Lunedì, 6 Febbraio 2023

Cronaca

Disavventure al liceo classico di Manduria

A scuola con l’ombrello e con il secchio per raccogliere la pioggia che cade dal soffitto

Uno dei secchi in classe Uno dei secchi in classe

Ancora denunce di gravi carenze strutturali e di risorse professionali al liceo De Sanctis di Manduria. Ieri ha fatto il giro dei social l’ennesima lamentela di una mamma che ha pubblicato un video in cui si mostra un'aula con secchi per la raccolta dell’acqua che piove dal soffitto. Non solo, la donna lamenta anche la frequente assenza di docenti con il conseguente abbandono delle classi per intere ore. «Oggi il vuoto c’è stato per tre ore, e non è l prima volta che succede», denuncia la madre nel video.

Oltre alle infiltrazioni della pioggia attraverso il controsoffitto con i pannelli intrisi d’acqua, la donna lamenta anche la presunta inerzia del personale addetto alle pulizie che lascerebbe ai ragazzi il compito di asciugare il pavimento.

Partendo dal presupposto che la manutenzione degli istituti superiori è di competenza provinciale, giunge secco il commento dell’architetto Andrea Casto che sulla pagina Facebook del movimento Azione Messapica di cui fa parte, scrive: «La denuncia video evidenzia, ancora una volta, che non basta avere rappresentanza politica locale in seno a Provincia e a Regione se questa non si rivela poi qualificata e realmente sensibile alle cause. Il nostro sindaco – ricorda Casto -, è anche consigliere provinciale di maggioranza ma la scuola di Manduria 'piange' sui suoi alunni così come tante opere provinciali che non vengono eseguite e sollecitate nelle corrette assise».


© Tutto il materiale pubblicato all’interno del sito www.lavocdimanduria.it è da intendersi protetto da copyright. E’ vietata la copia anche parziale senza autorizzazione.


Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.
stai rispondendo a

COMMENTA

21 commenti

  • Liceo De Sanctis Galilei
    gio 8 dicembre 2022 01:00 rispondi a Liceo De Sanctis Galilei

    Avendo appreso della pubblicazione e diffusione di una calunnia, noi studenti del Liceo De Sanctis Galilei di Manduria, ci sentiamo in dovere di rispondere a queste accuse. Partendo dal presupposto che i problemi scolastici, prima di essere resi pubblici, vanno discussi all’interno del Consiglio d’istituto, non si possono muovere delle accuse nei confronti del Liceo se prima queste non vengono discusse con i diretti interessati, e se non si dà la possibilità a chi di dovere di rispondere e prendere provvedimenti. Inoltre, è opportuno ricordare che la manutenzione dell’edificio, in ogni suo aspetto, è gestita dall’ente provinciale (il quale, in questo caso, teniamo a sottolineare, ha risolto l’inconveniente in mattinata). Pertanto, i problemi strutturali possono essere dalla scuola solo segnalati, ma gli interventi concreti a tal riguardo non sono di sua competenza.

  • Irma D'Auria
    mer 7 dicembre 2022 03:03 rispondi a Irma D'Auria

    È assurdo pubblicare notizie del genere! È una fake! Nessuno del personale scolastico, dagli ATA ai docenti avrebbe permesso agli alunni di raccogliere acqua dal pavimento. Vi è stato un guasto al termosifone ed è stato riparato. Quanto rumore.... Anziché commentare gli eccellenti risultati che i nostri studenti conseguono alla maturità e non solo , i concorsi, le olimpiadi di svariate discipline in cui si classificano primi, per non parlare dell'attenzione che il Liceo De Sanctis-Galilei ha da sempre rivolto ai temi di grande attualità organizzando eventi di grande portata culturale e sociale....questo giornale si limita a pubblicare notizie che non fanno testo! Sono indignata!

    • procopio
      ven 9 dicembre 2022 02:02 rispondi a procopio

      Giusta la precisazione relativa al non utilizzo degli studenti nel ripristino dell'agibilità delle aule. Ma francamente non ci vedo niente di male se, a fronte di una necessità i ragazzi diano una mano. La scuola è come la casa, se ti piove in casa che si fa? si guarda la mamma che interviene o tutti si danno una mossa? Bisogna piantarla con queste tiri tere sciocche:

  • Luana D'Aloja
    mer 7 dicembre 2022 11:36 rispondi a Luana D'Aloja

    Io non ho molto da aggiungere a quello che hanno già egregiamente espresso i colleghi del De Sanctis Galilei. Per il resto siamo in presenza di giornalismo de relato fondato su farneticazioni prive di prove. Nella sostanza cosa resta? Solo aria fritta diffamatoria con lo scopo,talmente evidente da risultare maldestro, di danneggiare la scuola.

