Ero incinta ed avevo un tumore

​Esattamente tre anni fa ritiravo il mio pap-test: era positivo...

La redazione Riflettori su ...​
Manduria - martedì 01 ottobre 2019
Wanda Lonoce
Wanda Lonoce © La Voce di Manduria

Esattamente tre anni fa ritiravo il mio pap-test: era positivo. Ero incinta al quinto mese ed avevo un tumore. Mi cadde, ci cadde il mondo addosso. Contro ogni diagnosi prospettatami, decisi di sentire altri pareri, volevo mio figlio anche a costo della mia vita, non avrei abortito, pur sapendo che avrei potuto non vederlo crescere.

Conobbi un medico, Paolo Scirpa, e grazie a lui oggi ne posso parlare. Dopo un intervento di conizzazione (asportazione mirata del tumore, NdR) realizzata dopo 6 mesi dal parto prematuro di Diego, mio figlio, non sono ancora fuori pericolo, faccio controlli ogni 6 mesi, ma tenendomi per mano con mio figlio che é la mia forza.

Vivo giorno per giorno, delle volte dimentico ma sono grata di ogni secondo che posso godermi con la mia famiglia.

Ne voglio parlare per le giovani donne, voglio sensibilizzare un argomento che é ancora tabù.

Ogni anno in Italia si registrano circa 3500 nuovi casi di carcinoma della cervice e 1100 decessi. Negli ultimi vent’anni la mortalità per tumore dell’utero (corpo e collo) è diminuita di oltre il 50%, ma i numeri sono ancora alti.

Il test di screening per il carcinoma della cervice uterina è il Pap-test. Questo esame infatti permettere di individuare lesioni ancora ad uno stadio pre-tumorale o iniziale. Esiste uno stretto legame tra il cancro della cervice e l’infezione da parte di alcuni ceppi di papilloma virus umano (Hpv). Fatelo, non rimandate. Vaccinatevi e fate vaccinare contro hpv.

Wanda Lonoce

Altri articoli
Gli articoli più letti