Martedì, 16 Agosto 2022

Salento Puglia e mondo

L’autore dell’illecito era stato deferito alla competente autorità giudiziaria per il reato di abbandono incontrollato di rifiuti sul suolo ed il mezzo autospurgo era stato sottoposto ad immediato sequestro penale.

Melma scaricata nelle campagne del "Canale Arneo", sequestrato autospurgo

Autospurgo sequestrato Autospurgo sequestrato | © La Voce

Si è appena conclusa una vasta operazione condotta dal Nucleo Operativo di Protezione Ambientale della Direzione marittima di Bari, composto anche da personale della Capitaneria di Porto - Guardia Costiera di Taranto, frutto di continua e complessa attività di indagine diretta e coordinata dalla Procura della Repubblica di Taranto.

L’attività investigativa dei militari che ha comportato prolungati pedinamenti degli autori dell’attività criminosa, appostamenti anche notturni ed investigazione con ausilio di pertinente strumentazione, ha consentito di accertare e debellare un sistema sofisticato di smaltimento di reflui di origine fognaria da parte di una ditta autorizzata del Comune di Lizzano, che operava in tutto il territorio del predetto Comune e Comuni limitrofi.

La società di autospurghi in questione era già stata oggetto di indagine da parte degli stessi militari della Guardia Costiera per lo smaltimento illegale di rifiuti nell’anno 2014. Tale attività aveva portato a cogliere nella flagranza di reato una autobotte in proprietà della stessa ditta mentre sversava i reflui, appena prelevati da una civile abitazione, direttamente sulla strada provinciale SP 118 che collega il Comune di Sava al Comune di Lizzano, anziché conferirli presso un centro di smaltimento autorizzato.

L’autore dell’illecito era stato deferito alla competente autorità giudiziaria per il reato di abbandono incontrollato di rifiuti sul suolo ed il mezzo autospurgo era stato sottoposto ad immediato sequestro penale.

Tuttavia le conseguenti sanzioni penali comminate non avevano evidentemente fatto desistere l’autore dell’attività criminosa dal proseguire in tale condotta così come l’ attività investigativa in parola ha consentito di appurare.

Anche nella circostanza in questione infatti i militari accertatori hanno nuovamente colto in flagranza un autospurgo della citata ditta mentre sversava deliberatamente i reflui prelevati da un’abitazione direttamente nelle campagne che costeggiano la strada denominata “Canale dell’Arneo” che divide i comuni di Fragagnano e Lizzano, inquinando e compromettendo gravemente da un punto di vista igienico sanitario una vasta area di terreno.

Gli autori del reato sono stati deferiti alla Autorità giudiziaria per inquinamento ambientale, distruzione e deturpamento di bellezze naturali, avendo reso il suolo contaminato una vera e propria cloaca a cielo aperto, oltre che per lo smaltimento illegale di rifiuti, mentre l’autospurgo utilizzato è stato posto sotto sequestro penale.

La Società è stata altresì diffidata all’immediata bonifica dell’area ed al ripristino dello stato dei luoghi.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.
stai rispondendo a

COMMENTA
Salento Puglia e mondo
La Redazione - oggi, mar 16 agosto

Un uomo di 31 anni di origini cinesi ma residente con al famiglia a San Pietro Vernotico è annegato nella piscina di una villa presa in ...

Salento Puglia e mondo
La Redazione - oggi, mar 16 agosto

Non si hanno notizie da ieri mattina alle 10 di un 79enne di Torre Santa Susanna allontanatosi intorno dalla sua abitazione per raccogliere fichi d’india ...

Salento Puglia e mondo
La Redazione - dom 14 agosto

Un volontario di protezione civile di 53 anni è stato arrestato e messo agli arresti domiciliari ...

Salento Puglia e mondo
La Redazione - sab 13 agosto

Paura nel quartiere San Vito a Taranto per un’esplosione che ha distrutto una parte di una villetta fortunatamente non abitata. Lo ...

Salento Puglia e mondo
La Redazione - sab 13 agosto

È morto Piero Angela. L'annuncio su Facebook del figlio Alberto: "Buon viaggio papà". Piero Angela aveva 93 anni ma è stato attivo ...

Infortunio nell'area industriale di Taranto, muore operaio di 53 anni
La Redazione - ven 5 agosto

Infortunio sul lavoro mortale questa mattina nell’area industriale di Taranto. A perdere la vita è stato un dipendente di una impresa metalmeccanica. Da una prima ricostruzione dell’accaduto, pare che l’uomo ...

Scontro sulla Statale 100 perde la vita una 23enne
La Redazione - dom 7 agosto

Ancora sangue sulle strade del tarantino, sulla Statale 100, nei pressi di Mottola in contrada San Basilio più volte in passato teatro di altri tragici incidenti. A perdere la vita è stata una ragazza di 23 anni della provincia di Bari. ...

Cadavere di un uomo nella pineta di Maruggio, aveva dei tagli ai polsi
La Redazione - dom 7 agosto

Un uomo di circa sessant’anni è stato trovato questa sera privo di vita all’interno di un’auto parcheggiata nei pressi della pineta di Maruggio. Presentava dei tagli ai polsi con vistose chiazze di sangue ...