Domenica, 2 Ottobre 2022

Gli articoli

«Spiegheremo alle altre generazioni che non c'è nulla di male nel nascere LGBTQI+»

La generazione Z porta per la prima volta il Pride a Manduria

Pride Pride © La Voce di Manduria

Claim: generaZione queer. Siamo arrivati a fine giugno e, io, LaDora, insieme a un gruppo di circa 30 ragazzi abbiamo constatato che è arrivato il momento di celebrare il primo Pride a Manduria. Probabilmente è la prima volta che così tanti ragazzi si autogestiscono ad organizzare un'iniziativa. Il pride si terrà il 13 Luglio, dalle ore 17:30 alle ore 22:00, sfileremo per il centro della nostra città, spiegheremo alle altre generazioni che non c'è nulla di male nel nascere LGBTQI+. Con questa parata ci mostreremo vicini ai parenti delle vittime del pride di Oslo e a tutti i ragazzi di Manduria e delle città limitrofe bullizzati e discriminati anche dai propri familiari. Ci saranno ragazzi pronti a testimoniare, delle piccole performance di canto, striscioni, cartelli, la partecipazione di più paesi e La Voce di Manduria si è ben disposta ad intervistare i ragazzi presenti. Ad aiutarci sará l'associazione Arcigay Strambopoli - QueerTown di Taranto che si è mostrata subito disponibile nell'organizzare, insieme a noi, il pride di Manduria. 

«Vedere un gruppo di giovanissim* così attivo e desideroso di operare un cambiamento in positivo nella propria comunità - fa sapere Luigi Pignatelli, presidente Arcigay Strambopoli QueerTown Taranto e Coordinatore dell’Onda Pride provinciale - ci dà speranza. Coloreremo Manduria con i nostri corpi e Manduria dovrà ascoltare le storie di vita di chi fino ad ora non ha avuto spazi e voce.» (hermesacademy.blogspot). La parata si concluderà in Piazza Giovanni XXIII dove, noi ragazzi, avevamo pensato di dipingere di arcobaleno i tubi grigi presenti su di essa a coprire le svastiche e le frasi fasciste. Se la questura ci farà mancare l'autorizzazione per la parata saremo costretti a fare una manifestazione statica e ciò confermerebbe il poco interesse per noi genZ.

A questo punto chiediamo, visto che si son fatte le parate per le associazioni sportive e per le bande musicali, l'interessamento del comune con la questura per eliminare questo limite di espressione e di patrocinare l’iniziativa. “Il concentramento è in Villa Comunale a partire dalle ore 17.30. Il corteo dovrebbe partire alle ore 18 e attraverserebbe SP359, Piazza Garibaldi, Corso XX Settembre, Via Roma, Via per Oria. L’arrivo in Piazza Giovanni XXIII sarebbe previsto per le 19.40. Durante la tappa finale ci saranno testimonianze e open mic”. (hermesacademy.blogspot)


Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.
stai rispondendo a

COMMENTA

1 commento

Parla Cristina la Drag Queen madrina del primo pride manduriano
La Dora Voce alla generazione Zeta - sab 2 luglio

Cristina Prenestina, Francesco all’anagrafe, sarà la «fata madrina» del Manduria Pride 2022. Grottagliese di nascita ma residente a Roma, racconta in quest’intervista targata LaDora, com’è nata ...

Programma estivo no genZ
La Dora Voce alla generazione Zeta - mer 6 luglio

È uscito il programma estivo Pecoraro-De Marco e, ancora una volta, con questi eventi, hanno dimostrato un non interesse nei confronti della genZ. Incontri e manifestazioni retrò che costringono i ragazzi a trovare divertimento altrove, avvalendosi di navette e ...

Noi manduriani della generazione Z vi spieghiamo delle cose
La Dora Voce alla generazione Zeta - sab 9 luglio

La mia generazione, la generazione Z, comprende tutti quei ragazzi nati approssimativamente tra il 1995 e il 2010, la fascia degli adolescenti e dei neoadulti. È una generazione global oriented, si interessa a cosa accade nel mondo ed ...