  • Alessia Buccoliero
    mer 7 dicembre 2022 07:04 rispondi a Alessia Buccoliero

    Ho frequentato il liceo Galilei Galilei di Manduria quando era ubicato nello storico palazzo vicino alla Villa. Davvero non c'erano i riscaldamenti e davvero c'era acqua dappertutto. Ma la formazione è stata eccellente e lo dimostrano le carriere dei tanti ragazzi, che poi sono diventati professionisti affermati, in diverse parti di Italia e non solo. I problemi negli edifici scolastici ci sono sempre stati, ma direi che la sede per affrontare questi problemi è la cabina elettorale e non davanti ai propri figli, per giustificare la loro poco voglia di studiare!!

  • Manduriano
    mer 7 dicembre 2022 06:45 rispondi a Manduriano

    CREDO CHE LA SCUOLA ALUNNI E DOCENTI NON HANNO COLPE. Probabilmente è questione di manutenzione che spetta alla Provincia, e oggi alla Provincia abbiamo 2 consiglieri di Manduria. Che stanno facendo? Penso di aver detto tutto….

  • Caforio Giovanna
    mar 6 dicembre 2022 09:51 rispondi a Caforio Giovanna

    Basta una pioggia fuori dal comune e un termosifone rotto per infangare senza se e senza ma un’intera Scuola, Dirigente, Docenti e Collaboratori compresi? Il guasto segnalato è stato prontamente riparato, la classe spostata in altro ambiente; in poco tempo tutto è ritornato alla normalità. Ciò che è accaduto, invece, di “normale” non ha nulla. È fango gratuito gettato su una scuola che ha come obiettivo prioritario proprio il benessere dei propri studenti, una scuola ricca di attività, iniziative di spessore educativo e culturale perseguito da tutti attraverso senso del dovere e alti profili di professionalità. Che dire? Tanta passione, tanto impegno, tanta dedizione finiti nell’acqua di un termosifone rotto…..

  • Angela Serafini
    mar 6 dicembre 2022 08:43 rispondi a Angela Serafini

    Sono una insegnante del Liceo "incriminato " e concordo con chi lo difende dalle false notizie in circolazione..non ero presente ma se è vero che qualche alunno ha aiutato ad eliminare l'acqua..lo ha fatto spontaneamente..la mia scuola è una grande famiglia ed i nostri "figli" sono fondamentalmente dei bravi ragazzi..sempre pronti ad aiutare..quanto ai docenti assenti..la cosa mi sembra normale..come in ogni luogo di lavoro..in particolare in questo periodo..anzi..tanti di noi sono al loro posto in cattedra..nonostante problemi di salute anche abbastanza gravi..qualcuno vuole solo strumentalizzare quanto accaduto..magari a suo favore..ma noi andiamo avanti come sempre nella preparazione dei nostri ragazzi..che si distinguono sempre in ogni tipo di concorso, gara o manifestazione!

  • Mariella Funiati
    mar 6 dicembre 2022 05:51 rispondi a Mariella Funiati

    Buonasera, sono la madre di un ragazzo che frequenta il liceo scientifico. Non entro nel merito dell' episodio relativo al guasto che si è verificato perché non sono ben informata in tal senso. Vero è che si tratta di una cosa che può accadere, l'essenziale è porvi rimedio e mi pare che sia stato fatto. Voglio, invece, focalizzare il discorso sul piano dell'offerta formativa che è molto corposa e variegata e proposta da docenti che lavorano con costanza e serietà. Oltre al piano di studi curriculare seguito da docenti che hanno alle spalle esperienza ed umanità, si attuano progetti e proposte che, ai miei tempi, erano fantascienza. Qualche docente si assenta? Penso sia più che normale, come in ogni ambiente lavorativo... anche i docenti si ammalano, prendono i permessi...come in tutti gli ambienti lavorativi! Mio figlio, però, non mi ha mai raccontato che la classe sia stata scoperta!

  • Corrado Mancini
    mar 6 dicembre 2022 05:19 rispondi a Corrado Mancini

    Sono un collaboratore scolastico del Liceo Classico De Sanctis-Galilei, sono ormai nella scuola da quasi 23 anni, ho prestato servizio in molte sedi di Taranto, e vi posso assicurare che l'organizzazione e la familiarità che ho riscontrato in questo Istituto, non l'ho mai visto prima da nessuna parte, per questo invito a non dire falsità , e invece farcene un vanto del nostro Liceo.

