Lo sfacelo dell'amministrazione Pecoraro

Ad un anno dall'insediamento dell'esecutivo Pecoraro nemmeno la maggioranza in Consiglio si riconosce nelle scelte fatte

La redazione Riflettori su ...​
Manduria - giovedì 02 settembre 2021
Azione Messapica
Azione Messapica © La Voce di Manduria

Siamo costretti ogni giorno a commentare occasioni perse, malagestione, scelte dispotiche e 'di imperio' che continuano ad arrecare danni su danni al nostro già martoriato territorio e continuano a generare disservizi per i nostri concittadini.

Ad un anno dall'insediamento dell'esecutivo Pecoraro nemmeno la maggioranza in Consiglio si riconosce nelle scelte fatte e addirittura lamenta mancata conoscenza, partecipazione e considerazione da parte di assessori che ormai non rappresentano più nemmeno loro stessi.

Dalle ultime pessime notizie in merito al plesso "Sacra Famiglia" vengono confermati tutti i difetti insiti nell'Amministrazione Pecoraro (che ormai da un anno non fa altro che procurare danni, spesso irreparabili, a tutta la comunità manduriana): inadeguatezza, incompetenza, arroganza, incapacità (o mancata volontà??) di condividere le informazioni e le scelte con i cittadini e persino con gli stessi consiglieri di maggioranza, ecc.

L'amministrazione Pecoraro continua ad inanellare disfatte, flop ed arreca danni all'intera cittadinanza (anche a chi li ha votati!!).
L'intera maggioranza, completamente priva di autocritica, non riconoscendo i propri vistosissimi limiti, addita chiunque come il cattivo, l'untore, il reo, il polemico, l'invidioso, ecc.
Per i 'competenti' amministratori pecoraniani persino i giornalisti liberi e indipendenti sarebbero, sin dall'inizio, tra i cattivi e i falsi che, facendo (a loro dire) disinformazione, andrebbero dunque emarginati, offesi e tenuti a bada!

E' proprio così: chiunque sia libero pensatore e veda chiaramente la realtà tristissima dei fatti è, per questa amministrazione, qualcuno da eliminare, da far tacere, da emarginare, da offendere, da calunniare, ecc. Le scelte vengono sempre fatte 'd'imperio': così è già stato per la scuola, per il bilancio, per l'isola ecologica a San Pietro in Bevagna, per il calendario estivo degli eventi, per le schede dei progetti del Recovery Sud, per tutto!!
E così si inanellano sconfitte e profonde, umilianti figure che tutti vedono ma che solo loro (i sedicenti competenti) non riconoscono e non hanno alcuna intenzione di ammettere: la Giunta ad esempio, non chiede scusa "per aver colpevolmente perso importanti risorse, che invece quasi tutti i Comuni limitrofi hanno ottenuto", non chiede scusa "per il flop delle tre serate al Parco" Archeologico e cerca, "questo sì maldestramente, di scaricare alla stampa le colpe e di intravedere successi dove non esistono".

"Non avevamo dubbi che si potesse arrivare a tanto", scrive ancora Perrone su Manduria Oggi.
"D’altronde non sarà un caso se ben sei consiglieri della maggioranza non si sentono più rappresentati, da ormai diversi mesi, da questo assessore, di fatto sfiduciato", e da larga parte di questo esecutivo di basso profilo.
Sempre più cittadini si rendono conto dello sfacelo al quale ci sta portando l'incompetenza e l'arroganza che ci amministra da quasi un anno, così restiamo ormai privi di speranza e in attesa del prossimo marzo per poter finalmente rivivere l'evento più importante finora prodotto: NO, non sarà la Fiera Pessima, bensì molto più semplicemente un'altra mano di vernice alle panchine rosse!

Azione Messapica

 

 

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Gregorio ha scritto il 02 settembre 2021 alle 11:55 :

    Tutto questo succede quando i cittadini votano per “amicizia “ in cambio di favori, anche banali, senza che votano per COMPETENZA !!! Povera a nui !!!!!! Rispondi a Gregorio

  • Walter ha scritto il 02 settembre 2021 alle 10:22 :

    Qui si mormora solamente Ma quando tutti in piazza??? Rispondi a Walter

  • Lorenzo ha scritto il 02 settembre 2021 alle 07:53 :

    Per la Marina sono al paradosso di rimpiangere la giunta Calò e ho detto tutto 😱😱😱😱 Almeno i pochi lampioni messi a Torre Colimena e nella via Chidro ( non allineati), sono dovuti al Sindaco Calò. La Giunta Pecoraro alla Marina ha gestito la Ztl come dei pivelli ( partita in ritardo) e le casette in legno sono una storia da riderci sopra. Il resto, rifiuti compresi un disastro. Opinioni Rispondi a Lorenzo

  • Alessandra Moscogiuri ha scritto il 02 settembre 2021 alle 06:48 :

    Purtroppo non c'è limite al peggio!!L'amministrazione Pecoraro ha causato a Manduria un degrado senza precedenti.Ci sono molti turisti nel nostro territorio ma,se non si offrono i servizi, ne va di mezzo la qualità. Inoltre con tutto il Patrimonio archeologico che abbiamo la cosa pubblica manduriana avrebbe fatto soldi a palate,facendo fare visite guidate ben organizzate. E magari organizzare un ente fiera per promuovere in maniera eccellente il Primitivo e risorse gastronomiche locali!!! Rispondi a Alessandra Moscogiuri

Altri articoli
Gli articoli più letti