All'improvviso i nudisti tra di noi

L'esperienza a Campomarino

La redazione Riflettori su ...​
Manduria - sabato 31 luglio 2021
Nudisti
Nudisti © La Voce

Oggi, in spiaggia ho assistito ad alcune scene che davvero mi hanno fatto riflettere: una ragazza, anzi una donna di 24-26 anni era completamente nuda (e quando dico completamente intendo proprio completamente), prendeva noncurante il sole distesa a cosce aperte anzi spalancate.
Non contenta qualche minuto dopo si e' girata in posizione fetale e poi si è stesa su uno scoglio. 
15 mt più avanti due uomini completamente nudi (e quando dico completamente intendo proprio completamente) passeggiavano sulla battigia.
Così come la coppia loro vicina di ombrellone: lei tacco in legno alto 15 cm (su una spiaggia dove si cade a piedi scalzi perchè piena zeppa di scogli). 
Appena arrivati si sono denudati completamente (e quando dico completamente intendo proprio completamente).
Questa scena è andata a nozze con la mia indole fumantina e, dopo un bel cazziatone verbale che non ha sortito effetti son passata alle maniere forti. Ho chiamato la capitaneria di porto di Campomarino spiegando la situazione e, poco dopo, un ufficiale si è presentato in spiaggia.

I soggetti desnudi alla vista dell' ufficiale si son prontamente rivestiti ma qualcuno non ha fatto in tempo e per ora si è beccato un richiamo (oltre che ad una figura barbina anche se credo che la vergogna questa gente non sappia neppure cosa sia).
Ora, non sono una che si scandalizza e lungi da me l'essere bigotta: alle tette al vento sono abituata, ma le vagine (perché si vedeva anche quella) e i peni al vento, signori miei, non li concepisco.
Sarò antica? Sarò non al passo con i tempi? Puo' essere (e felice di esserlo) ma credo che, come diceva Totò "ogni limite...ha una decenza"
La spiaggia D'Ayala ormai è ad appannaggio tacito di questi elementi (nudisti e scambisti) e a me sinceramente poco importa.
Ma la spiaggia dove ho visto questo schifo oggi (e anche nei giorni passati, anche se non a questi livelli) è la spiaggia commenda-scorcialupi. Ed è cosa completamente diversa.
Queste porcate devono andare a farle almeno 100 metri più avanti e non dove ci sono famiglie con bambini.
Mi spiace per le coppie gay e lesbo che avevano scelto quel meraviglioso tratto di mare come "loro" spiaggia: anche loro son sempre di meno ormai perché assistere a scene come quelle di oggi è davvero imbarazzante.
Io vorrei chiedere al nostro sindaco Alfredo Longo di prendere una posizione su questa faccenda. 
Perchè non decidiamo di trasformare  quei 200 mt di costa in una spiaggia naturista "ufficiale"? 
 Cosi possiamo metterci dei cartelli, una palizzata, qualcosa che possa delimitarla.  
L' accesso dalla parte dell' ex circolo cittadino (dottor
 Arcis, per capirci) sia solo ed esclusivamente un accesso (insieme a quello del lido dei Cavalieri), ma la spiaggia antistante a tali accessi è e deve essere libera. 
Perché, di fatto, ora non lo è.

Stefania Chiego

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Giancarlo ha scritto il 22 agosto 2021 alle 05:23 :

    Poveri bambini. Per ogni pregiudizio o fissazione, ci si giustifica con il trauma asseritamente provocato ai poveri bambini. Ai quali non può fregare di meno tanto del nudo, quanto delle altre particolarità cui l'occhiuta Signora si mostra, bontà Sua, comprensiva ed inclusiva. Poveri bambini. Rispondi a Giancarlo

  • Eleonora Magnifico ha scritto il 05 agosto 2021 alle 06:15 :

    I censori del perbenismo a me fanno molta più specie dei nudisti e li trovo dempre poco virtuosi, state trabquilli che nascondono scheletri nell' armadio. Quanta strada c' è da fare in questo Paesone per sentirsi liberi di abitarlo ognuno a suo modo, senxs incappare in soggetti pericolosi che hanno paura di un corpo nudo, libero dai pregiudizi e dal mal pensiero. L' oscenità e negli occhi di chi guarda e questa cara signora vive male il rapporto con il corpo, suo e altrui, ma non può creare problemi ad altre persone osteggiando un modo di vivere, che non è provocazione o volgarità, ma un modo di essere e stare in pace con la terra e soprattutto con la loro nudità, quindi con se stessi. Signora, provi a spostarsi altrove, quella spiaggia è lunga sa? ed è storicamente libera da pregiudizi.E Rispondi a Eleonora Magnifico

  • Lapo Vergine ha scritto il 02 agosto 2021 alle 19:49 :

    Gentile Signora, mi risulta che il "Piano Comunale delle Coste" Maruggio lo abbia approvato da qualche tempo. Sia gentile, al Sindaco chieda quando avrà la bontà di voler rendere efficace il provvedimento di "autorizzazione alla pratica naturista" nella porzione di arenile prevista dal medesimo PCC. Rispondi a Lapo Vergine

