Domenica, 2 Ottobre 2022

Cronaca

Operazione del commissariato di polizia

Furgone rubato, il Gps porta i poliziotti nel garage dove era nascosto, denunciato un manduriano

Polizia Manduria Polizia Manduria © La Voce Di Manduria

Il personale del Commissariato di Manduria ha denunciato un anziano per il presunto reato di ricettazione in quanto nascondeva, ben occultato, un furgone rubato all’interno della sua proprietà nell’agro di Manduria.

Gli agenti del Commissariato di Manduria sono intervenuti per la segnalazione giunta alla Sala Operativa della Questura 113 della presenza di un veicolo rubato, preso a noleggio, all’interno di un podere, così come indicato dal sistema satellitare GPS installato sul mezzo.

Giunti sul posto, gli agenti si sono resi conto che le coordinate fornite dall’Istituto di Vigilanza che aveva contattato poco prima la Sala Operativa, conducevano all’interno di un terreno aperto in cui non vi era nulla di quanto segnalato, ma di pertinenza di un’abitazione limitrofa.

I poliziotti sono riusciti a intravedere, da una feritoia del muro della predetta proprietà, che all’interno della stessa, occultato dal muro e da un telo di colore verde, vi era un veicolo che corrispondeva alla descrizione fornita del mezzo rubato.

I colleghi hanno deciso fare un controllo e pertanto, hanno preso contatti con il proprietario dell’abitazione, persona già nota agli operanti, che, dietro loro richiesta, ha mostrato il veicolo in questione.

Da una sommaria ricognizione, gli agenti hanno notato che il mezzo presentava il blocco-sterzo manomesso, così come anche il nottolino di avviamento e l’impianto elettrico.

Alla richiesta di spiegazioni dei poliziotti, l’uomo ha riferito che il mezzo era stato portato nella sua proprietà da un suo amico del quale, però, non sapeva fornire le generalità.

Trasmessi gli atti all’Autorità Giudiziaria competente, l’anziano è stato denunciato perché presunto responsabile del reato di ricettazione. Il mezzo è stato recuperato ed affidato in giudiziale custodia in attesa di essere restituito al legittimo proprietario. (Nota stampa della Questura)


Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.
stai rispondendo a

COMMENTA

1 commento

  • Lorenzo
    gio 22 settembre 15:26 rispondi a Lorenzo

    Segnalo la Stazione dei Carabinieri di Maruggio che due settimane or sono, grazie al fiuto di un brigadiere esperto, hanno ritrovato la fiat Panda rubata a due coniugi vacanzieri che, mentre facevano il bagno a Monaco Mirante, sono stati derubati della loro auto. All' indomani mattina senza GPS, gli stessi trovandola in pattuglia, in una via nascosta di Campomarino, hanno restituito l' auto, intatta ai legittimi proprietari e forse pronta per il 'Cavallo di ritorno'. Complimenti ai Carabinieri di Maruggio 👋👋👋 👍👍👍

Tutte le news
La Redazione - oggi, dom 2 ottobre

Con una recente sentenza il Giudice di Pace di Lecce ha accolto il ricorso di un automobilista manduriano che si era visto contestare ...

Tutte le news
La Redazione - sab 1 ottobre

Lei di Manduria, lui di Torricella. Teresa Dimonopoli e Yari Motolese sono i loro nomi e questa sera ...

Tutte le news
La Redazione - sab 1 ottobre

I vigili urbani di Manduria hanno circoscritto con il nastro un tratto di marciapiede di via Salvatore Gigli per impedire il passaggio pedonale ...

Tutte le news Tutte le news
La Redazione - sab 1 ottobre

Il sindaco di Manduria, Gregorio Pecoraro, ha pubblicato ieri sul suo profilo Facebook il video della polizia locale che riprende le scene di 8 “sporcaccioni” ...

Tutte le news
La Redazione - sab 1 ottobre

Il Comune di Manduria è chiamato ad esprimersi sulla realizzazione di un mega impianto fotovoltaico di circa 30 ettari ...

Furti nel cimitero, una piaga eterna
La Redazione - mer 14 settembre

Furti nel cimitero ...

Crolla il solaio un operaio morto un altro ferito
La Redazione - gio 15 settembre

A Lizzano è crollato il solaio di una palazzina di un piano in ristrutturazione di via Ariosto 5, travolgendo due operai - in quel momento a lavoro - che sono rimasti a lungo sotto le macerie.  Uno dei due è morto, l’altro ...

"Al boss della Cupola interessava il business dei rifiuti"
La Redazione - ven 16 settembre

«La cupola» era interessata al business dei rifiuti. Lo rivelano le motivazioni della sentenza con cui a giugno scorso il giudice del Tribunale di Lecce ha condannato 32 persone, quasi tutti manduriani, accusati di far parte di un'organizzazione ...