà ricostruire la dinamica dell'incidente e le cause. Un tratto stradale con molte curve, non illuminato e con una carreggiata molto stretta, trafficatissimo d'estate dal flusso di auto che dal tarantino devono raggiungere le località della provincia di Lecce. Così stavano facendo ieri le due coppie che da Torre Colimena dove alloggiavano si accingevano a trascorre ore di svago nella festa evento di Leverano. La provinciale «Tarantina» o litoranea interna ionica, è stata recentemente teatro di due incidenti stradali mortali, vittime un camionista di 65 anni e un diciottenne di Avetrana che viaggiava a bordo di un auto guidata da un amico.


Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.
stai rispondendo a

COMMENTA

3 commenti

  • alfonso
    lun 8 agosto 18:28 rispondi a alfonso

    Naturalmente quando accade un incidente stradale di tale gravità ce da rimanere sbigottiti ed amareggiati per le conseguenze . L'augurio è che entrambe le donne riescano a guarire e che non vi siano problemi per il nascituro/a. Bisogna però chiedersi come mai alcune strade siano spesso e soprattutto in estate teatro di gravi sinistri, forse non sono opportunamente adeguate? la sicurezza stradale dipende anche dalle strutture viarie ecco perchè sarebbe auspicabile che la c.d. regionale 8 venga realizzata quanto prima.

  • Marco
    dom 7 agosto 17:05 rispondi a Marco

    Le auto nuove sono molti veloci e molto comode... ci si dimentica delle leggi della FISICA. Oltre allo smartphone.

  • Ferni Poppins
    dom 7 agosto 15:21 rispondi a Ferni Poppins

    Vi prego, ogni tanto rileggete gli articoli: quanti anni hanno le due donne? Di dove sono ? Di Verona o Varese?

Tutte le news
La Redazione - oggi, dom 2 ottobre

Con una recente sentenza il Giudice di Pace di Lecce ha accolto il ricorso di un automobilista manduriano che si era visto contestare ...

Tutte le news
La Redazione - sab 1 ottobre

Lei di Manduria, lui di Torricella. Teresa Dimonopoli e Yari Motolese sono i loro nomi e questa sera ...

Tutte le news
La Redazione - sab 1 ottobre

I vigili urbani di Manduria hanno circoscritto con il nastro un tratto di marciapiede di via Salvatore Gigli per impedire il passaggio pedonale ...

Tutte le news Tutte le news
La Redazione - sab 1 ottobre

Il sindaco di Manduria, Gregorio Pecoraro, ha pubblicato ieri sul suo profilo Facebook il video della polizia locale che riprende le scene di 8 “sporcaccioni” ...

Tutte le news
La Redazione - sab 1 ottobre

Il Comune di Manduria è chiamato ad esprimersi sulla realizzazione di un mega impianto fotovoltaico di circa 30 ettari ...

Furti nel cimitero, una piaga eterna
La Redazione - mer 14 settembre

Furti nel cimitero ...

Crolla il solaio un operaio morto un altro ferito
La Redazione - gio 15 settembre

A Lizzano è crollato il solaio di una palazzina di un piano in ristrutturazione di via Ariosto 5, travolgendo due operai - in quel momento a lavoro - che sono rimasti a lungo sotto le macerie.  Uno dei due è morto, l’altro ...

"Al boss della Cupola interessava il business dei rifiuti"
La Redazione - ven 16 settembre

«La cupola» era interessata al business dei rifiuti. Lo rivelano le motivazioni della sentenza con cui a giugno scorso il giudice del Tribunale di Lecce ha condannato 32 persone, quasi tutti manduriani, accusati di far parte di un'organizzazione ...