  • Maurizio ha scritto il 02 agosto 2021 alle 11:55 :

    Sig Stefania Zona abbastanza conosciuta, non sarà invidia???? Rispondi a Maurizio

  • Gregorio ha scritto il 01 agosto 2021 alle 14:32 :

    Quande Chiacchiere fai. Zona conosciuta. Adesso fate come quando vengono arrestati, noto detto (conosciuto dalle forze dell'ordine) Rispondi a Gregorio

  • Frank ha scritto il 01 agosto 2021 alle 08:05 :

    Visto che il nature è biologico e naturale, anche il peto e il rutto sono fisiologicamente naturali, così come il bisogno di altro, ma ci conteniamo in presenza altrui o ci appartiamo perché queste sono le regole di convivenza che ci siamo dati. In alternativa anarchia ovvero far west!? Rispondi a Frank

  • Palo fasi ha scritto il 31 luglio 2021 alle 21:32 :

    Ci si scandalizza per qualche centimetro di pelle nuda ma non per il degrado ambientale imperante e montante, mondezza, detriti, mozziconi di sigarette etc. sparsi ovunque nel territorio, attendamenti ed auto fino alla battigia, ignoranza e scortesia dilagante. Queste sono le vere PORCATE che dovrebbero scandalizzare. Rispondi a Palo fasi

  • Alessandra Moscogiuri ha scritto il 31 luglio 2021 alle 18:13 :

    Condivido con la Signora Chiego,la spiaggia D'Ayala-Arces è diventata da anni di "proprietà " di queste persone di dubbia moralità. Potrebbero istituire una spiaggia per nudisti cosi da nn turbare la tranquillità delle persone che in quella zona vanno a fare tranquillamente una passeggiata, a me successe tanti anni fa. Rispondi a Alessandra Moscogiuri

  • J B ha scritto il 31 luglio 2021 alle 17:55 :

    Peraltro, il confondere naturismo e scambismo è profondamente ignorante; e definire ‘porcate’ le abitudini che non si condividono è profondamente violento. Le porcate le fanno, per definizione, i porci. E io, che pur non condivido l’etos di questa signora, non mi sognerei mai di dire che le sue sono porcate, e che lei è, di riflesso, una... magari estendere la stessa buona educazione non sarebbe male. Rispondi a J B

  • J B ha scritto il 31 luglio 2021 alle 17:50 :

    Il vero disgusto in questa storia è che una persona si erga a giudice degli altri; che voglia decidere cosa sia lecito o no denudare (e non ‘mostrare’, perché certo non è quello il punto). In Germania la nudità è normalissima; e ovunque non c’è niente di più naturale di un corpo umano. L’orrore è negli occhi di chi guarda. La signora ha tenuto d’occhio la giovane donna molto attentamente, movimento per movimento, da quanto lei stessa scrive; a me il comportamento da censura pare questo. Ma sarò io all’antica, sarò io strano. Rispondi a J B

  • Frank ha scritto il 31 luglio 2021 alle 16:13 :

    Non è voyerismo, né tantomeno senso di libertà, ma postano le loro perfomance sui social dove like e pubblicità fanno il resto ovvero raccolgono dei soldini dive si fanno pure le vacanze tali protagonisti. Ovviamente deprecabile! Rispondi a Frank

    J B ha scritto il 31 luglio 2021 alle 18:33 :

    Questo è dimostrabilmente falso; e quindi soltanto un insulto. Per favore, se è come dici tu, mostra almeno tre link a siti social di naturisti italiani che si fotografano nudi in spiaggia o dove sia, e da questo fanno soldi in qualche modo (sponsor, pubblicità digitale, qualsiasi modo va bene). Rispondi a J B

  • Domenico ha scritto il 31 luglio 2021 alle 12:26 :

    Beati loro che lo fanno! Rispondi a Domenico

  • Realtà ha scritto il 31 luglio 2021 alle 11:51 :

    Come al solito state (sempre) a criticare e rovinare il relax in una zona - dove é BEN noto anche alle alghe - essere famosa e conosciuta per nudismo. Rispondi a Realtà

  • Fabio Ferretti De Virgilis ha scritto il 31 luglio 2021 alle 11:13 :

    Si mettiamo palizzate cartelli e mura si potrebbe creare un ghetto cosi facciamo prima solo così possiamo proteggere i nostri figli e inculcargli che la nudità è un tabú queste porcate e ripeto queste porcate non devono esistere. Perdonate la mia ironia ma queste esagerazioni non dovrebbero avere spazio su dei giornali. Rispondi a Fabio Ferretti De Virgilis

  • Oliven Joe ha scritto il 31 luglio 2021 alle 08:51 :

    Penso che sia un peccato che non ci sia una zona per il bagno nudista da nessuna parte qui. Mi piace l'abbronzatura perfetta e nuotare senza niente. non è una malattia, ma è contagiosa... Rispondi a Oliven Joe

  • Maria ha scritto il 31 luglio 2021 alle 07:12 :

    Sono pienamente d'accordo con la signora chiego ,ci vogliono delle regole,ma si sa che da noi tutto è permesso Rispondi a Maria

Altri articoli
Gli articoli più letti