«Ferdinando Arnò è stato ammanettato perchè è onesto e solo»

Lettera aperta di Alessandra Teatini, moglie del musicista e compositore al centro di movimentate vicende

La redazione Riflettori su ...​
Manduria - lunedì 15 novembre 2021
La manifestazione di Ferdinando Arnò
La manifestazione di Ferdinando Arnò © La Voce Di Manduria

Buongiorno, sono Alessandra la moglie di Ferdinando Arnó. In questo lungo anno e mezzo in cui lui sta cercando di dar voce ai soprusi che vengono istituzionalmente commessi nei confronti di cittadini innocenti usando la musica come Un Don Chisciotte senza lancia, l’ho sempre sostenuto in silenzio, ma dopo quanto accaduto sabato sera mi sento di dover dare voce alla mia rabbia per una situazione, quella di Manduria, senza eguali in tutto il resto del territorio tarantino.

La Puglia non è la mia terra di nascita ma da più di 30 anni la vivo come se vi fossi nata, e Manduria è l’unica cittadina che non ho visto crescere svilupparsi e fiorire in un periodo in cui la Puglia è diventata nell’immaginario quasi mondiale un paradiso nel quale doversi recare.

Il perchè di questa situazione mi è sempre stato inspiegabile ma dopo quanto accaduto l'altra notte mi è tutto più chiaro. A Manduria gli interessi illegali sono più forti di qualsiasi altro potere, la corruzione è evidentemente il vero potere, perchè se da sempre la piazza principale è luogo di grande disturbo della quiete pubblica proprio ieri sera e per la prima volta la persona che è stata ammanettata è Ferdinando Arnó? Perchè è onesto e solo. Tutti  lo conoscono e lo sostengono sui social, lo ringraziano per quello che fa per la città ma nessuno è veramente mai al suo fianco per delegittimare una volta per tutte il ‘male’ che affligge la loro città.

Mi chiedo se dopo quanto è accaduto ieri qualcosa possa finalmente cambiare. Vi invito a denunciare apertamente tutte le violazioni che vengono quotidianamente fatte a Manduria per poter riportare dopo decine di anni un po’ di onore alla vostra città.

Un abbraccio a tutti i cittadini onesti di Manduria

Alessandra Teatini

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Cosimo massafra ha scritto il 18 novembre 2021 alle 19:23 :

    Lubrano direbbe: La domanda sorge spontanea: Chi gliela ha fatto fare al maestro Arno' di tornare a vivere a Manduria? Non mi pongo la domanda se in merito all'accaduto ha torto o ragione, mi lasciano perplesso i commenti dei suoi concittadini, in molti pregiudizio ed ingiustificata acredine, non capisco per cosa, è a meritata ragione uno dei pochissimi manduriani conosciuti e stimati anche oltre confine. Preciso di non conoscerlo se non per fama. Rispondi a Cosimo massafra

  • Roberta Rizzo ha scritto il 18 novembre 2021 alle 14:05 :

    È evidente che i genitori del “maestro” non abbiano saputo mettere al primo posto l’educazione e da come scrive neanche l’alfabetizzazione Rispondi a Roberta Rizzo

  • ferdinando arnò ha scritto il 17 novembre 2021 alle 06:57 :

    buondì rispondo a Mario Fortunato Giovanni Scolozzi AnMa Antonio Ruggero il mio soundcheck totalmente coperto dal rumore dei fuochi d'artificio e dalla musica pompata a manetta dai bar è risultato essere l'UNICA causa di disturbo della quiete pubblica in Piazza Garibaldi Attendo comunque prova delle telefonate Sono venuti dritti da me, mi hanno chiesto i documenti, non li avevo, me li hanno rubati a Campomarino, avevo comunque sporto denuncia; mi hanno chiesto le generalità; avrei fornito volentieri le generalità se le avessero chieste anche ai veri responsabili del caos in Piazza Non è stato fatto Il resto lo possono verificare tutti Mentre mi ficcavano in auto e ammanettavano uno dei due poliziotti ripeteva «mettilo in macchina 'sto coglione' 3 giorni di prognosi Rispondi a ferdinando arnò

