Venerdì, 9 Dicembre 2022

Giudiziaria

Difeso dall'avvocato Parlatano

Violenze sulla moglie, il Tribunale annulla il divieto di avvicinamento del marito

Lavvocato Davide Parlatano Lavvocato Davide Parlatano

Il tribunale del riesame di Taranto, presidente Patrizia Todisco, ha annullato l’obbligo di allontanamento dalla casa familiare e il divieto di avvicinamento alla moglie ad un manduriano che la consorte aveva denunciato per maltrattamenti.

Secondo quanto raccontato dalla donna, l’uomo per anni l’avrebbe maltrattata, anche alla presenza della figlia minore, con aggressioni fisiche e verbali all’interno della casa così da rendere impossibile la convivenza. Preoccupata per la sua incolumità e spaventata dall’uomo, la donna aveva deciso di denunciarlo ottenendo dal primo giudice la misura dell’allontanamento familiare e personale del marito.

Difenso dall’avvocato Davide Parlatano, il presunto violento ha proposto istanza di riesame contro l’ordinanza cautelare. Nell’udienza del 4 agosto che si è tenuta al Tribunale del Riesame di Taranto, l’avvocato Parlatano ha depositato corpose indagini difensive sostenendo la insussistenza dei presupposti per cui era stata applicata la misura cautelare.


Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.
stai rispondendo a

COMMENTA

15 commenti

  • Franco
    lun 8 agosto 21:43 rispondi a Franco

    Scusi Emilio come fa ad essere certo che le accuse sono false?

  • Gregorio
    dom 7 agosto 08:21 rispondi a Gregorio

    ... ma se NON vanno d’accordo perché annullare il divieto di avvicinamento? Boh !!

    • Emilio fortezza
      dom 7 agosto 21:40 rispondi a Emilio fortezza

      Ma è serio? Se la signora vuole andare via che vada Qui si tratra di false accuse e lei mi parla di non farlo tornare in casa sua, dai suoi figli e beni, perchè non vanno d'accordo? Mamma mia...

  • Roberto S.
    sab 6 agosto 20:02 rispondi a Roberto S.

    Molti uomini si sentono forti picchiando una donna,ma vorrei vedere questi uomini se al posto della donna ci fosse un'altro uomo a voi le conclusioni

    • Emilio fortezza
      dom 7 agosto 21:42 rispondi a Emilio fortezza

      Molti uomini pur di apparire forti e giusti si ergono a difensori del nulla. Qui si parla di false accuse e lei spara sti slogan da super uomo bullo?

  • Colibrì
    sab 6 agosto 13:15 rispondi a Colibrì

    Prima di esprimere qualsiasi commento,sarebbe saggio capire come stanno realmente i fatti,perchè è vero che purtroppo non di rado accade che gli uomini si macchino di questi reati,ma purtroppo non di rado accade anche che le donne inventino ste storie per colpire gli uomini. Fa riflettere molto per esempio il fatto che ad annullare la sentenza sia stata una giudice come Patrizia Todisco,cioè il giudice che anni fà si è messa contro l'ilva,una giudice che sa il fatto suo e sicuramente ha analizzato accuratamente tutti gli elementi prima di esprimersi,non certo l'ultima arrivata.

    • Dinoi marco
      dom 7 agosto 10:56 rispondi a Dinoi marco

      Cosa c entra l ilva con le violenze ? Voglio precisare, la todisco aveva una sorella che lavorava presso ilva Come mai ha atteso tanto tempo per svolgere il proprio dovere ? Inoltre, ha errato un giudice nel decidere una sentenza così preventiva di allontanamento?

    • giorgio sardelli
      sab 6 agosto 17:40 rispondi a giorgio sardelli

      sig. colibrì le vie del signore sono infinite non puoi sapere quello che non si sa

  • Marco
    sab 6 agosto 11:55 rispondi a Marco

    Posso chiedere al BRAVISSIMO avvocato se la donna fosse sua sorella avrebbe rinunciato al mandato difensivo?? Per etica o per altre motivazioni?? La ringrazio.

  • Franco
    sab 6 agosto 11:55 rispondi a Franco

    Classico omicidio futuro annunciato. Bravo avvocato,il cliente le sarà grato . Moglie e figlia non contano.

    • Emilio fortezza
      dom 7 agosto 21:44 rispondi a Emilio fortezza

      Classica espressione sparata a casaccio Qui si parla di false accuse e state a fare i super uomini Intanto a morire è un libro di diritto penale e civile

  • Ranetta
    sab 6 agosto 10:02 rispondi a Ranetta

    Speriamo non ci scappi "la morta"! Poi tutto si risolverà con un semplice , patetico "... mannaggia..." !

Tutte le news
Proclamato lutto cittadino Avetrana in lutto per la piccola Viola
La Redazione - gio 8 dicembre

Avetrana in lutto per la morte di una giovanissima di appena 5 anni. Viola Buccoliero il suo nome, era ricoverata in un ospedale romano per combattere una malattia ...

Tutte le news
La Redazione - gio 8 dicembre

I due consiglieri comunali di minoranza, Domenico Sammarco e Gregorio Gentile, hanno ufficialmente aderito al Partito democratico e costituiscono ...

Tutte le news
La Redazione - mer 7 dicembre

Implementare l’intermodalità marittima per diminuire il tasso di incidentalità sulle strade e le ...

Tutte le news
La Redazione - mer 7 dicembre

La comunità di Uggiano Montefusco e di Manduria può tirare un sospiro di sollievo: don Giovanni Marraffa non è morto per causa violenta. ...

Tutte le news
La Redazione - mer 7 dicembre

«Chi controlla la regolarità dei lavori di bitumazione a Manduria». Se lo chiede il consigliere comunale ...

Detenuto ai domiciliari ottiene il permesso speciale per assistere la madre sola
La Redazione - ven 1 luglio

Può sospendere la detenzione ai domiciliari che sta scontando a Manduria per recarsi almeno una volta al giorno ad Avetrana per assistere la madre ultranovantenne. La burocrazia e le lungaggini degli uffici del Tribunale ...

Si apre il processo per la morte del cavallo "Nerone"
La Redazione - mer 6 luglio

Si apre oggi nel Tribunale di Taranto il processo per la morte di un cavallo avvenuta nel 2019 in un maneggio di Manduria per la quale sono indagate due persone, il proprietario e il gestore della struttura "La Corte dei Vescovi" di Manduria. ...

Processo femminicidio: “Pina lo voleva lasciare perché si sentiva sfruttata”
La Redazione - sab 9 luglio

Giuseppina Dinoi, la 71enne manduriana barbaramente uccisa dal suo compagno, Pietro Dimitri, la mattina del 12 ottobre scorso nel piccolo appartamento delle case popolari del rione Barco, aveva confidato ad un’amica l’intenzione ...