Martedì, 25 Giugno 2024

Gli articoli

Richiesta di intervento da parte del comune

Demos: la vocazione agricola non deve essere svenduta all'eolico selvaggio

Vigneti e eolico Vigneti e eolico

Il territorio del Comune di Manduria è oggetto di interesse di ben due progetti per la realizzazione di altrettanti Parchi eolici, uno di 16 generatori distribuiti lungo l’arco nord, il secondo di 10 generatori distribuiti lungo l’arco sud. Secondo le informazioni in nostro possesso, parliamo complessivamente di 26 generatori ciascuno dei quali con una potenza di 6MW con una torre alta 128 metri e collocati ad una distanza media di 3,5 KM dal centro abitato di Manduria (questi sono solo alcuni dettagli tecnici unicamente per dare l’idea della grandezza dei due progetti.
Riguardo al primo (quello rivolto verso la zona SUD/SUD-OVEST) Il Consiglio Comunale di Manduria ha già espresso un parere contrario alla realizzazione; Il secondo (quello da realizzare verso la zona NORD/NORD-EST) già con parere nuovamente contrario da parte dell’Ufficio Tecnico Comunale, non ha ancora visto la riunione del Consiglio Comunale per la discussione in merito.  
Nel frattempo, il Consiglio Regionale nella seduta del 3 ottobre u.s. ha presentato il nuovo PEAR (piano energetico ambientale regionale) ma subito ritirato perché non sono stati individuati i siti su cui impiantare i parchi energetici secondo i criteri dettati dal Governo.
In assenza di questa individuazione la Regione Puglia rinuncia di fatto a essere protagonista nelle scelte energetiche per il proprio territorio. Rinuncia all’assunzione di responsabilità politica nell’individuare i siti più idonei, meno impattanti, equamente distribuito su tutto il territorio regionale, demandando al Governo tale individuazione.

E’ bene chiarire sin da subito che chi vi scrive è fortemente favorevole allo sviluppo delle energie alternative con l’utilizzo del sole e del vento in termini di energia pulita e rinnovabile. Va anche detto però che l’impatto paesaggistico piuttosto che la nostra vocazione agricola e vignaiola deve essere difesa! Le associazioni del settore vedi ColDiretti, GAL, Consorzio di tutela del Primitivo, hanno già manifestato la loro contrarietà indicando anche siti alternativi, validi a sostenere la causa ambientale per la produzione di energia pulita conciliandola con la salvaguardia paesaggistica e produttiva del territorio.
 
I comuni interessati ai progetti, approfittando del rinvio all’approvazione del PEAR, potrebbero unirsi ed avanzare una propria proposta ponendola all’attenzione della Regione, indicando dei propri siti idonei per il raggiungimento degli obiettivi sopracitati.
Il Comune di Manduria potrebbe in tal senso farsi Capofila di questa iniziativa innanzitutto con la convocazione del proprio Consiglio Comunale (!) e successivamente riunire tutte le proposte degli altri Consigli Comunali in un documento unico da inviare alla Regione e diventare insieme ad essa protagonisti del proprio territorio.

Gregorio Perrucci e Pasquale Pesare, gruppo Demos

Vuoi commentare la notizia? Scorri la pagina giù per lasciare un tuo commento.


© Tutto il materiale pubblicato all’interno del sito www.lavocdimanduria.it è da intendersi protetto da copyright. E’ vietata la copia anche parziale senza autorizzazione.


Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.
stai rispondendo a

COMMENTA

1 commento

  • Cosimo
    mar 31 ottobre 2023 07:38 rispondi a Cosimo

    Avete un Patrimonio meraviglioso e lo svendete alle Lobby. Imparare a lavorare la terra con fiducia e costanza, questo è il messaggio che vi do.

Docg e futuro del Primitivo, la parola a Claudio Quarta
La redazione - ven 3 maggio

Claudio Quarta, leccese, biologo genetista e microbiologo e vignaiolo per passione, ha fondato l’omonima azienda vinicola che dirige insieme alla figlia Alessandra. Profondamente appassionato del vino e produttore di Primitivo di Manduria, ...

Manduria Migliore: “in giunta le donne messe all’angolo”
La redazione - ven 10 maggio

Che questa amministrazione comunale abbia già dato ampiamente prova di inettitudine incipiente, incapacità costante e superbia ignorante crediamo sia ormai un dato di fatto acclarato a cui nessuno osservatore oggettivo può ...

Il maestro Arnò rifiuta la giuria del Comedy Festival da 200mila euro: "è uno spreco siderale"
La redazione - lun 13 maggio

Sono stato invitato"pubblicamente" da Dario Pinelli come "giudice onorario" al Manduria Comedy Festival che, se tutto va secondo il piano cosmico, si terrà questo luglio. Una proposta ...