Interrogato il carabiniere

Non sente il citofono e finisce sotto processo: assolto pregiudicato

La pubblica accusa aveva chiesto una condanna a nove mesi di reclusione.

Giudiziaria
Manduria giovedì 28 febbraio 2019
di La Redazione
Giustizia
Giustizia © La Voce di Manduria

Un manduriano di 31 anni, M.P. difeso dall’avvocato Davide Parlatano, è stato assolto ieri dal Tribunale di Taranto – giudice Maccagnano – dal reato di evasione. I fatti risalgono al 2012 quando il trentunenne era agli arresti domiciliari nella propria abitazione in Manduria. Durante un controllo di rito, alle 6,30 del mattino i carabinieri di Manduria provarono a suonare più volte e per diversi minuti al citofono senza avere risposta alcuna.

Ritornati sul posto dopo circa tre ore, il detenuto rispondeva al citofono non sapendo dare spiegazioni sulla mancata risposta precedente. Da qui la denuncia per evasione. Ieri, durante il processo, è stato ascoltato il carabiniere che faceva parte della pattuglia che operò il controllo confermando i fatti al giudice che ha assolto l’imputato perché il fatto non sussiste. L’avvocato Parlatano è riuscito a convincere il giudice che l’evasione non sussisteva nonostante la testimonianza del carabiniere. La pubblica accusa aveva chiesto una condanna a nove mesi di reclusione.

Lascia il tuo commento
commenti
Le più commentate
Le più lette