  • Fabiola Mele
    mar 6 dicembre 2022 04:21 rispondi a Fabiola Mele

    Risulta doveroso smentire quanto affermato da quest'articolo.Come tutti i danni che possono verificarsi, quello al termosifone in questione é stato prontamente riparato grazie al tempestivo intervento dei nostri collaboratori ,della nostra Dirigente e di chi di pertinenza.Suddetto articolo é pertanto fuorviante e lesivo della dignitá di una scuola e di docenti che adempiono ai propri doveri e diventano oggetto di bersaglio gratuito da parte di chi ha bisogno di nascondersi dietro a delle righe per attaccare chissá chi e cosa.

  • Rita Mele
    mar 6 dicembre 2022 04:04 rispondi a Rita Mele

    Non comprendo e non accetto tale accanimento nei confronti di un Istituto che è qualificato e dal quale nascono professionisti di alto livello che si sono affermati e si affermano tuttora in tanti settori. Ricordiamoci che, recentemente, il Liceo “De Sanctis-Galilei” ha anche ottenuto l’attestazione come “Preparation Best Centres in Italia” per ciò che concerne le certificazioni linguistiche e questa sì che è e dovrebbe essere una notizia da prima pagina.

  • Rita Mele
    mar 6 dicembre 2022 04:02 rispondi a Rita Mele

    Il Liceo “De Sanctis-Galilei” non è, nella maniera più assoluta, l’unico Istituto della zona ad avere inconvenienti strutturali in situazioni climatiche avverse: tra l’altro gli stessi sono stati segnalati reiteratamente dalla Dirigente agli organi di competenza. Inoltre, il termosifone che ha subito il danno nella giornata di domenica, ovvero quello da cui è scesa l'acqua, è stato riparato lunedì in giornata: ciò dimostra che la scuola ha risolto prontamente il problema. Poi, la notizia riguardante la raccolta dell’acqua piovana che sarebbe stata effettuata dagli alunni della classe in questione è totalmente infondata, in quanto vi sono vari testimoni tra docenti, alunni e collaboratori.

  • Maria Maddalena Di Maglie
    mar 6 dicembre 2022 03:56 rispondi a Maria Maddalena Di Maglie

    Il termosifone si è rotto, la Provincia è intervenuta, il guasto è stato riparato IN GIORNATA!!! Sfido chiunque a fare più veloci, anche quando si rompe un termosifone a casa nostra non riusciamo ad essere così veloci! Invece nel nostro Liceo abbiamo fatto subitissimo. I nostri collaboratori scolastici, solerti e attenti,hanno raccolto l'acqua, i ragazzi non hanno subito alcun danno e sono stati spostati in altra aula. Perchè diffondete notizie false?

  • Angela Portulano
    mar 6 dicembre 2022 03:49 rispondi a Angela Portulano

    Il tutto è falso ero presente e ho visto tutto. Nell' aula al piano superiore si è rotto un termosifone, la dirigente è intervenuta subito, le classi sono state spostate in altre aule e i nostri collaboratori hanno pulito. Inoltre ricordo che siamo fatti di carne ed ossa ci troviamo in pieno periodo influenzale e con aumento di casi COVID...beati voi che state bene. Se vi servite della scuola per i vostri giochi politici è veramente vergognoso. Se vi servite delle falsità per attaccare una scuola che invece è stata subito pronta quando si è trattato di attivare la dad durante la prima ondata COVID e che ha fatto e continua a fare il suo dovere è ancora più vergognoso. Le notizie vanno verificate cercando di sentire tutte le parti in causa...noi il nostro dovere lo facciamo ma voi?....

  • Carmela Campanale
    mar 6 dicembre 2022 03:37 rispondi a Carmela Campanale

    Salve, sono una docente del Liceo "De Sanctis Galilei" di Manduria. Mi sposto ogni giorno da San Giorgio Jonico e, nonostante abbia la possibilità di chiedere trasferimento (negli anni ho accumulato parecchio punteggio), non lo faccio perché amo la MIA scuola. Amo la mia scuola dove si lavora tanto, dove si lavora seriamente, dove si lavora con passione. Le notizie che purtroppo si stanno diffondendo non sono assolutamente vere e non corrispondono ai fatti realmente accaduti. Il guasto c' è stato, ma i ragazzi non sono rimasti in quell' aula. Il guasto c' è stato, ma è stato tempestivamente risolto. Sarei davvero grata a quanti hanno diffuso notizie false se invece avessero il coraggio di tornare ad affermare la verità.