  • Egidio Pertoso ha scritto il 16 novembre 2021 alle 05:45 :

    Se Mesagne, ( che qualche anno fa era capitale della SCU), si candida a citta' della CULTURA, Manduria diviene il covo della SCULTURA. Dove sono le persone di grandi idee e pensieri, coloro che, forti della loro professoriale conoscenza delle cose, non aprono bocca, non partecipano, non dibattono ne' pongono problemi ? Nel passato si sono avuti cittadini illuminati che hanno dato visibilita' alla loro grandezza culturale, pur ristretti in una dimensione piccola di una cittadina piccola.Testimonianze? Si cerchi nella nostra biblioteca o si visiti (frequentare non lo si fa piu') i numerosi luoghi di culto religioso. Una citta' senza musei, archivi, ricordi e' una citta' morta senza futuro. E chi si oppone al degrado viene criminalizzato al posto di coloro che del degrado sono gli artefici. Rispondi a Egidio Pertoso

  • AnMa ha scritto il 15 novembre 2021 alle 23:15 :

    L'erronea convinzione che dietro l'intervento della Polizia di Stato ci fosse chissà quale disegno criminoso ha portato il c.d. Maestro a commettere un errore o, meglio, un 'presunto' reato. Nella richiesta di generalità da parte di un pubblico ufficiale e nell'accompagnamento per l'identificazione a seguito di rifiuto, invece, non v'è nulla di illegale. Al limite del reato è altresì la condotta di chi vede nell'intervento della Polizia di Stato (seguito a svariate segnalazioni), un atto di 'corruzione'. Grande stima per chi cerca di migliorare la realtà, per chi lo fa attraverso l'arte, la musica, le rispettabili iniziative; ma grande stima deve andare, altresì, a chi rischia la vita facendo il proprio lavoro, spesso lontano dalle persone care e dalle 'comodità' e da condizionam politici Rispondi a AnMa

    Mario Fortunato ha scritto il 16 novembre 2021 alle 16:39 :

    D'accordo con lei, condivido in pieno il suo commento. Rispondi a Mario Fortunato

  • Giovanni Scolozzi ha scritto il 15 novembre 2021 alle 13:44 :

    Il Sig. Arnò’ deve capire una cosa, che la Polizia fa il suo lavoro. Ad una banale domanda di routine, non si risponde con arroganza. Hanno fatto benissimo e mi compiaccio con loro. Non esistono cittadini di serieA, questo deve essere chiaro!!! Rispondi a Giovanni Scolozzi

    Mario Fortunato ha scritto il 15 novembre 2021 alle 22:10 :

    Sono d'accordo con lei. Rispondi a Mario Fortunato

    Salvo Fontana ha scritto il 15 novembre 2021 alle 18:27 :

    Sig Giovanni Scolozzi,in ordine al suo commento ,la domanda appare doverosa: lei era presente all episodio?! Inoltre , ha mai avuto un approccio in Atti di Polizia Giudiziaria? Personalmente non conosco bene la dinamica , né tantomeno il modus operandi della pattuglia intervenuta, provvederò a documentarmi! Lei pero' ancora prima di esprimere giudizi negativi , si informi meglio nei riguardi del sig Ferdinando Arno' , persona umile, educata , e per niente arrogante come qualcuno ha cercato di descriverlo. Piuttosto dovremmo esser grati ad una persona del genere visto che sta combattendo (a proprie spese, tra l'altro) per i diritti e la tutela alla salute di noi cittadini Manduriani compreso la sua e quella dei suoi parenti. O forse preferisce rischiare il cancro come tanti cittadini? Rispondi a Salvo Fontana

    Salvo Fontana ha scritto il 15 novembre 2021 alle 18:07 :

    Sig .Giovanni Scolozzi , Una domanda appare pacifica: Lei era presente durante Rispondi a Salvo Fontana

    Enzo ha scritto il 15 novembre 2021 alle 16:58 :

