Editoriale: Quando non si sanno usare le parole, resoconto dell’incontro del sindaco con la città

Il fatto è che Pecoraro non ha mai saputo trovare e usare le parole giuste

La redazione Riflettori su ...​
Manduria - martedì 21 settembre 2021
Mariggiò e Caprino
Mariggiò e Caprino © La Voce di Manduria

I sei consiglieri di Gea non sono nè ricattatori, come li ha apostrofati il sindaco nell'incontro che ha avuto con i cittadini in Piazza, nè sono uomini che amano fare il salto della quaglia come ha detto un pecorariano di prima fila. Sono consiglieri che chiedono il rispetto di regole che tutti capiscono e comprendono. Essi chiedono di essere rappresentati in giunta con uomini di loro fiducia. 

Essi sono parte cospicua della maggioranza senza il cui apporto Pecoraro non ha i numeri per stare sulla sedia di sindaco. E' inutile ricordare che il Consiglio Comunale conta quanto il sindaco se non di più. Tutti gli altri gruppi, anche quelli con un solo consigliere hanno espresso un assessore e lo hanno scelto tra i loro uomini di fiducia Perchè la stessa cosa non possono fare i sei di Gea?

Essi hanno diritto non solo ad essere rappresentati in Giunta da due assessori ma uno di questi due deve anche poter ricoprire la delega di Vicesindaco. Sono le regole. Chiedere il rispetto delle regole per l'attuale sindaco significa porre ricatti. Il fatto è che Pecoraro non ha mai saputo trovare e usare le parole giuste. Ed è un guaio per chi pensa o meglio crede di saper fare politica.

Enzo Caprino

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Gregorio ha scritto il 22 settembre 2021 alle 10:49 :

    Tutta una. Razza, I precedenti che hanno fatto?? Hanno infilato figli e parenti e amici nel PUBBLICO LAVORO(RACCOMANDATI) Purtroppo queato è il DNA MANDURURIANO, Altro che Chiacciere Rispondi a Gregorio

  • giorgio sardelli ha scritto il 21 settembre 2021 alle 11:16 :

    una Verità sola tutti dicono di voler bene a Manduria tranne che poi alla prima occasione ........ Quindi è solo interesse personale è basta allora siete stati fin troppo sulle poltrone con le mani sulla pancia ora dimettetevi e torniamo a votare Rispondi a giorgio sardelli

  • Cittadino2 ha scritto il 21 settembre 2021 alle 05:48 :

    Le regole, del buon senso soprattutto, dicono anche che se tu vieni eletto in una lista ci rimani. Questi dopo due mesi sono andati a finire da Città più ai Verdi ( da cui sono stati cacciati) e poi hanno creato una lista nuova in cui sono convogliati anche altre figure tra cui una persona il cui congiunto il giorno dell'elezione si inchinava davanti al sindaco a modo di sottomissione. Meglio tutti a casa che sto personalismi di vecchia politica. L'importante che la cittadinanza sappia che la colpa di questa situazione sia dei consiglieri Perrucci, Matino, Capogrosso, Scialpi, Luigia Lamusta e Pesare.......che se lo ricordassero alle prossime elezioni. Rispondi a Cittadino2

    gregorio f. ha scritto il 21 settembre 2021 alle 18:50 :

    Ma invece di ringraziarli quei 6 consiglieri che hanno messo la propria faccia per cercare di contrastare le false pieghe che sta prendendo questa amministrazione, gli diamo delle colpe??? Dovremmo preoccuparci ed indignarci della ricerca dei voti nelle poltrone della minoranza, della questione vaccini, dei finanziamenti persi, della cattiva gestione dei lavori alla Sacra Famiglia, del flop degli eventi estivi, e come ultima, in ordine di tempo, la rivolta delle associazioni che lamentano favoritismi......invece di fronte a tutto ciò parlate di "buonsenso", "personalismi di vecchia politica"...ma Manduria è veramente un paese incomprensibile! Piuttosto questi 6 consiglieri vanno sostenuti e incoraggiati, solo così possiamo sperare che l'Amministrazione vada avanti e righi dritta! Rispondi a gregorio f.

    Gregorio Fanuli ha scritto il 21 settembre 2021 alle 14:12 :

    Ma invece di essere contenti che ci sono 6 consiglieri che hanno il coraggio, mettendoci la propria faccia, di far rigare dritto il Sindaco e compagnia bella, vi lamentate pure!!!! Di fronte alla ricerca dei voti all'interno della minoranza, alla questione "vaccino", ai finanziamenti persi, alla cattiva gestione dei lavori alla sacra Famiglia, e come ultimo in ordine di arrivo, alla rivolta delle associazioni di volontario, invece di scandalizzarvi, parlate contro i 6 consiglieri usando termini come buonsenso, personalismi, colpe... Manduria è veramente il paese dei controsensi! Stanno cercando di fare squadra per evitare che queste cose continuino ad accadere. Piuttosto appoggiamoli, se vogliamo che questa amministrazione lavori bene e in maniera leale! Rispondi a Gregorio Fanuli

    Tonino Dinoi ha scritto il 21 settembre 2021 alle 12:19 :

    Quando vuoi sapere come sono andate realmente i fatti, senza sparare a zero delle cavolate. Sicuramente sai come fare per contattarmi. Mi chiami, fissiamo un appuntamento e senti la mia versione, così puoi valutare tu stesso, cittadino 2, già non indentificandoti, la dice lunga, la verità di come sono andate le cose. Rispondi a Tonino Dinoi

    Luigi Daggiano ha scritto il 21 settembre 2021 alle 20:51 :

    Tonino hai perfettamente ragione, la politica non si ragiona ome sta facendo Sindaco che come al solito insieme ad altro vogliono avere sempre ragione Io ho avuto esperienza con lui e mai si è comportato in questo modo Un consiglio vi posso dare andate a avanti per la vostra strada e non vi fate intimorire. Perché se cade l'amministrazione di sicuro non è colpa vostra ma di degli assessori incapaci. Rispondi a Luigi Daggiano

    Gregorio ha scritto il 21 settembre 2021 alle 11:29 :

    ..infatti !! Questi giocano "facendo l'ago della bilancia" !! Rispondi a Gregorio

Altri articoli
Gli articoli più letti