Prossima ripresa

Potenziamento idrico a Maruggio e Torricella, il tar sblocca i lavori

Respinto il ricorso presentato dalla seconda ditta arrivata

Giudiziaria
Manduria venerdì 12 aprile 2019
di La Redazione
Lavori idrici
Lavori idrici © Google

Possono tirare un sospiro di sollievo gli abitanti dei comuni di Maruggio e Torricella ed i tanti turisti che nei prossimi giorni torneranno ad affollare le marine delle predette località della costa tarantina. I lavori di integrazione e normalizzazione dell’alimentazione idrica, tanto attesi da un territorio in sofferenza, già consegnati dall’Acquedotto Pugliese alla società salentina La Meridionale Costruzioni, che si è aggiudicata la gara, possono andare avanti poiché non subiranno lo stop che aveva chiesto in via d’urgenza la seconda classificata che ha contestato gli esiti della gara.

Il TAR Lecce, Sez. III, Presidente Dr. D’Arpe, Rel. Dr.ssa Abbate, con ampia e motivata ordinanza ha accolto le argomentazioni difensive svolte dagli Avv.ti Pietro Quinto Luigi Quinto e Michele Dionigi, difensori della Meridionale Costruzioni srl e dal Prof. Avv. Ernesto Sticchi Damiani, costituito in difesa dell’Acquedotto Pugliese, ed ha respinto il ricorso della seconda classificata ritenendo infondate tutte le doglianze sollevate dalla società ricorrente avente sede in provincia di Foggia. In particolare il giudice amministrativo, condividendo le tesi dei difensori della Meridionale e di AQP, ha disatteso la domanda della seconda classificata che aspirava ad ottenere un maggior punteggio per la propria offerta avendo migliorato in corso di gara il rating di legalità. Il TAR ha chiarito come i requisiti valutabili siano solo quelli posseduti alla data di scadenza del termine di presentazione della domanda restando ininfluenti le variazioni intervenute durante lo svolgimento della procedura.

Si tratta di lavori di particolare rilevanza per le comunità tarantine interessate, come testimonia l’impegno economico profuso dalla stazione appaltante per oltre 12 milioni di euro, che avranno una durata di 2 anni. Per effetto della statuizione del TAR Lecce i lavori avranno un avvio immediato.

Lascia il tuo commento
commenti