Venerdì, 9 Dicembre 2022

Gli articoli

Di Mimmo Olivieri

Perché chiamarla pace?

Mimmo Olivieri Mimmo Olivieri

La Caorle e la Grado solcavano le onde verso Beirut. I militari che portava dovevano mettersi in mezzo tra palestinesi e israeliani, che avevano sconfinato nel   Libano fino a occupare Beirut, perché l’allergia da piombo era per tutti! E tutti si dovevano impegnare per la pace. Nei pressi di Cipro arrivò la notizia: la Russia aveva esercitato il suo diritto di veto e la missione non era più sotto l’egida dell’ONU. Che problema c’era? Fu ribattezzata in fretta e furia missione di peace keeping e si continuò. Gli USA avevano forti interessi in ballo, e non si poteva tornare indietro. Ma perché chiamare pace quello che si voleva conseguire? I militari dovevano proteggere gli oleodotti della EXXON Valdes, di proprietà americana, ed avevano il permesso di usare le armi e di uccidere, se fosse stato necessario. I Fedayn e i Maroniti non facevano mancare il piombo agli invasori, ed i morti non si contavano, solo perché l’ordine era di non contarli e di non fare arrivare in Patria queste notizie. Stanno ancora combattendo laggiù: chissà perché!


Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.
stai rispondendo a

COMMENTA
6-12-22 I numeri all'otto
Mimmo Olivieri - mer 23 novembre

Ero entrato nel tabacchino per chissà quale motivo e l’uomo non mi pensava, tutto preso a servire due che stavano giocando al lotto. Entrò anche uno che, in paese, era conosciuto come indigente e mantenuto dai Servizi Sociali. Era sotto natale ed aveva avuto ...

Oltre le sbarre
Mimmo Olivieri - ven 25 novembre

In quel posto c’era un’umanità eterogenea. C’erano quelli che avevano sbagliato, ma se la prendevano con la Società, colpevole, a loro dire, di averli indotti in errore, c’erano quelli in attesa di giudizio, c’erano gli innocenti, condotti in ...

Io mi voglio bene
Mimmo Olivieri - sab 26 novembre

Ci sono arrivato anche io all’età in cui si guarda indietro e si fanno bilanci. Ho dato troppo peso in passato a persone squallide. A volte li ho aiutati rischiando grosso, poi mi hanno voltato le spalle senza dirmi nemmeno grazie, ma mi sforzo di non pensarci, perché ...