    Direi meglio: la polizia è "stata mandata" a fare il lavoro. Ma dove si è mai visto che si ammanetta un cittadino italiano? In casa sua, nel suo paese? Ammanettato e portato al commissariato per cosa? Ed è pure strumentale chiedere i documenti a uno che si conosce benissimo. Se fosse stato un controllo di routine avrebbero dovuto chiedere i documenti a tutti i presenti in piazza. Infine: lei dice che non si risponde con arroganza... era quindi presente in quel momento al "fermo"? O parla così tanto per dire? Rispondi a Enzo

    Salvini ha scritto il 15 novembre 2021 alle 16:27 :

    I cittadini di serie A sono quelli intoccabili, quelli a cui i controlli di "routine" non vengono nemmeno effettuati, quelli protetti da quell'aura che di buono e legale non ha niente. La reazione, che sicuramente c'è stata, non credo sia frutto di arroganza o presunzione, piuttosto disperazione davanti ad una situazione palesemente surreale e ingiusta. Rispondi a Salvini

    Marco Dinoi ha scritto il 15 novembre 2021 alle 15:47 :

    Visto la movida notturna e schiamazzi che avvenivano in piazza, non è legittimo l intervento della Polizia solo per il Maestro Arnò Non esiste lo schiamazzo di serie A o B. La polizia, non deve essere serva di una o più persone, al bisogno sposta come pedine. Rispondi a Marco Dinoi

  • Antonio Ruggero ha scritto il 15 novembre 2021 alle 13:39 :

    Gentilissima Signora, ho solidarizzato subito con quanto era accaduto a Suo marito, non facciamo, però del vittimismo. Tutto si sarebbe risolto se avesse fornito le proprie generalità e presentato i documenti. Lei spara a zero contro i manduriani, che secondo me non conosce, anche se come dice da molti anni sia presente a Manduria ( solo forse per godersi le ferie) . Mi dispiace dirlo, ma a questo punto " oportet" per difendere l'onore dei manduriani che con le sue considerazioni ha profondamente offeso, suo marito si comportato come quelle persone di potere che Lei ha enunciato. Forse perché era famoso non doveva presentare documenti? Ci lamentiamo nei confronti di coloro che declamano : " lei non sa chi sono io', ma poi quando siamo noi i protagonisti la cosa passa in secondo ordine. Rispondi a Antonio Ruggero

  • Mario Fortunato ha scritto il 15 novembre 2021 alle 13:31 :

    Ma il Comune di Manduria non è stato commissionato per mafia pochi anni fa? Non mi pare che allora vi era questa amministrazione comunale. Cosa pensavate? Di risolvere i problemi che affliggono un territorio con infiltrazioni mafiose, nel giro che pochi mesi?? C'è tanto da fare e non bisogna sempre puntare il dito sull'amministrazione insediata adesso. Per ritornare al fatto avvenuto con il maestro io posso solo dirle signora Arnò che non è stato il Sindaco a non fornire i documenti alla polizia, ma da quello che si è letto nell'altro articolo, è stato suo marito a rifiutarsi alla richiesta dell'agente, insultando un pubblico ufficiale che faceva solo il suo lavoro. Almeno sembra quello che sia successo leggendo la notizia.. Rispondi a Mario Fortunato

  • Pietro Scrimieri ha scritto il 15 novembre 2021 alle 13:24 :

    Rispetto x il Maestro x quello che cerca di fare x Manduria e i Manduriani. Non conosco i fatti REALMENTE accaduti, però dire che è stato AMMANETTATO mi sembra un po' esagerato, non si ammanettato più, gli assassini, i ladri, gli stupratori e quant'altro, non vedo xché AMMANETTATE un cittadino x protesta!! Sarebbe più CORRETTO dire accompagnato negli Uffici del Commissariato di P. S. in quanto si rifiutava di esibire i documenti!! Questo si che in Italia è consentito! Rispondi a Pietro Scrimieri

  • Manduriano ha scritto il 15 novembre 2021 alle 12:33 :

    Ferdinando Arno' ....sindaco subito..altro che Pecoraro..tutta la mia stima e rispetto Rispondi a Manduriano

  • Antonio carruggio ha scritto il 15 novembre 2021 alle 12:00 :

    Signora Alessandra siamo con lei Rispondi a Antonio carruggio

Altri articoli
Gli articoli più letti