Lunedì, 6 Febbraio 2023

Ambiente

Pecoraro firma il nulla osta

Scarico del depuratore a Colimena, il sindaco approva

Torre Colimena Torre Colimena

Il sindaco Gregorio Pecoraro e l’ente Riserve naturali della Salina di Torre Colimena, hanno dato il nulla osta, con prescrizioni e misure di compensazione, al progetto di recupero dei reflui depurati del costruendo depuratore e relativi scarichi complementari al suolo (trincee drenanti) e nel mare di Colimena attraverso il bacino di Arneo.

Cadono così le speranze di chi, tra gli ambientalisti del posto, credeva che il massimo organismo a difesa dei siti naturalistici della costa manduriana, diretto da Alessandro Mariggiò, si sarebbe opposto ai piani dell’Acquedotto Pugliese che può ora prendere fiato avendo praticamente in tasca le necessarie valutazioni ambientali del progetto.

Dopo un preambolo di attività svolte a difesa dell’ambiente, l’ente Riserve ricorda a sé stesso che il recapito complementare previsto nel bacino di Torre Colimena coinvolge un’area importante dal punto di vista naturalistico, inserita all’interno della zona speciale di conservazione insieme alla vicina area protetta Salina Monaci e Palude del Conte. Nello stesso tempo, si legge nel nulla osta che porta la firma del sindaco Gregorio Pecoraro, si «riconosce l’importanza e l’elevato valore di interesse pubblico rappresentato dall’intervento proposto da Aqp nel complesso, lo scarico complementare nel bacino di Torre Colimena.

Tutto realizzabile, per il sindaco, «a condizione che vengano realizzate le opere di compensazione».  Le compensazioni chieste dal comune di Manduria riguardano i tre siti naturalistici interessati dall’opera: l'area boschiva Cuturi-Rosamarina, l'area Palude del Conte e l'area Masseria Marina. Nel dettaglio si chiede l’uso di materiale ecocompatibile nella realizzazione della condotta che attraverserà l’area boschiva Cuturi e Rosamarina con la «realizzazione di bacheche divulgative e frecce indicatori in legno con l’evidenza dell’uso del sentiero ciclabile e pedonale»; pulizia annuale del canale perimetrale di collegamento al bacino di Torre Colimena e la fornitura di un sistema di videosorveglianza nell’area protetta Palude del Conte;  per l’area Masseria Marina, infine, le richieste riguardano un impianto di irrigazione e antincendio boschivo su tutta l’area a bosco adiacente le trincee drenanti e una vasca di accumulo per il caricamento dell’acqua dei mezzi di soccorso antincendio a servizio della Riserva naturale e la fornitura del sistema di videosorveglianza. 

«I progetti sottesi alla realizzazione degli interventi di compensazione innanzi riportati – specifica il sindaco - dovranno essere concordati preventivamente con l’ente di gestione» delle Riserve naturali diretta da Alessandro Mariggiò. Allo stesso ente gestore, chiede inoltre il sindaco Pecoraro, deve essere consentita la verifica degli interventi in fase di cantiere e in fase di esercizio almeno una volta al mese.

Il nulla osta contiene infine una serie di prescrizioni sul rispetto delle tecniche di ingegneria naturalistica, contro l’inquinamento acustico e luminoso e un sistema di monitoraggio continuo della qualità dei reflui che scaricheranno nel bacino e quindi nel mare di Torre Colimena. Nessun cenno sul paventato e temuto divieto di balneazione e di qualsiasi attività ittica dentro un raggio di 500 metri dal punto di scocco in mare. 


© Tutto il materiale pubblicato all’interno del sito www.lavocdimanduria.it è da intendersi protetto da copyright. E’ vietata la copia anche parziale senza autorizzazione.


Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.
stai rispondendo a

COMMENTA

16 commenti

  • BIAGIO GRASSO
    gio 8 dicembre 2022 06:52 rispondi a BIAGIO GRASSO

    GRAZIE SINDACO DOPO ANNI CHE NON HAI VOLUTO FAR PULIRE LA SPIAGGETTA DEL PORTO ORA CI FAI SCARICARE ANCHE LE ACQUE DEL DEPURATORE DI NUOVO GRAZIE SINDACO .................

  • Rizzelli gianni
    gio 8 dicembre 2022 11:26 rispondi a Rizzelli gianni

    Io sono del parere che il comune Manduria non sia stato mai in grado di gestire 19 km di costa e ne anche il suo interno. E per questo i 19 km di costa dovrebbe essere divisa ai paesi che siano in grado di gestirla

    • Lorenzo
      gio 8 dicembre 2022 08:37 rispondi a Lorenzo

      Oppure come fece Porto Cesareo con Nardò e Statte con Taranto, diventare Comune assestante. Ma senza l' Imu della Marina, Manduria muore. Opinioni

    • BIAGIO GRASSO
      gio 8 dicembre 2022 06:55 rispondi a BIAGIO GRASSO

      parole giustissime te lo dico anche se non sono un residente ho notato questo negli ultimi 40 anni

  • Antonio Ruggero
    mer 7 dicembre 2022 01:49 rispondi a Antonio Ruggero

    Sono una massa di venduti......

  • Oreste
    mer 7 dicembre 2022 01:11 rispondi a Oreste

    Secondo Socrate la polis deve essere governata da competenti ,da coloro che hanno idee ossia visioni nel gestire al meglio il territorio e comunità. L’attuale presidente della camera inconsapevolmente o meno ha introdotto la parola “InPiegato”. È una delusione constatare che l’attuale amministrazione comunale è piena di questi “inpiegati” messi a 90* nel servire il potere dei pochi. Povera patria schiacciata dagli abusi del potere di gente infame che non sa più cos’è il pudore... 🎼 🎶 🎵

  • Maurizio Dibrazzo
    mer 7 dicembre 2022 12:11 rispondi a Maurizio Dibrazzo

    Buonasera. Ci tenevo a complimentarmi con Sindaco ed AQP che ci aiuteranno ad inquinare rapidamente una risorsa, il MARE!!, che è una fonte di sviluppo,il TURISMO!!, per la zona. Utilizzare i soldi del PNRR per pensare di riutilizzare l'acqua per irrigare vista la siccità sempre più grave? Propongo di dare il giusto risalto e merito ai ns "amati" facendoli conoscere alla rete (foto territorio e #rovinaloconnoi). NON POSSIAMO PERDERE QUESTI AMMINISTRATORI, RISORSE DELL'UMANITÀ 🥰 #rovinaloconnoi #refluebeach

  • Gregorio
    mar 6 dicembre 2022 10:46 rispondi a Gregorio

    Mi auguro che il progetto funzioni al 100% altrimenti ci saranno gravi conseguenze per il territorio circostante e rischio di patologie croniche per la popolazione Spero che i tecnici hanno calcolato eventuali errori e l’amministrazione comunale si assume tutte le sue responsabilità!!

  • Emilio Errico
    mar 6 dicembre 2022 06:20 rispondi a Emilio Errico

    Il giudizio dei tecnici dell'arpa non vale niente eppure sono esperti del settore . Mi meraviglio dei proprietari delle attività commerciali che possono incominciare a chiudere e noi proprietari di case non avendo nessun servizio ci era rimasto solo il mare ora neanche quello ci rimane solo da pagare l'Imu penso che dovremmo essere esonerati visto che non abbiamo in cambio niente se non reflui di un depuratore . Buona serata a tutti noi

  • Piero
    mar 6 dicembre 2022 04:02 rispondi a Piero

    Un ringraziamento a Manduria da parte di noi avetranesi per averci donato il depuratore a ridosso di urmo e lo scarico a torre colimena....ma cos'è una vendetta?

