La rianimazione diventerà di otto posti

Il Giannuzzi ora è libero dal Covid

In questa prima fase un reparto multidisciplinare accoglierà pazienti con patologie sia internistiche che ortopediche, chirurgiche e cardiologiche

Attualità
Manduria venerdì 11 giugno 2021
di La Redazione
Reparto Covid chiuso
Reparto Covid chiuso © La Voce di Manduria

Finalmente l’ospedale di Manduria è Covid-libero. Per la prima volta dopo otto mesi, durante i quali l’intera struttura è stata dedicata ai pazienti positivi al coronavirus, tutti i reparti sono stati svuotati e gli ultimi pazienti guariti e dimessi.

In effetti ne resta ancora uno, già negativo al virus ma in gravi condizioni, ricoverato in rianimazione. Quando sarà dimesso, il reparto di terapia intensiva sarà chiuso per permettere i lavori di potenziamento che prevedono l’aumento di altri tre posti letto. Il reparto ne potrà ospitare otto.

Sono in corso intanto gli interventi di sanificazione dei reparti Covid. In questa fase di transizione, secondo quanto annunciato dalla direzione sanitaria del Giannuzzi, un reparto di 10 posti letto situato al quarto piano della palazzina di medicina (ex cardiologia), sarà dedicato ai pazienti Covid mentre un altro con 15 posti (terzo piano lato pronto soccorso), accoglierà pazienti non covid con patologie sia internistiche che ortopediche, cardiologiche o chirurgiche. Al secondo piano della palazzina medica (ex oncologia) sarà allestiti 10 posti di nefrologia.

Dall’ultima rilevazione resa pubblica del 9 giugno, i manduriani ancora positivi al Covid sono 33 e 3quelli in attesa di tampone che si trovano in isolamento fiduciario.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Lorenzo ha scritto il 14 giugno 2021 alle 10:26 :

    I soliti dell'orto...covid che continuano a farsi propaganda e di che poi... Rispondi a Lorenzo

  • Gregorio ha scritto il 13 giugno 2021 alle 11:27 :

    Grazie a tutti voi lo stesso, anche se mio PADRE il 17aprile non ce l'ha fatta e da quel giorno non mi do pace perché non gli sono stato vicino nel suo ultimo istante di vita .Spero almeno che lo abbia fatto qualcuno di voi ,che abbiate fatto tutto il possibile per salvarlo😥😥😥 Rispondi a Gregorio

  • Antonio Briganti ha scritto il 12 giugno 2021 alle 07:44 :

    Con tutto il mio cuore, GRAZIEEEEEEE🍀🍀🍀 Rispondi a Antonio Briganti

  • Stefy ha scritto il 11 giugno 2021 alle 08:13 :

    Pochi reparti pochi posti letto ed ecco il nostro ospedale come promesso non tornerà mai più incominciamo a farcene una ragione. Siamo stati azzittiti nella fase COVID perché era giusto ospitare e aiutare i malati su questo non ci piove, ma con la promessa che dopo sarebbe stato addirittura potenziato, invece no. Giusto qualche reparto d’emergenza poi è finito tutto. A chi ci ha imbrogliati che Dio li benedica. Rispondi a Stefy