Domenica, 21 Luglio 2024

Giudiziaria

Impresa di un’avvocatessa manduriana

Legge anti suicidi, il Tribunale cancella un debito di 550mila euro

L’avvocatessa Vittoria Tornese L’avvocatessa Vittoria Tornese

L’avvocatessa manduriana Vittoria Tornese, esperta in diritto civile, ha ottenuto dal Tribunale di Brindisi la cancellazione di tutti i debiti accumulati da due piccoli imprenditori facendo applicare la nuova legge sul sovraindebitamento conosciuta come “legge salva suicidi”.

La professionista manduriana che opera nello studio legale De Francesco a Brindisi, ha fatto applicare sui suoi assistiti l’esdebitazione e quindi la cancellazione di tutti i debiti accumulati pari a circa 550mila euro.  
A tale procedura è possibile accedere una sola volta ed è rivolta a quei soggetti che, in quanto totalmente incapienti, non possono neppure in minima parte restituire il debito accumulato.
Solo a seguito del minuzioso e certosino lavoro svolto dall’avvocatessa Tornese e del professionista nominato in qualità di gestore della crisi da sovraindebitamento, Marco Botrugno, il giudice Stefano Sales del tribunale brindisino ha accolto la domanda e ha concesso l’esdebitazione ad una coppia di coniugi caduti in disgrazia economica che hanno beneficiato della cancellazione dell’enorme debito. Liberati da questo, i due ex debitori potranno avere un nuovo accesso al credito, anche in virtù della cancellazione dalla Centrale dei Rischi con possibilità di una nuova reale ripartenza nell’ambito della propria vita professionale e personale.
La Legge 3 del 2012 fatta applicare dall’avvocatessa manduriana per i suoi assistiti, chiamata anche legge sul sovraindebitamento o “legge salva-suicidi”– è stata approvata dal Parlamento italiano per dare la possibilità ai soggetti non fallibili di uscire dai debiti attraverso una procedura giudiziaria ben definita, possibilità prima non prevista. La legge, infatti, ha introdotto l’esdebitazione anche per i soggetti a cui non si applica la liquidazione giudiziale (quelli che venivano chiamati “soggetti non fallibili”), come ad esempio piccole imprese e privati cittadini.
 

Vuoi commentare la notizia? Scorri la pagina giù per lasciare un tuo commento.


© Tutto il materiale pubblicato all’interno del sito www.lavocdimanduria.it è da intendersi protetto da copyright. E’ vietata la copia anche parziale senza autorizzazione.


Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.
stai rispondendo a

COMMENTA

5 commenti

  • Franco
    sab 25 maggio 13:47 rispondi a Franco

    Le sentenze della legge 3 riguardano debiti non tra privati, ma di rapporti con banche, recuperi crediti che spesso non sono autorizzati ,fisco, debiti lievitati spesso a causa di complessi meccanismi di interessi spesso anatocistici ecc i debiti tra privati, esulano da questi conteggi, a meno che non si parli di usura.

  • Isabella Tassone
    sab 25 maggio 07:11 rispondi a Isabella Tassone

    E i creditori di quei soldi? Che fanno anche loro accederanno alla legge anti suicidio? Ma dico qualcuno si interessa dei creditori o valgono solo le persone che i debiti li hanno fatto davvero? E questi due coniugi di quei soldi, quelli che dovevano ai creditori, che cosa ne hanno fatto?

  • Franco
    ven 24 maggio 21:28 rispondi a Franco

    È questa la giustizia . Leggete la legge 3 del 2012 , e poi commentate. Il karma non c entra nulla

  • R&R
    ven 24 maggio 16:11 rispondi a R&R

    Menomale che erano due e piccoli "imprenditori",ed hanno accumulato 550 mila euro...sarei curioso di conoscere tutta la vicenda...

  • Marco
    ven 24 maggio 07:32 rispondi a Marco

    Va bene però chi ha perso tutti quei soldi, 550mila euro, deve suicidarsi?? Se uno accumula debiti, per me, è in mala fede. Avvocatessa se fossero suoi quei 550mila euro sarebbe bella sorridente?? Spero che il karma faccia giustizia

Tutte le news
La Redazione - oggi, dom 21 luglio

L’associazione Archeoclub Manduria risponde alle affermazioni del sindaco Gregorio Pecoraro secondo cui il progetto che prevede l’abbattimento ...

Tutte le news
La Redazione - sab 20 luglio

Arriva la risposta del sindaco Gregorio Pecoraro alla protesta organizzata dal Comitato Cittadino per Viale Mancini contro l’abbattimento ...

Tutte le news
La Redazione - sab 20 luglio

Atmosfere magiche che hanno sfiorato la sacralità hanno dominato il concerto di Rufus Wainwright ieri sera nella meravigliosa piazza San Giorgio ...

Tutte le news
La Redazione - sab 20 luglio

Ieri mattina due autovetture si sono scontrate all’incrocio tra la provinciale “Tarantina” e la strada che conduce alla marina di Borraco. ...

Tutte le news
La Redazione - sab 20 luglio

Dopo l’incendio doloso che cinque anni fa distrusse la sua umilissima casa, Cosimo Manduriano, da tutti a Manduria conosciuto ...

Molestie sul luogo di lavoro, condanna per un manduriano che dovrà risarcire la donna
La Redazione - ven 17 maggio

Pena di due anni due mesi di reclusione, con la riduzione di un terzo per il rito abbreviato, per un 50enne manduriano accusato di aver stalkerizzato sul posto di lavoro una trentenne, anche lei di Manduria, ...

Omicidio del cavalcavia, D'Amicis parla in aula: "mi dispiace, dovevo portarlo in ospedale ma ho avuto paura"
La Redazione - sab 18 maggio

Ha parlato per la prima volta in aula, ieri, ed ha chiesto scusa uno dei tre giovani manduriani accusati di aver ucciso, la notte del 22 febbraio dello scorso anno, il giovane leccese di etnia ...

“Truffa sulle provvidenze statali”, tutti assolti dopo 7 anni
La Redazione - mer 22 maggio

Sono stati tutti assolti il titolare e quattro dipendenti di una grossa società edile di Manduriana che erano finiti sotto processo con la grave accusa di truffa allo Stato finalizzata all’incasso di indennità non dovute ...