    • betty
      mer 7 dicembre 2022 08:37 rispondi a betty

      dovresti ringraziare anche Sava e la stessa AQP

  • Giulio
    mar 6 dicembre 2022 01:56 rispondi a Giulio

    Cari signori lo avete votato voi ora tenetevelo gente incompetente che siede nelle poltrone del vostro comune e non fa o nulla x abbellire il territorio anni fanno solo danni prossime elezione RIVOTATELI

  • Manduriano
    mar 6 dicembre 2022 01:23 rispondi a Manduriano

    Tutto come previsto, nn avevamo bisogno delle previsioni di Nostradamus, vincono sempre i più forti e ricchi. Saremo sempre più nella c. . . a !!! Questo ci meritiamo ! Auguri e buon Natale ...

  • Oronzo novolese
    mar 6 dicembre 2022 12:14 rispondi a Oronzo novolese

    Ecosi e' completata lopera. AQP ha vinto. E ci rovinera' per sempre.

    • Lorenzo
      mar 6 dicembre 2022 12:52 rispondi a Lorenzo

      No no. Poi arriverà il porto, grazie al divieto di balneazione 😜

  • Lorenzo
    mar 6 dicembre 2022 08:51 rispondi a Lorenzo

    È come togliere fegato, pancreas e milza al corpo umano e compensare il tutto con organi compatibili. Che il Sindaco di Manduria diventasse paladino del poco ambiente naturale rimasto, era più facile che un cammello passasse dall'asola dei jeans. Ma che il direttore delle Riserve si calasse i pantaloni in maniera così spudorata, in verità lo sapevo da molto. Bastava sentire le sue opinioni nel merito e vedere in che condizioni è la Riserva del Chidro. A mio avviso un uomo messo giusto lì in attesa di fare quello che ha fatto. Mio giudizio : servo del potere, nemico delle Riserve Naturali sin dall' Inizio. Ma se Dio esiste.... Opinioni 😡

Tutte le news
La Redazione - oggi, lun 6 febbraio

Ha molto incuriosito gran parte dei nostri lettori, l’aver scoperto dal nostro articolo di sabato scorso (Minnie Minoprio ...

Tutte le news
La Redazione - dom 5 febbraio

Vigili del fuoco e tecnici dell’Enel a lavoro questa notte per l’incendio di un’autovettura ...

Tutte le news
La Redazione - dom 5 febbraio

Vento e fiocchi di neve a Manduria e in diversi centro del Salento. E’ arrivato dai Balcani, come era stato previsto, il freddo che farà ...

Tutte le news
La Redazione - sab 4 febbraio

La giornata dei calzini spaiati per educare i bambini d’asilo ad accettare le diversità. E’ la bellissima idea avuta dalle ...

Tutte le news
La Redazione - sab 4 febbraio

Un male incurabile ha stroncato la vita di Cosimo Giuliano, manduriano, stimato professore di lettere classiche e uomo di cultura e di politica. ...

“Trincee drenanti, procedura irregolare”, c’è il ricorso al Tar
La Redazione - gio 29 settembre 2022

Come era stato preannunciato, i proprietari di alloggi e terreni vicino alla Masseria La Marina dove dovrebbero essere realizzate le trincee drenanti del depuratore di Manduria e Sava, ed alcune associazioni ambientaliste e politici manduriane, ...

Sulla Manduria San Pancrazio, mega parco fotovoltaico da 30 ettari su seminativo
La Redazione - sab 1 ottobre 2022

Il Comune di Manduria è chiamato ad esprimersi sulla realizzazione di un mega impianto fotovoltaico di circa 30 ettari ed altre infrastrutture collegate all’opera. La stazione fotovoltaica nascerà su ...

Il comune “appalta” la dirigenza ambiente
La Redazione - mer 5 ottobre 2022

Tornano i dirigenti al comune di Manduria, uno per il momento, poi chi sa. Dopo la soppressione decisa dalla precedente amministrazione commissariale che ha ridisegnato la macchina organizzativa dell’ente con le funzioni organizzative affidate ai dipendenti ...