  • Anna
    mar 6 dicembre 2022 03:30 rispondi a Anna

    Premesso che non sono di Manduria, insegno in questo liceo da ormai sette anni dopo aver girato moltissime altri Istituti. Percorro tanti chilometri ogni giorno per il piacere di far parte di un collegio in cui si lavora seriamente per il benessere dei nostri studenti/esse. Quello che è stato lamentato dal genitore risponde in parte a verità perchè è vero che si è rotto un termosifone durante la domenica ma è anche vero che gli alunni sono stati prontamente spostati in un'altra aula ed è tempestivamente intervenuta la ditta delle manutenzioni. quindi non riesco a capire perchè diffondere queste falsità.....non sarebbe meglio parlare ogni tanto di quanti successi e traguardi raggiungono i ragazzi di questo Liceo? Una scuola che, come poche lavora ogni giorno per l'inclusione che cerca di abbattere barriere di ogni genere e creare un clima di serenità.

  • Giuseppe Miccoli
    mar 6 dicembre 2022 02:41 rispondi a Giuseppe Miccoli

    Premetto che anche io non ho mai fatto (ahime!) lezione in un luogo che fosse stato costruito con quella funzione, comunque sono d'accordo sul lamentarci ma con il Governo, poiché tutte le scuole (dalle elementari alle superiori) non hanno più i soldi per sostituire le eventuali malattie (ossia le carenze professionali richiamate nell'articolo), come pure sono pochissime le risorse stanziate dal PNRR per gli edifici scolastici, e come tutti sappiamo, sono state destinate ad altro (armamenti militari, rifacimenti facciate per architetture religiose, etc.).

  • Gregorio
    mar 6 dicembre 2022 01:44 rispondi a Gregorio

    Stessa sorte per ex Tribunale in viale Piceno e, sicuramente il nuovo ( si fa per dire) Municipio IMPUPAZZATO in una vecchia struttura !! …..QUANNU LI SORDI NÓ SÓ FATIATI !!! Il tutto, grazie a gli amministratori locali, provinciali, regionali e nazionali !!! 65 anni di democrazia e progresso !! 😤

  • Maria Antonietta
    mar 6 dicembre 2022 08:28 rispondi a Maria Antonietta

    La mia classe ha fatto la 1 media in uno sgabuzzino, la 2 e 3 media in una casa vecchia in cui mancava il riscaldamento, abbiamo frequentato lo stesso, ora è un lamento continuo della scuola, come mai non si lamentano mai per le troppe vacanze, mi sa che sono i primi nel mondo. Pensate a studiare.

Tutte le news
La Redazione - oggi, lun 6 febbraio

Ha molto incuriosito gran parte dei nostri lettori, l’aver scoperto dal nostro articolo di sabato scorso (Minnie Minoprio ...

Tutte le news
La Redazione - dom 5 febbraio

Vigili del fuoco e tecnici dell’Enel a lavoro questa notte per l’incendio di un’autovettura ...

Tutte le news
La Redazione - dom 5 febbraio

Vento e fiocchi di neve a Manduria e in diversi centro del Salento. E’ arrivato dai Balcani, come era stato previsto, il freddo che farà ...

Tutte le news
La Redazione - sab 4 febbraio

La giornata dei calzini spaiati per educare i bambini d’asilo ad accettare le diversità. E’ la bellissima idea avuta dalle ...

Tutte le news
La Redazione - sab 4 febbraio

Un male incurabile ha stroncato la vita di Cosimo Giuliano, manduriano, stimato professore di lettere classiche e uomo di cultura e di politica. ...

Orrore al cimitero: ladri rubano i denti d'oro dal teschio
La Redazione - mar 24 gennaio

I sospetti dei familiari che l’altro ieri avevano visto la profanazione della tomba di famiglia con la botola aperta, si sono rivelati reali: qualcuno ha aperto la cassetta ossario del nonno portando via una parte anatomica, la mandibola, ...

Il fiume Borraco senza sbocco a mare, pericolo allagamenti
La Redazione - mar 24 gennaio

Nuovamente il fiume di Borraco, marina di Manduria, è stato bloccato nella foce. Le maree di questi giorni hanno occluso lo sbocco a mare del piccolo corso d’acqua che sta ora straripando nei terreni circostanti. ...

Ossario profanato per rubare i denti d’oro dal teschio, dopo la polizia il comune avvia una indagine interna
La Redazione - mer 25 gennaio

Mentre la polizia di Stato del locale commissariato ha avviato le indagini per risalire agli autori della profanazione dell’urna ossario di un defunto dal cui teschio è stata sottratta ...