Difesa dall'avvocato Micera

Libera la manduriana arrestata a Lecce con l'accusa di traffico di droga

Il suo compagno resta agli arresti

Giudiziaria
Manduria martedì 23 marzo 2021
di La Redazione
Giustizia
Giustizia © Google

La ventottenne manduriana, V.S., arrestata agli inizi del mese di marzo con la pesante accusa di traffico di sostanze stupefacenti in concorso con il suo compagno, ha lasciato il carcere di Lecce dove era rinchiusa per un ordine di custodia cautelare. La donna che è difesa dall’avvocato Cosimo Micera, nell’interrogatorio di garanzia rinviato sino a sabato scorso per motivi di isolamento preventivo in attesa del tampone molecolare, ha potuto dimostrare la sua estraneità ai fatti contestati.

Per questo il giudice delle indagini preliminari ha disposto la scarcerazione rendendola libera con il solo obbligo di dimora nella sua città. La ventottenne era stata sorpresa a Lecce da una pattuglia della Guardia di Finanza mentre guidava un furgone contenente 31 chili di marijuana. Ai militari aveva detto di non conoscere la merce trasportata e che aveva accettato di guidare il mezzo su richiesta del suo fidanzato privo di patente di guida.

La stessa spiegazione era stata confermata dal compagno, L.C. di 32 anni, anche lui manduriano nei confronti del quale il gip ha confermato la misura cautelare restrittiva. L’uomo ha scagionato così la sua fidanzata sostenendo che quest’ultima fosse effettivamente all’oscuro di tutto. In quanto al carico trasportato, il manduriano ha dichiarato a sua volta di essere convito si trattasse di sigarette di contrabbando e non di droga. Sempre al gip ha poi detto di essere all’oscuro del luogo della consegna che sarebbe dovuta avvenire a favore di un’autovettura che li avrebbe dovuti intercettare e raggiungere sulla superstrada per il trasbordo della merce.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Egidio Pertoso ha scritto il 23 marzo 2021 alle 10:38 :

    Benedetti ragazzi, ci sono tanti modi per sopravvivere, pur senza il reddito di cittadinanza! A meno che non si faccia i trasportatori di qualsiasi cosa per la passione di tenere un volante in mano. Rispondi a Egidio Pertoso

  • Marco ha scritto il 23 marzo 2021 alle 08:33 :

    Tutti noi faremo i conti con la nostra coscienza davanti a Dio Rispondi a Marco